iPadOS 13: ecco tutte le novità della piattaforma operativa per iPad

04 Giugno 2019 337

Nel corso del keynote di apertura della WWDC, Apple ha annunciato iPadOS, un "fork" di iOS dedicato esclusivamente agli iPad. Così come in iOS 13, anche in iPadOS 13 ci sono davvero tante novità. Ma andiamo con ordine.

iPadOS sarà disponibile in autunno come aggiornamento gratuito del software per iPad Air 2 e versioni successive, tutti i modelli di iPad Pro, iPad di quinta generazione e successivi e iPad mini 4 e successivi.


Questa versione di iPadOS, come accaduto lo scorso anno con iOS12, è focalizzata in modo particolare sulle prestazioni di sistema che vengono ulteriormente migliorate. Apple ha affermato che il FaceID sblocca il 30% più velocemente ed anche le app hanno dimensioni minori sia nel "peso" totale che per quanto riguarda gli aggiornamenti.

Con articoli dedicati abbiamo già auto una panoramica rapida sulle funzioni principali ed abbiamo visto come sia stata implementata la possibilità di utilizzare un mouse con puntatore.


Guardando la homescreen non possiamo che notare subito la possibilità di sfruttare maggiormente l'ampio display di un iPad per visualizzare anche la vista "Oggi", non rilegata più in una pagina a parte, in cui possiamo posizionare i nostri widget preferiti. Possiamo scegliere se fissare questa vista solo quando teniamo iPad in orizzontale, e solo sulla home principale. Se scegliamo di non fissarla possiamo richiamarla con uno swipe verso destra. In orizzontale la vista Oggi viene sovrapposta temporaneamente alla home.


FILE E SUPPORTO USB

Tra novità principali e non posso che citare l'ampliamento del supporto alla chiavette ed SSD USB che ora permettono un accesso completo, non solo alle foto. Supportati anche i server SMB. Possiamo quindi trasferire anche altri file e documenti. Una volta inserita una chiavetta basterà andare nell'applicazione File per accedere al contenuto.


Anche la stessa app File è stata rinnovata ed offre ora anche la visualizzazione a colonne (con ordinamento per nome, data, dimensioni, tipo e tag) e con anteprima per migliorare la ricerca dei file. Una volta selezionato un file, inoltre , abbiamo la possibilità di effettuare delle azioni rapide tra cui la conversione in PDF di un'immagine o di accedere rapidamente alla modifica. Presente anche la possibilità di comprimere e decomprimere file e ruotare contemporaneamente più immagini.

Possono essere create delle cartelle in locale (in cui possiamo mettere tutti i tipi di file che vogliamo), cartelle possono anche essere condivise tramite iCloud Drive e la ricerca viene facilitata da suggerimenti.


Selezionando una foto, invece, possiamo subito vedere tutti i relativi dati EXIF e metadata. Tenendo premuto su un file vengono mostrate una serie di azioni rapide con una grafica rinnovata.


MODALITA' DARK

Come su iOS 13, anche su iPadOS 13 arriva la modalità "scura" che consente di scurire tutti gli elementi dell'interfaccia utente oltre alle applicazioni di sistema. Questa modalità potrà essere anche implementata in applicazioni di terze parti.


La modalità scura può essere attivata sia tramite il Centro di Controllo, sotto allo slide della regolazione della luminosità, sia nel menu delle impostazioni dello schermo. Possiamo anche decidere di programmare il cambiamento del tema in base all'ora del giorno o scegliere un intervallo di tempo personalizzato


Ecco come vengono cambiate alcune applicazioni di sistema

BROWSER SAFARI

Safari è stato notevolmente migliorato ed è in grado ora di adattare al meglio le pagine al display di iPad e le ottimizza per l'utilizzo con il tocco. E' stato anche implementato un gestore di download ed è stata migliorata la gestione delle schede. Da tastiera sono disponibili anche 30 nuove scorciatoie ed i tab possono essere salvati come preferiti. Qualora si iniziasse a digitare l'indirizzo di un sito già aperto in un tab si verrà direttamente portati al tab in questione.


