Apple Arcade: oltre 100 giochi esclusivi in abbonamento da questo autunno

25 Marzo 2019 187

Apple Arcade è il primo servizio in abbonamento di videogiochi per mobile, desktop e TV. Così la società di Cupertino alza il sipario sul nuovo servizio dell'App Store nel corso dell'evento "Inizia lo spettacolo", in svolgimento adesso allo Steve Jobs Theatre (QUI la diretta con i nostri commenti). L'idea è, come su Netflix o sul recentissimo Apple News+, di offrire un catalogo di giochi completi a un prezzo fisso mensile, senza "sorprese" come acquisti in-app e annunci pubblicitari.

L'App Store, osserva Apple, è la piattaforma di giochi mobile più vasta al mondo. Oltre 1 miliardo di utenti hanno scaricato un videogioco da lì, e al momento ci sono oltre 300.000 giochi a disposizione. Apple annovera tra i partner brand come LEGO, SEGA e Konami; menzionati anche Hironobu Sakaguchi, creatore di Final Fantasy; Ken Wong di Monument Valley; e Will Wright, uno dei fondatori delle serie Sim City e The Sims. I giochi su Apple Arcade saranno tutti esclusivi: non si troveranno su altre piattaforme mobile o desktop. Apple lavora a stretto contatto con gli sviluppatori, e contribuisce anche finanziariamente al loro sviluppo.

Apple Arcade garantirà all'utente la possibilità di giocare da qualsiasi dispositivo Apple (iPhone, iPad, Mac, Apple TV) collegato al proprio account - inclusa naturalmente la sincronizzazione dei progressi su cloud. Non saranno ammessi, Apple ribadisce, annunci pubblicitari e acquisti in-app a pagamento; gli sviluppatori non potranno raccogliere alcun dato privato sugli abbonati; e tutti i giochi si dovranno scaricare offline, in modo da essere sempre accessibili a prescindere dalla presenza o meno di connettività di rete. Apple promette che i giochi saranno regolarmente aggiornati, sia a livello tecnico/qualitativo sia come contenuto aggiuntivo. Anche qui, tutto compreso nel prezzo.

Apple Arcade partirà con un catalogo iniziale di 100 titoli, tutti nuovi ed esclusivi, e continuerà a essere espanso con il tempo. Arriverà in autunno in oltre 150 paesi; sarà in una nuova sezione di App Store per macOS, iOS e tvOS. I prezzi non sono stati annunciati.

