Intervista a Marco Siino, giovane sviluppatore italiano!

13 Ottobre 2010 2

Con molto piacere abbiamo avuto l'occasione di intervistare lo sviluppatore italiano Marco Siino. In questi giorni una sua applicazione è stata pubblicata in App Store. Stiamo parlando di AltraParola, applicazione veloce e simpatica in cui dovremo essere bravi ad indovinare una determinata parola tramite un'associazione di idee. Marco Siino è stato molto apprezzato in App Store per un'altra sua applicazione di successo: Il Quiz Del Caprone. Come detto, abbiamo avuto modo di proporre un'intervista a Marco. Eccola a seguire.

Ciao Marco,

Innanzitutto vorremo sapere come sei entrato nel mondo dello sviluppo per iPhone e da quanto tempo sviluppi su questa piattaforma?

Buongiorno a tutta la redazione di HDblog,

ho sempre avuto la passione della programmazione e dell'informatica, infatti ho iniziato per caso poco dopo aver avuto il mio primo PC, all'età di 7 anni. Con il passare degli anni ho programmato con vari linguaggi, poi a 14 anni mi sono avvicinato alla programmazione di videogiochi che ho sospeso poi verso i 19 anni, quando ho iniziato a lavorare come dipendente (avevo poco tempo per dedicarmi ad altro). Dopo circa 4 anni, un anno e mezzo fa ho acquistato un iPhone, e dopo ho scoperto che era possibile sviluppare applicazioni, e così mi sono attrezzato con un Macbook e mi sono messo a lavoro per imparare, e nel giro di un mese ho pubblicato la mia prima applicazione. Sviluppo per iPhone da circa un anno e mezzo quindi.

Quante applicazioni/giochi hai pubblicato in App Store?

Ho sviluppato una decina di applicazioni, ma alcune, quelle che ho fatto all'inizio, sono stati più che altro dei Test. Lo sviluppo di applicazioni vere e proprie, in particolare di giochi, è iniziato con lo sviluppo de Il Quiz del Caprone e poi con il gioco che ho sviluppato in collaborazione con Giulio Giorgetti: AltraParola.

Dato che hai tirato in ballo l'ultima tua "creazione" parliamo proprio di questo. Dicci Marco che cosa è AltraParola?

AltraParola è un gioco di intelligenza basato sulle parole dove il giocatore deve indovinare la risposta segreta tramite associazione di idee.

Come è nata l'idea di AltraParola?

L'Idea è nata da me e dal mio amico Giulio Giorgetti di Sviluppo iPhone Italia, cercavamo un gioco di parole che potesse ben adattarsi ad un device mobile.

Un progetto tutto italiano nato dalla sinergia tra Sviluppo iPhone Italia e Doolabs, come è stata l'esperienza?

C'è stata subito sintonia tra le due strutture, Sviluppo iPhone Italia si occupata principalmente del progetto grafico e Doolabs dello sviluppo e della pubblicazione.

Uscirà una versione di AltraParola per iPad?

Ci stiamo ragionando, per ora vogliamo vedere come andrà la versione iPhone ma l'idea di fare una versione anche per iPad di AltraParola c'è.

Cosa pensate del mercato internazionale, possiamo immagine un "AltraParola" localizzata in altre lingue nel prossimo futuro?

Come per il discorso iPad vorremmo prima di tutto capire quale sarà la risposta del mercato italiano, anche in questo caso siamo comunque ben orientati ad uno sviluppo futuro in altre lingue.

AltraParola è la prima app italiana ad essere diventata compatibile con Game Center, che ne pensi della nuova piattaforma di Apple?

Credo che Game Center è una piattaforma ancora poco matura perchè per alcuni aspetti non è neanche lontanamente paragonabile ad altre piattaforme come Open Feint. Avevamo bisogno ad es. di una funzionalità per lo sviluppo di AltraParola che non era supportata da Game Center: si tratta della possibilità di inviare punteggi alla classifica online anche inferiori rispetto agli altri punteggi inviati in precedenza, così abbiamo dovuto optare per pubblicare solo i punteggi migliori sia su Game Center che su Open Feint (per coerenza tra le due piattaforme).

Si è scelto di rendere compatibile AltraParola anche con Openfeint, come mai?

Open Feint ha offerto recentemente la possibilità di usare entrambe le piattaforme, unendo i pregi di Open Feint a quelli di Game Center: ad esempio la possibilità di giocare offline tenendo conto dei propri punteggi, aggiornando poi la classifica online nel momento in cui la connessione ad internet diventa disponibile. Inoltre in questo modo gli utenti hanno l'opportunità di giocare contemporaneamente su due piattaforme di social gaming distinte.

Perchè i giocatori dovrebbero scaricare AltraParola?

Perchè il gioco è divertente, stimolante, predisposto alla collaborazione con amici e adatto a tutte le età. Si possono passare ore in allegria cercando la soluzione. Ad esempio se ti dico "tv", "mobile", "traffico", "rete" quale è la parola in comune?.

Grazie mille Marco per la tua disponibilità!

Potete, se siete interessati, scaricare AltraParola da qui:

Lo smartphone più richiesto del momento? Samsung Galaxy S8 è in offerta oggi su a 349 euro.

2

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Matteo Patrizio

Concordo! è davvero ben fatto! Anche questo non è male però :)

matteventu

Il quiz del caprone l'ho provato su Desire ed è una figata pazzesca!!

Apple iPhone XR: recensione e confronto con iPhone X ed iPhone XS Max

MacBook Air risorge: è tutto nuovo e con Retina Display da 13,3" | Prezzi Italia

Apple iPad Pro 11" e 12,9" ufficiali: A12X Bionic, Face ID, USB-C e Pencil 2

Apple iPhone XR è arrivato: unboxing e anteprima video