Per accedere rapidamente ad alcune funzioni è possibile cliccare le due A poste accanto alla barra degli indirizzi. Dal menù contestuale possiamo scegliere di mostrare la modalità di lettura, nascondere la barra degli strumenti, richiedere sito mobile o desktop (e viceversa) ed accedere alle impostazioni della pagina. Possiamo, ad esempio, scegliere di visualizzate una determinata pagina sempre in vista mobile o sempre in modalità di lettura e concedere o meno l'accesso a posizione, microfono e fotocamera.


Cambia anche il menù della opzioni quando temiamo cliccato su un link o su una foto: tra opzioni a nostra disposizione, oltre ad avere subito un'anteprima della pagina linkata, possiamo scegliere di aprire in un nuovo pannello, in una nuova finestra, di copiare, condividere o scaricare il contenuto collegato. E qui c'è ancora una novità. Arriva, infatti, un comodo download manager che raccoglierà tutti i file che scarichiamo da Safari. Per accedervi basta cliccare l'apposita icona in alto a destra.


Dalle impostazioni possiamo scegliere la posizione predefinita per il salvataggio dei file (iCloud, su iPad, su memoria esterna se collegata). Da qui possiamo anche decidere se attivare lo zoom della pagina, la versione desktop, la vista reader e l'accesso a posizione fotocamera e microfono automaticamente a tutti i siti web o meno.


Tra le altre funzioni di Safari abbiamo l'avviso di password debole quando si crea un nuovo account ed il Sign In with Apple ID che consente di accedere ad app e siti web utilizzando l'ID Apple senza necessità di compilazione di moduli o creazione di nuove password.

SPLIT VIEW E SLIDE OVER

La funzione Split View, consente ora di aprire una seconda applicazione su qualsiasi lato e possiamo anche affiancate una stessa applicazione di sistema ad altre app. Possiamo, ad esempio, tenere una mail aperta accanto a Pages ed una accanto a safari oppure una nota accanto ai promemoria ed una seconda o una terza nota aperta accanto ad un'altra app. Tramite la barra di sistema, simile a quella presente su iPhone possiamo rapidamente passare da un'applicazione o da una coppia di applicazioni ad un'altra.


Per quanto riguarda Slide Over, funzione che permette di sovrapporre una seconda app ad una o a due applicazioni già in esecuzione, abbiamo ora la possibilità di richiamare più applicazioni scegliendole tramite un'apposita barra di sistema. Ovviamente possiamo spostare liberamente le app da una parte all'altra dello schermo oppure decidere se ingrandirla accanto all'app in esecuzione. Tenendo premuto su un'icona della dock è possibile vedere le finestre i cui l'app è aperta (Exposé). Per aprire una nuova finestra è anche possibile trascinare un link di Safari, una mail o un indirizzo per mappe.


APPLE PENCIL

Con iPadOS migliorano innanzitutto le prestazioni della Apple Pencil (seconda generazione) che grazie a nuovi algoritmi di previsione ha ora ha una latenza che scende a soli 9ms contro i precedenti 20ms.


Tramite Apple Pencil possiamo effettuare rapidamente degli screenshot tramite lo scorrimento della punta da uno degli angoli inferiori verso il centro. Possiamo anche scegliere se estendere lo screenshot a tutta la pagina (che verrà salvata in PDF) o solo alla selezione visualizzata.


La tavolozza da disegno è stata completamente ridisegnata e può essere ora anche ridotta ad icona (anche automaticamente) che possiamo liberamente spostare dove vogliamo. Oltre alle varie matite, penne ed evidenziatori c'è anche un righello per delle linee di precisone.