COMUNICATO STAMPA
Cupertino, California — Apple ha presentato oggi Apple Arcade, un servizio di gaming su abbonamento che offrirà oltre 100 nuovi giochi, fra cui creazioni originali di Hironobu Sakaguchi, Ken Wong, Will Wright e decine di altri celebri autori. Apple Arcade cambierà le regole del gioco con titoli adatti a tutte le età e scelti per la qualità, l’originalità e la creatività dei contenuti. Sarà un servizio all-you-can-play: si potranno provare tutti i titoli della collezione e giocare senza limiti, senza pubblicità né tracking dell’utente, senza acquisti in-app, e nel rispetto della privacy dei giocatori.
Con quasi 300.000 giochi gratuiti e a pagamento, l’App Store è la piattaforma di gaming più attiva e amata al mondo. I giochi gratuiti, finanziati da pubblicità o acquisti in-app, sono apprezzati da centinaia di milioni di utenti in tutto il mondo. Quelli a pagamento sono spesso accolti con entusiasmo dalla critica e dai gamer che li hanno provati, ma faticano a competere con i giochi gratuiti; per questo anche i titoli migliori raggiungono solo un pubblico più ristretto. Grazie alla semplicità di un unico abbonamento, Apple Arcade permetterà anche a questo tipo di giochi di arrivare a più di un miliardo di gamer sull’App Store. Apple Arcade è il naturale completamento dell’apprezzatissimo catalogo di giochi gratuiti dell’App Store, e farà di iOS la piattaforma ideale per gamer di ogni età.
Apple non si limita a selezionare attentamente i titoli di Apple Arcade, ma contribuisce ai costi di sviluppo e lavora a stretto contatto con gli autori per fare in modo che li realizzino. I giochi di Apple Arcade, creati da alcuni degli sviluppatori più apprezzati al mondo, propongono storie coinvolgenti e gameplay incredibilmente divertenti, con grafiche e musiche originali che catturano la fantasia. Il servizio offrirà giochi di Annapurna Interactive, Bossa Studios, Cartoon Network, Finji, Giant Squid, KleiEntertainment, Konami, LEGO, MistwalkerCorporation, SEGA, Snowman, ustwo e decine di altri sviluppatori.
“L’App Store è la piattaforma più grande e amata al mondo per i videogame. Ora con Apple Arcade, il primo servizio di gaming in abbonamento per dispositivi mobili, computer desktop e televisori, i giochi faranno un salto di qualità” ha dichiarato Phil Schiller, Senior Vice President of Worldwide Marketing di Apple. “Insieme ad alcuni degli sviluppatori più innovativi al mondo, stiamo lavorando alla creazione di oltre 100 giochi originali per iPhone, iPad, Mac e Apple TV. I giochi di Apple Arcade saranno adatti alle famiglie e rispetteranno la privacy degli utenti, senza pubblicità e senza acquisti in-app. Crediamo che Apple Arcade sarà accolto con entusiasmo dai gamer di ogni età.”
Apple Arcade introdurrà una modalità di accesso innovativa ad una selezione di nuovi giochi che non saranno disponibili su altre piattaforme mobili o altri servizi a pagamento: anziché pagare i singoli titoli, un unico abbonamento darà ai giocatori la possibilità di provare qualsiasi gioco nel servizio senza rischi. Dal momento che ogni gioco include l'accesso all'esperienza completa, incluse tutte le feature, i contenuti e futuri aggiornamenti del gioco, non saranno necessari ulteriori acquisti. Ogni gioco sarà fruibile anche offline e molti giochi offriranno il supporto per controller di gioco. Dal momento che gli abbonati potranno giocare i giochi di Apple Arcade su iPhone, iPad, Mac e Apple TV, se cambiano dispositivo potranno riprendere la partita dal punto esatto in cui era stata interrotta. E il catalogo dei giochi verrà aggiornato periodicamente con nuovi titoli.
Apple Arcade arriverà questo autunno in oltre 150 Paesi e sarà disponibile in una nuova sezione dell’App Store su iOS, macOS e tvOS.Gli sviluppatori che vogliono candidarsi per Apple Arcade possono visitare la pagina developer.apple.com/apple-arcade.
Con l’App Store, Apple ha dato il via al fenomeno mondiale delle app e ha rivoluzionato il modo di lavorare, comunicare, imparare e giocare. L’App Store è il motore dell’app economy e ha fatto guadagnare 120 miliardi di dollari agli sviluppatori. Oggi l’App Store è il marketplace più sicuro e attivo al mondo, con oltre mezzo miliardo di visitatori alla settimana. Privacy, sicurezza, qualità e selezione sono i valori portanti dell’App Store. Per poter comparire sull’App Store, le app e i successivi aggiornamenti devono rispettare le severe linee guida di Apple. E tutti i giorni vengono pubblicati contenuti editoriali e raccolte curate da esperti del settore per aiutare gli utenti a scoprire nuove app. L’App Store è in assoluto il posto migliore per esplorare il mondo delle app, ed è disponibile su iPhone, iPad, Mac, Apple Watch, Apple TV e iMessage.

187

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
tulipanonero1990

Che sono quelli che hanno macinato miliardi

gianni polini

Microsoft dovrebbe unire xbox e pc e lanciare un unica piattaforma game.

L'utente potrebbe quindi scegliere se assemblarsi un pc, comprarne uno già pronto, oppure prendere un assemblato con form factor xbox (prodotto da ms) oppure un assemblato con form factor console, ma di altre case.

