Apple, pace con Qualcomm e sgambetto a Intel: assunto progettista modem 5G

29 Aprile 2019 23

Apple che fa la pace con Qualcomm e Intel che si ritira dal mercato dei modem 5G sono state le due notizie che hanno scosso il mercato (semi-dormiente, stando agli ultimi dati disponibili) degli smartphone. Che ci fosse un nesso tra le due cose era un’ipotesi più che plausibile, poi confermata dalla stessa società guidata da Bob Swan che, nel modo più sincero possibile, ha ammesso che l’accordo ha cambiato le carte in tavola e costretto l’azienda a rivedere le sue strategie. Ma, a quanto pare, Apple si era già preparata ad affrontare scenari futuri anticipando sentenze di tribunale o accordi di qualsivoglia natura con una mossa a sorpresa passata in sordina.

Si chiama Umashankar Thyagarajan, ed è un (ex) ingegnere che in Intel era stato nominato a capo del progetto per il chip XMM 8160, ovvero la soluzione 5G multimode destinata - in futuro - anche a iPhone. Lo scorso febbraio - guarda caso - Thyagarajan è stato assunto proprio da Apple, intenzionata a proteggersi le spalle in caso di mancato accordo con Qualcomm o di sconfitta in tribunale. In questo modo, Tim Cook & C. sono riusciti a compiere una doppia mossa sul mercato: da un lato hanno acquisito una figura di grande spessore esperta nel campo dei modem di nuova generazione, dall’altro hanno tolto know-how a una concorrente (seppure indiretta), di fatto estromettendola dal mercato.

Il chip Intel XMM 8160 5G

In questo modo, Apple può, sì, sfruttare l’accordo pluriennale con Qualcomm per la fornitura dei chip 5G, ma è anche in grado nel contempo di acquisire conoscenza per la realizzazione futura di un modem proprietario, così come già avviene con i processori. E, come detto, con il doppio risultato di eliminare un competitor come Intel. Del resto, che gli equilibri dovessero cambiare era già nell'aria: solo pochi giorni fa circolavano voci che volevano Apple interessata addirittura a rilevare l'intera divisione Intel che si occupa(va) dello sviluppo dei modem 5G.

Di sicuro, al momento, Thyagarajan sarà chiamato a lavorare a stretto contatto con Qualcomm per l’implementazione dei chip 5G che saranno installati all’interno degli iPhone di prossima generazione. I primi risultati tangibili, però, si vedranno solamente nel 2020.


23

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Vash

Concordo, ma qui non è una start up

StadiaPlus

Per i piccoli invece è: se non puoi batterli, fatti acquisire. Non è raro per aziende grosse nella Silicon Valley comprare start-up che vengono lanciate su TechCrunch e la proposta è quasi sempre qualcosa del genere: "avete due scelte: o accettate i nostri soldi, oppure noi creiamo una applicazione competitor simile alla vostra e vi distruggiamo".

Yafusata

E se cominciassero a piazzare indiani pure in qualche municipalizzata italiana?
Magari funzionerebbe qualcosa...

StadiaPlus

La potenza degli indiani! Apple deve imparare a conoscerla!

CAIO MARIOZ

Infatti Apple non ha comprato e stipulato alcun accordo con Imagination Technologies quando ha deciso di farsi le GPU in casa

Invece per il chip di gestione energetica ha fatto un accordo con Dialog acquisendo brevetti e parte del personale

Ogni storia è a sé

Andrej Peribar

Certo.
Bisognerebbe essere davvero all'interno per capire di quanto margine si può disporre senza violare qualcosa di qualitativamente pari a Qualcomm.
Dopotutto Intel non è l'ultima arrivata nel settore e ha avuto problemi.

Per la seconda parte del commento dovrebbe essere lapalissiano che non è detto convenga farsi tutto in casa.

Apple sulla carta potrebbe comprarsi tutta l'azienda X.

Ma nella realtà non funziona così.
Potersi comprare qualcosa non è detto che conviene farlo.

Max

Verissimo.
Però come si vede ci sono altre soluzioni (vedasi Samsung e Huawei), quindi è credibile che si possa fare.
Come ho detto altre volte, ma qui parlare di Apple è impossibile senza vedere sfigati che vomitano bile in ogni articolo, secondo me Apple è ancora nella fase in cui non ha deciso se conviene economicamente produrre in casa oppure no. Apple non vende ad altri. Quindi non tutto conviene farselo in casa (dal punto di vista economico).

LucaS888

"da un lato hanno acquisito una figura di grande spessore esperta nel campo dei modem di nuova generazione, dall’altro hanno tolto know-how a una concorrente (seppure indiretta), di fatto estromettendola dal mercato."

Dubito basti togliere una persona per estromettere un'azienda dal mercato, se così fosse sarebbe segno di una pessima organizzazione.
Anche perchè la "vita" può escludere 1 persona da un momento all'altro senza mezze misure nè possibili "ripensamenti".

Max

L’articolo riporta in modo errato alcuni rumors...

Marco
Vash

La solita solfa, se non puoi batterli, comprateli….. è da eoni che si fa cosi

Andrej Peribar

Tanto il problema "vero" sembrano i brevetti di Qualcomm.

Non tanto creare i chip.
Ma non violare tecnologia proprietaria.

Max

Apple non ha comprato nulla... Apple come spesso fa in ogni campo ha assunto un esperto. Punto.

Max

Fantascienza... La realtà molto più plausibile è che Apple ha visto, in molti mesi, che Intel non riusciva a produrre una soluzione 5G accettabile, quindi ha deciso la doppia strada: intanto mi tutelo con Qualcomm, e parallelamente prendo ciò che di buono aveva Intel per sviluppare in casa una soluzione.

Poi attenzione: non è detto che Apple produrrà un modem proprio. Non è detto che non sia più “economico” continuare a comprare da Samsung e Qualcomm. Però un esperto che integri il modem all’interno del progetto iphone serviva comunque.

T. P.

beh a quei livelli, il tipo di contratto non credo permetta passaggi del genere senza il consenso di tutte le parti...

Marco

Apple ha comprato la divisione 5G di Intel o ha assunto solo Thyagarajan? Una sola persona ha un peso così importante da spostare talmente gli equilibri come scritto in questo articolo? Ma chi è Bonucci? Certo che l'umorismo non vi manca... Ahah

Yafusata

Quindi pure lei era d'accordo!

Yafusata

La potenza di un solo (impronunciabile) uomo!

Zeronegativo

la legge del più forte, intel non si è mai fatta scrupolo di "sgambettare" la concorrenza. ora assaggia la sua stessa medicina.

makeka94

Lol

piervittorio

Intel venderá la divisione modem, e guadagnerá una montagna di soldi anche lí, dato che per colossi come Broadcom (che stava comprandosi Qualcomm, prima che Trump gli bloccasse l'operazione...) la possibilitá di entrare nel mercato dei modem é ghiotta.

T. P.

penso che la cosa fosse concordata con intel...
in fondo, a loro hanno tolto il peso del suo stipendio per un figura a cui ora non sono più interessati...

lore_rock

Apple rischia di farsi grossi nemici peggio della Microsoft degli anni 90/2000

MacOS Catalina disponibile al download: ecco cosa ha cambiato Apple | Video

Recensione iPhone 11 Pro: una conferma ma 64GB base non bastano

Apple iPhone 11: live batteria (3.100mAh) | Fine ore 21.20

Apple iPhone 11 Pro: live batteria (3.046mAh) | Fine ore 20.13