Restano ancora alcune limitazioni per l'uso dell'interfaccia con la Apple Pencil. Non possiamo, ad esempio, richiamare le app dalla dock, regolare la grandezza delle finestre in split view o muoverci tra le varie applicazioni tramite la barra di sistema.

GESTURE DI EDITING E TASTIERA

Con iPadOS 13 sono state introdotte delle nuove gesture per copiare ed incollare, rispettivamente un "pinch-in" ed un "pince-out" con tre dita. Facendo scorrere tre dita verso sinistra si può annullare l'operazione effettuata, verso destra per ripetere l'operazione.

Anche la selezione del testo è più semplice: basta puntare il dito ed effettuare la selezione trascinando. E' stata anche implementata una selezione intelligente del testo che consente di selezionare una parola con un doppio tap, una frase con un triplo tap ed un paragrafo con quattro tocchi consecutivi.


La tastiera è stata rivista: non è più possibile dividerla in due ma possiamo rimpicciolirla tramite un "pinch in" (e viceversa) e posizionarla liberamente sullo schermo. Altra novità riguarda l'integrazione della scrittura tramite scorrimento del dito.


E' ora possibile selezionare rapidamente file, email, cartelle toccando e trascinando con due dita.

Altra novità riguarda la possibilità di installare nuovi font, direttamente da App Store, che potranno essere utilizzati nelle varie applicazioni, sia di sistema che di terze parti (saranno disponibili font di Adobe, DynaComware, Monotype, Morisawa e Founder).


FOTO, VIDEO E GALLERIA FOTOGRAFICA

Novità per quanto riguarda l'editing delle foto che ora è possibile tramite una nuova interfaccia, più semplice ed intuitiva. In aggiunta alle foto, è stata aggiunta la possibilità di effettuare anche la modifica avanzata dei video. Possiamo ruotare, riflettere, modificare l'angolazione, ritagliare, eliminare l'audio e regolare luminosità, contrasto, esposizione, vignettatura e tanto altro.

Completamente rinnovata la galleria fotografica che ora è suddivisa in Foto, Per Te, Album e ricerca. Il tab Foto mostra tutte le foto ed i video in ordine cronologico e più essere ordinato anche per anno, mese e giorni. Possiamo anche scegliere la grandezza delle foto ed il rapporto di forma delle miniature. La libreria, inoltre, evidenzia le foto migliori nascondendo immagini simili per evitare confusione.


In "Per Te" ci sono gli album condivisi, i Ricordi, le foto in primo piano ed i suggerimenti di condivisione. Oltre alla ricerca libera, possiamo trovare rapidamente contenuti per luogo o categoria. Rinnovato anche il menù di condivisione che ci permette anche di scegliere se inviare o meno i dati di geolocalizzazione oppure se la foto deve essere "originale" o compressa.

ALTRO

Ma ci sono anche tanti altri "piccoli" cambiamenti che caratterizzano questa versione di iPadOS. Come su iOS 13, an che qui è ora possibile utilizzare le scorciatoie sulle icone applicazioni ed il "peek" in diversi contesti tra cui, ad esempio, le email per avere un'anteprima o, come detto, sui link in Safari.


In Mail sono stati inseriti alcuni strumenti di formattazione tra cui lo stile, la dimensione e il colore del carattere, l'allineamento, il testo indentato e sporgente e gli elenchi numerati e puntati. Tutto accessibile tramite un'icona posizionata sulla parte alta della tastiera.


Completamente rinnovata l'app "Promemoria" che in questa prima beta ancora non è completamente tradotta in italiano. La nuova interfaccia permette di creare ed organizzare facilmente le proprie attività grazie agli elenchi intelligenti ed alla barra degli strumenti rapida che consente di aggiungere date, orari, posizioni, flag, foto e altro. Ci sono, inoltre, anche i suggerimenti di SIRI.