Inoltre avrebbe lo streaming games online e magari anche il pc online, senza bisogno di comprarlo (solo tastiera mouse e monitor)

Nalin

Anche la futura piattaforma Ms necessiterà di connessioni veloci, ciò che differenzierà Ms e Sony da Google, Apple e magari in futuro Amazon, è il fatto che hanno un parco titoli di spessore ormai riconosciuto rispetto ai nuovi concorrenti.

Tizio Caio

Per come erano fatte le cose, si erano convenienti. Ora non più, o meglio non lo saranno sul lungo termine perché il prossimo anno usciranno ps5 e xbox two (o quello che sarà) e la gente sarà ancora un po' scettica a passare ai giochi in streaming (vuoi un po' anche per la connessione anche se nel 2020 tutta italia sarà cablata almeno a 30 mbit) ma dopo poco la potenza delle console sarà ampiamente superata, e se si viene a creare una community di sviluppatori che non si preoccupa di implementare una novità per colpa delle risorse limitate, beh... google vincerà a mani basse. Ovviamente non tutto si baserà sulla mera potenza erogata, ci saranno anche i servizi che offrirà la piattaforma e anche su questo, al momento, google è in vantaggio

Antonio Mariani

considerato anche come talvolta proprio per la natura 'padellona' dei telefoni fullscreen i controlli vanno posizionati bene...per esempio, un telefono attuale è paragonabile ad una vecchia psp per dimensione schermo. Però prova a paragonarli per ergonomicità e precisione dei controlli...non c'è paragone. Anche perchè un fullscreen è per certi aspetti più scomodo anche di un vecchio telefono coi cornicioni in certi contesti

ErCipolla

Con i "padelloni" che girano la dimensione magari non è un grosso problema. Ma i controlli sono un'altra questione, perché influenzano fin dal giorno zero il tipo di gioco che sviluppi. Se parti con l'idea che supporti il touch sai che a prescindere certi tipi di giochi non puoi farli senza renderli inutilizzabili.

csharpino

Tu invece vedo che leggi gli articoli....

efremis

Certo, alla fin fine è ancora da capire tutto. Come dici tu e dai rumori, in effetti sembrerebbe che il prossimo iPod Touch sia pensato in ambito gaming. 9,9 euro al mese per dei giochi (di cui soprattutto mobili da quel che mi sembra di capire) sono tanti. Però diciamo che l'auspicio, in generale, sia che, considerato l'hardware in espansione velocissimo ma mal sfruttato attualmente nei videogiochi (mi fanno quasi ridere i telefoni gaming), questo, considerato anche il prezzo alto, forse potrebbe essere una di quelle spinte concrete per far fare il salto qualità anche in ambito mobile (forse).

Bob Malo
ghost

Resta il fatto che per le console può avere senso tanto nel giro di poco vanno giù di prezzo e con una spesa relativamente bassa hai tutto il parco giochi. In questo caso bisogna capire se vogliono mettere limiti software per farti cambiare telefono e comunque investire in un iphone solo per giocare ha poco senso; avrebbe senso e verrebbe molto rivalutato il nuovo ipod che diventerebbe a tutti gli effetti una console. 9,9 euro al mese restano tanti in ambito videogiochi

efremis

Esatto, proprio per quello che sono curioso di capire se questo cambierà qualcosa viste le promesse di esclusive e maggiore qualità. Magari no, però l'intento dovrebbe essere quello.

ghost

Gli unici contenuti di qualità che ho visto su Smartphone sono le conversioni di alcuni giochi pc e qualche perla veramente rara negli anni ma in rapporto al totale sono veramente pochi

Emiliano Frangella

-_-
Molto meglio realracing che i plus osannati grid....

efremis

Anch'io, però mi piace anche l'idea di un qualcosa di flat senza pubblicità, freemium, pay ti win e contenuti di qualità se supportati da un costo (se giusto). Poi nello specifico, sono più interessato al gaming casalingo che mobile. Però forse, e dico forse, per i motivi sopra, qualcosa migliorerà come qualità.

gianni polini

Non dovevano regalarlo, ma penso si in ogni caso costoso.