L'applicazione "Comandi" diventa ora un'app di sistema e cambia il nome in Comandi Rapidi. Si rinnova l'interfaccia grazie all'aggiunta di un terzo tab Automatizzazione che permette di creare processi automatizzati sia per quanto riguarda i dispositivi domotici connessi all'app Casa, che su iPad. Nel corso degli ultimi mesi si è parlato del supporto ai tag NFC, fatto che non è stato menzionato durante il Keynote ma che pare essere stato implementato. All'interno delle variabili disponibili, infatti, ora è possibile scegliere di utilizzare un tag NFC per avviare un particolare processo di automatizzazione.


Grazie alla funzione "Sidecar", gli iPad possono diventare un secondo monitor per Mac. E' possibile sia estendere il desktop che duplicarlo, sia tramite cavo che in modalità wireless ad una distanza massima di 10 metri. Interessante anche la possibilità di disegnare direttamente su iPad utilizzando applicazioni Mac, inserire disegni usando Apple Pencil o editare un documento PDF.


App Store si appresta a ricevere il servizio Arcade accessibile tramite una piccola icona che prende il posto degli aggiornamenti, spostati in Account. Dalle impostazioni è possibile rimuovere il limite di 200MB di dati scaricabili per app sotto rete cellulare.


Effettuando una pressione prolungata sui toggle del Centro di Controllo ora si potrà di accedere ad una lista delle reti presenti nelle vicinanze o dei dispositivi Bluetooth associati, in modo da effettuare connessioni più rapide e immediate. Arriva anche la possibilità di accedere alle rispettive impostazioni direttamente da questa schermata. Per quanto riguarda AirDrop, invece, potremmo scegliere se essere visibili per tutti, solo i contatti o disattivare la funzione.


Ci sono delle novità anche in messaggi. Possiamo scegliere il nome ed una foto o una Memoji da mostrare ai nostri contatti, per una maggiore privacy. Sono stati aggiunti altri tre animali (topo, polpo e mucca) e sono state notevolmente aumentate le possibilità di personalizzazione con accessori e trucchi. Sono state inoltre integrate i Memoji Stickers direttamente nella tastiera Emoji e sono quindi utilizzabili in tutte le applicazioni.




Come su iOS 13, anche su iPadOS 13 c'è stato un rinnovamento dell'interfaccia di controllo del volume. Sparisce l'elemento intrusivo che da anni ostruiva lo schermo, in favore di uno slider molto più pratico e di dimensione variabile posizionato sulla parte alta dello schermo: con una prima pressione apparirà a piena grandezza, regolabile anche con il dito, riducendo il suo ingombro non appena verrà effettuata un'ulteriore interazione sui tasti.


C'è una novità anche in "Tempo di Utilizzo" che oltre ai grafici rinnovati ha anche una nuova voce, "Limitazioni comunicazioni", che limita l'accesso a chiamate FaceTime, messaggi ed AirDrop. Questa funzione prevede di consentire eventualmente le comunicazioni a tutti o ai soli contatti.


Come su iPhone, anche su iPad è ora possibile scegliere tra una vista "normale" ed una "zoom" con caratteri ed elementi grafici ingranditi. La funzione si trova in "Schermo e Luminosità"


"Trova il mio iPhone" e "Trova i miei amici" sono stati accorpati in una sola applicazione chiamata, semplicemente, "Trova". Le funzionalità sono bene o male le stesse che erano presenti nelle due applicazioni.


Decisamente interessante la possibilità di sfruttare il Bluetooth 5.0 per connettere contemporaneamente due paia di AirPods. Nel corso di alcuni test, tuttavia, sono anche riuscito a connettere un paio di AirPods contemporaneamente ad un seconda cuffia (sempre BT ma non AirPods) oppure ad uno speaker BT. Una volta connesse, tramite il centro di controllo, è possibile regolare i volumi in modo indipendente.


Il top gamma con il miglior rapporto qualità/prezzo? Asus ZenFone 6, in offerta oggi da ASUS eShop a 499 euro oppure da Unieuro a 559 euro.

337

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Vrss98

La trovo molto più curata, offre molte possibilità di personalizzazione (dai quaderni alla carta) e il tratto è veramente bello.

Simone

Ottimo ottimo update, proprio quello che serviva

Squak9000

???
chi e per cosa sposta 500gb di reti su una chiavetta?

Rocco Siffredi

Tutto evolve, anche le chiavette.
Prova a inviare 500 giga di dati con il cloud.
Con una 20 mega ci metti 3 mesi, con la fibra 30/3 ci metti 15 giorni, con la 100/10 ci metti 5 giorni.
Solo per caricare i dati, poi devi scaricarli.

Con una chiavetta ci metti 10 minuti.

Se questa è la differenza, ben venga la preistoria.

Andry

Non sarebbe una cattiva idea, ma resterei sempre limitato ad un uso esclusivamente da portatile.

Albi Veruari

Potresti sempre considerare i macbook air per rimanere in casa Apple se vuoi un desktop e spendere relativamente poco.

Luca Donella

Ti ci abitui subito e l'11 pollici ti sembrerà piccolissimo. usa però una custodia leggera o quella apple se no diventa troppo pesante.

Riccardo Torti

Allora prendi l'ipad... Ma come ti dicevo andava bene anche con ios 12... Comunque con l'aggiornamento sicuramente sarà un'esperienza d'uso leggermente più vicino a Windows / Android, per cui penso che ti troverai bene. Saluti

Andry

Ciao, come ho scritto in un altro commento, con il surface mi trovo molto bene ma non posso continuare ad usarlo come Pc principale per ovvie ragioni. Dato che windows lo utilizzerei gia nel prossimo PcDesktop mi piacerebbe differenziare le esperienze d'uso

Andry

Esattamente, sono interessato agli IpadPro da molto tempo ma per il prezzo eccessivo, in rapporto a ciò che veniva offerto, non ne ho mai acquistato uno; con questo aggiornamento ed un prezzo tutto sommato accettabile penso sia una buona scelta per ciò che mi serve. Il surface l ho utilizzato per 2 anni come Pc principale ma ora ho la necessità di un Desktop vero e proprio.

Pindol

la cosa più importante ovvero il multiutente non lo hanno ancora implementato, sono anni che lo aspetto su ipad

Albi Veruari

Se il surface non soddisfava le tue necessità ha senso passare altrimenti perchè dovresti (se non per curiosità). Comprando il surface cadi in piedi perchè sai già cosa ti offre e gli eventuali limiti. Comprando ipad fai un salto nel buio (magari è quello che cerchi però, chi lo sa).

Riccardo Torti

Se l'uso è limitato all'ultima riga bastava un ipad anche prima di questo aggiornamento.... Ma con un surface hai comunque molta più libertà di manovra. I due dispositivi erano e sono complementari.

SimoZ

perfetto, è la stessa tradotta :D la cosa che mi sta facendo desistere è il dover mettere manualmente ogni beta perchè da quanto ho capito non arriverebbo aggiornamenti ota non avendo installato il profilo dev... mi sa che aspetto la beta pubblica tra un mese .-.

conbodyact

Ho trovato e funziona new method how to install Ios 13 beta no error Windows user

SimoZ

Su questo sito c'è una guida per installare iOS 13 tramite windows senza essere developer: tuttoinformatico. com/mobile/ guida-installare-ios-13-senza-essere-sviluppatori-guida-per-windows/

GerryNap

Su tutti i dispositivi con iPadOs 13 ed iOS 13 quindi si

Andry

Ciaoo ti spiego meglio, 2 anni fa ho dovuto scegliere tra un IpadPro ed un SurfacePro 4. Ho scelto il secondo poichè a parità di prezzo non aveva tanto senso scegliere un tablet rispetto ad un "quasi" Pc. Ora non dico che questo aggiornamento possa cambiare radicalmente la natura di quello che resta comunque un tablet, però un lato piu da "pc" lo inserisce. Il mio dubbio risiede nello scegliere se continuare con un surface pro 6 nuovo oppure passare ad un IpadPro 10.5 risparmiando cmq un 200 euro. Uso multimedia, un'pò di photoshop e prettamente libri e appunti

Andre Sergio Da Rio

io ho la fibra a casa, ed è ancora lenta, tu cos'hai per il cloud?