Penso che Microsoft possa fare molto.

gianni polini

Vedo che te ne intendi

Antonio Mariani

anche l'evoluzione lato hardware degli utlimi anni. Monkey island è un'avventura grafica, in teoria su uno schermo touch sono ancora più competitivi

Antonio Mariani

vorrà dire che quando si 'aprirà' il mercato del gaming su mobile sarà cresciuto abbastanza. Per il resto hai ragione, per ora parlare di gaming su smartphone lascia il tempo che trova. Già solo la dimensione dello schermo per dirne una

daniele

Ehm no nn lo è, su iPhone i servizi fanno schifo (es mappe) ma nulla ti vieta di installare gmaps e tutti gli altri servizi quindi il discorso consolle nn regge

Darkat

Un servizio che serve a poco, le piattaforme citate hanno tutte hardware e potenza di calcolo differenti, quindi sarà abbastanza difficile garantire "continuità" di esperienza, così come vorrebbe poi fare Google. Quindi offrono semplicemente i casual game per smartphone su tutte le loro piattaforme a un prezzo mensile, sicuramente tanti lo faranno ma quanti?

ErCipolla

Stadia non devi usare il suo, ma allora devi usare o uno di terze parti o mouse e tastiera. Di certo non ti metti a giocare ad assassin's Creed su un touch screen no?

È quello che ho risposto anche agli altri che hanno fatto questo stesso commento: se la piattaforma non nasce con i controlli fisici non vai distante, perché le grosse case non investono per vendere allo 0.1% dell'utenza. Se la nuova Apple tv esce con controller incluso è un altro discorso, io parlo in generale dei giochi "mobile"

ErCipolla

Ma switch nasce col controller. Per i telefoni è un accessorio. E nessuna grossa casa di sviluppo investe in titoli "di spessore" che richiedono un accessorio che possiede un utente su mille se è tanto, sta tutto li il problema

Depas

Play store era già concorrente dell’app store.
Apple arcade per ora non ha concorrenti

Johnny

Questo non la rende, di fatto, una concorrente?...

E K

Mouse e tastiera!

E K

Apple, la piú grossa piattaforma di casual-games del mondo!!!

ps. per i giochi veri andare dove ci sono le finestre.

Depas

Embe?

Fiore97

intendo senza i comandi touch,con un pad

NaXter24R

Perchè nessuno dipende solo dai suoi contenuti

FuckingIdUser
Johnny

Di chi credi che sia Android?

pietro

infatti, in generale reputo il passo "obbligato". Solo che ripeto, lo vedo un valore aggiunto per chi ha già un dispositivo apple più che un servizio che ti spinga all'acquisto. Francamente assieme ad un servizio del genere mi sarei aspettato un nuovo ipod touch a fare da console portatile apple "economica"

Io267

Certo, parlavo del multiplayer riferito al presente, prima dell’online credo che chiunque abbia scambiato/preso in prestito un gioco da almeno un amico

LucaS888

Cosa significa "chi vuole giocare per bene" ?
Forse non vi è chiaro che in tutto il mondo gli hardcore gamers sono solo una (piccola) porzione di giocatori.

Tanti considerano il "giocare" come quello che è da sempre.
Divertimento e passatempo, e puoi divertirti e passare il tempo sia con un gioco hardcore sia con un tetris qualunque.

Alla fine per vendere un gioco serve solo 1 cosa.
Farlo giocare e quindi "desiderare" da più persone possibili, e non è detto che il modo migliore si quello di creare un titolo complicatissimo giocabile solo con mouse e tastiere gaming, o con la capacità di battitura tasti pari a quella di una dattilografa, anzi. ;)

LucaS888

Va detto che oggi le piattaforme mobile sono numericamente quelle più utilizzate nel gioco, quindi non è un discorso tanto assurdo.