Andre Sergio Da Rio

nella tua frase c'è un grave errore:

credevo che avresti PENSATO il contrario

lui non pensa apple, lui ama apple

Chirurgo Plastico

È stata gratis per 4 giorni

FedeJC12

avoglia, perché non dovrebbe?

Gaetano

Beh la risposta alla tua affermazione allora sta proprio sulla base della tecnologia, una cosa è adatta ad un utente piuttosto che ad un altro, in base alle esigenze che ognuno di noi ha e al grado di soddisfazione di quelle esigenze che un prodotto è in grado di dare. Non sto qui a spiegarti il mio uso, ma ovviamente non uso solo il surface pro, ma ho un mio pc che uso a casa, ma per il mio uso un iPad non potrebbe essermi di aiuto in mobilità al 100%

Simone

Sicuro che poi funzioni?

Andry

Ragazzi secondo voi dopo questo aggiornamento davvero corposo un IpadPro 10.5 256gb a 599 ne vale la pena ?

Ritornoalfuturo

Ora ci sono usb da 500gb e oltre ..
Che c'entra se é dal 2000 che esistono. Non ti seguo

Gabriele Cannarozzo

Ma la lettura di chiavette usb sarà
disponibile anche per iPad Air 2?
Sarebbe fantastico!!!!!

LordRed

La differenza è che con lui non esiste confronto. Ci sono altri tipi fan di apple con i quali si può discutere e trarne profitto. Lui invece va a senso unico, come parlare con un muro. Saluti! :)

Jezuuz

Ahh capito.. vabbè è la norma qua sul blog, non giudico perché con lui in particolare non mi è mai capitato niente

Callea

Appunto perché è molto succoso che credo ci voglia più tempo a fare un hand on esaustivo.

rsMkII

In generale ti do ragione! 300 euro per quello che offre nel mercato dei tablet lo rendono molto appetibile! Il problema nasce nel momento in cui, come me, spendi tanto per smartphone e computer (per lavoro) mentre il tablet lo usi davvero come strumento di basso livello, appunto in casi limite. Quindi va bene anche un tablet (lur1do eh, non dico che non lo sia!) da 100 euro come quelli Huawei! XD Sono tablet lentissimi ma la differenza di prezzo tra 100 e 300 non è piccola se consideri questo scenario di utilizzo! ;)
Se iniziassi col tempo a voler usarlo più sovente sicuramente, senza ombra di dubbio, il tuo discorso è assolutamente sensato! :)

SimOOne

Anche per una tipologia di utilizzo blandissimo conviene un iPad.
Il modello base lo si porta a casa nuovo con poco più di 300 euro.
Ed è un signor tablet che ti permette di fare tutto, magari non come i modelli Pro più potenti, ma non si discosta poi così tanto.

KenZen

iPad è un tablet avanzato. Il Mac è altra cosa. Oggi fai solo quello ma domani?
Ripeto: se ti serve un pc, iPad non va bene.
Saluti

Youngstown

e perchè scusa? visto che non faccio altro che utilizzare safari e la suite office, cosa cambia? Grafica non ne facccio se non leggera, in ogni caso esistono molti programmi per ipadOS in questo campo. Ha pure la penna, supporta il mouse, può avere la tastiera. So benissimo che un macpro è infinitamente più versatile e potente, ma costa anche molto di più

Squak9000

parliamo di elettronica.

le penseive sono preistoriche ormai.