LucaS888

su apple tv ci giochi con un controller.
e teoricamente puoi farlo anche su iphone e ipad

Non penso sia considerabile come un problema l'assenza di base di un controller.
Anche Stadia non so se ti obbligherà all'acquisto del controller google.

LucaS888

Fossi al posto di apple conterei i soldi e passerei il tempo a spenderli.

LucaS888

E' sempre stato così dagli albori delle console, all'epoca non per il multiplayer ma per scambiarsi i giochi tra amici.

LucaS888

Se parli di nicchie di decine di milioni di utenti parli di vagonate di soldi.
Perchè mai io dovrei rinunciare a quei soldi per permettere al TUO servizio di diventare unico e globale ?

Perchè Disney dovrebbe rinunciare al proprio servizio di streaming e a guadagni TOTALI per darne una parte a Netflix ?

LucaS888

Pensa che ci sono sc3mi che su console comprano gli stessi giochi mobile pagandoli di più.

LucaS888

Questa è una stupidaggine, se fai servizi per vendere hardware, se i servizi fanno schifo non vendi neanche l'hardware.
Console di successo con giochi schifosi non ne ricordo.

LucaS888

Non mi pare che sia quella l'idea.
E' stato detto che se oggi prendono piede i giochi in-app è perchè gli utenti ci giocano "gratuitamente" all'inizio e poi se si divertono ci spendono.
Questo tarpa le ali ai giochi tradizionali, anche con le demo (cmq presenti solo in alcuni casi e magari troppo limitate) dato che appunto l'utente paga a prescindere e le recensioni cmq o non le legge o non è detto che possano rappresentare il suo modo di approcciarsi al gioco.

Ergo con x euro tu provi COMPLETAMENTE quei giochi, e quelli che ti piacciono puoi tranquillamente comprarli, anche se la cosa è poco sensata se mantiene il servizio continuamente attivo.

Alla fine è l'approccio che una volta millantavano coloro che piratavano giochi, "uso il gioco pirata ma se mi piace poi lo compro", ma almeno qui la cosa è legale.

ghost

Se permettono entrambe le strade per me va bene ma sembrava solo esclusiva e solo abbonamento, vedremo...

Nalin

1) Per la piattaforma di Google questo problema sembrava sparito nel nulla
2) Niente di nuovo, hanno sempre legato tutto ai loro prodotti. Per me sarebbe meglio espanderlo ad altre piattaforme almeno se si cambia device loro non perdono soldi nell'abbonamento che rimane
3) Dovevano regalarlo?

Felk

Hai detto bene... Valeva.
Google avrà come partner sicuramente Ubisoft, che da sola vale 20 volte Rovio.

Fiore97

infatti per questo ho scirtto open console dalla cina con android sopra

makeka94

Bisogna aspettare del tempo prima di dare giudizi, se mi è concesso dare comunque una prima impressione i nuovi servizi non mi sembrano ne "granchè" ne nulla di nuovo. Sono comunque fiducioso in un miglioramento in pieno stile apple

Ansem The Seeker Of Darkness

Se uno vuole giocare in mobilità prende android e gioca con gli emulatori del gba :D

Luca Bardella

potrebbe comunque essere un modo, magari implementabile anche da altri (google) per arginare il fenomeno degli acquisti in app

daniele

Dipende dal concetto di controller... Switch ha i tasti a fianco della console e ha avuto un successo senza senso... E' pieno di controller cosi per iPhone

Apple iPad Air e Mini 2019: il nostro unboxing | VIDEO

Recensione Apple iPad Pro 12.9 (2018): può essere il tuo computer?

Apple iPhone XR: recensione e confronto con iPhone X ed iPhone XS Max

MacBook Air risorge: è tutto nuovo e con Retina Display da 13,3" | Prezzi Italia