Molti le usano ancora... ma parliamo di roba vecchia.

Uel che si usa da sempre e si userà è l'archiviazione di massa.

Prima su USB, domani su cloud.

LordRed

E aggiungo che giustamente lui ha il suo profilo nascosto ;-)

Squak9000
LordRed

Mi spiace ti abbia dato questa impressione, ma non me ne faccio giustamente un problema. Giusto per completezza ti dico che ho avuto varie discussioni con questo tizio, e ho constatato che è come parlare con un muro. Non ha mai mosso una critica per apple e non accetta che lo faccia qualcun altro. A un certo punto mi ha stancato, è già la seconda volta che insiste a voler parlare con me, quando gli ho già detto che la sua opinione non era gradita. Quindi ora anche se dice qualcosa di sensato (dopo varie discussioni) non ho più voglia di ascoltarlo.

SimOOne

Come mai quest'anno nessun "Hands on"?
Gli anni passati li facevate per qualsiasi aggiornamento Apple subito dopo il keynote.. Ora sono già passati due giorni e ancora nada.. Eppure, lato iPad, l'aggiornamento è bello succoso..

Jezuuz
Tommaso

Ho avuto surface pro e surface book 2.

Surface pro e book non hanno il digitalizzatore di Apple ne quello di Wacom. Dopo anni inizio ad essere sinceramente stufo di aspettare mamma MS che se ne esca con qualcosa di paragonabile; la tecnologia Ntrig non lo è. Se disegnate davvero ve ne rendete conto immediatamente.
Surface pro non ha un hardware paragonabile ad un book, nel senso che gli manca la scheda video dedicata che il book ha. Per un uso pro e "creativo" (scusa fa schifo anche a me sta parola) avere un digitalizzatore a penna E una scheda video dedicata vuol dire in un solo ambiente passare dallo sketch alla modellazione 3d in un attimo. Ed è una GRAN figata.

Adesso, con l'accoppiata macbook pro e ipad pro (spesa a parte) ho 2 dispositivi che lavorano insieme e non più in sequenza, il che giustifica (...) meglio la spesa per un ipad pro. Quando sono a casa e lavoro sul mio portatile diventa un secondo schermo E un digitalizzatore di altissima qualità; non solo quindi un dispositivo da divano (e/o tazza del cesso). L'accoppiata macbook-ipad diventa davvero interessante perchè lavorano insieme.
E poi in mobilità un ipad con mouse, tastiera e la capacità di interfacciarsi con sistemi di archiviazione esterna finalmente diventa un "quasi" laptop. Un bel passo avanti!

Peace and love

Callea

Lumafusion non ha nulla a che vedere con iMovie. È il top per editare video su iPad e incorpora molti strumenti professionali di un video editor.

Callea

Il top assoluto in ambito mobile è Lumafusion. Non c'è nulla di paragonabile.

CAIO MARIOZ

È in sviluppo

AC MILAN

Uno dei pochi misteri del mondo...lo puoi aggiungere tranquillamente alla lista

GabrielJ

Per il block ci sono estensioni safari da installare eh. Per il download, migliaia di siti online, basta cercare...

Gaetano

beh, non condivido che per rivaleggiare con un surface book ci vogliono 2 dispositivi Apple.
Surface book >>>>>>> ipadPro + Mac

Nuanda

No, ma era scontata questa cosa, addirittura si pensava che segavano l'Air2.....

Nuanda

No

AndreW

Si sa qualcosa di WhatsApp per iPad? Grazie

Apple, tutte le novità della WWDC 2019

Apple iPod Touch 2019 ufficiale: A10 Fusion, sino a 256GB e prezzi da 249 euro | Video

Huawei P30 vs Galaxy S10e vs iPhone XR: "tree is megl che uan" | Confronto foto

Apple iPad Air e Mini 2019: il nostro unboxing | VIDEO