Apple svelerà in primavera il servizio video per sfidare Netflix | Rumor

14 Febbraio 2019 159

Apple, nel corso della prossima primavera, potrebbe lanciare diverse novità sia sul fronte dei dispositivi hardware, sia su quello dei servizi. Non solo quello di news a pagamento, oggetto del recente report di Buzzfeed, ma anche il più volte citato servizio video in abbonamento che potrebbe fare concorrenza ai colossi dello streaming a partire da Netflix. Le indiscrezioni al riguardo vanno avanti da diversi mesi, ma sono state rilanciate nelle scorse ore da una molteplicità di fonti qualificate che, seppur fornendo informazioni non completamente coincidenti, convergono sull'ipotesi dell'imminente presentazione del servizio.

Bloomberg e The Hollywood Report indicano l'evento del 25 marzo prossimo (ancora da confermare in via ufficiale) quello scelto da Apple per sollevare il sipario sul servizio, mentre Reuters sposta la data genericamente ad aprile. Secondo le prime due fonti, Apple avrebbe invitato una serie di celebrità di Hollywood a prendere parte alla presentazione: si fanno i nomi di Jennifer Aniston, Reese Witherspoon, Jennifer Garner e del regista JJ Abrams.

Nella sostanza, il servizio viene descritto come simile a quello offerto da Netflix e Amazon Prime Video, sarà molto probabilmente fruibile tramite Apple TV, iPhone e iPad, ma non si può escludere a priori che la casa di Cupertino permetta di accedervi anche tramite dispositivi di terze parti per espandere la base di utenti. I contenuti comprenderanno film e spettacoli TV acquistati o finanziati direttamente da Apple. Mancano indicazioni più dettagliate sul prezzo del canone periodico: Bloomberg si limita a sottolineare che per l'introduzione del servizio a pagamento sarà necessario attendere l'estate prossima (si potrebbe quindi ipotizzare una presentazione a fine marzo e un'attivazione effettiva nei mesi successivi).

C'è un ultimo dettaglio riportato dalle fonti: alcuni fornitori di contenuti video non sarebbero soddisfatti della quota degli introiti generati dal servizio che Apple tratterrebbe per sé. Si tratta di lamentele simili a quelle manifestate da giornali e riviste in relazione al servizio a pagamento di Apple News, trattate nel report del The Wall Street Journal | Apple News: basse royalties per la versione premium, giornali e riviste protestano |. Perché Apple stia spingendo così tanto sui servizi è facile da intuire: a fronte di un'attività che per molti anni ha retto i bilanci dell'azienda e che ora mostra segni di flessione, la casa di Cupertino cerca nuove fonti di reddito - nell'ultimo trimestre fiscale sono stati i servizi a generare un fatturato record a fronte di una contrazione delle vendite degli iPhone.

Zero compromessi al miglior prezzo?? Samsung Galaxy S10 Plus, in offerta oggi da Gaming Pro a 649 euro oppure da ePrice a 775 euro.

159

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
sagitt

ma che deve aggiungerlo apple ahahah
è di google il servizio, decide lei quali servizi aggiungere. al massimo apple può dare assistenza.

daniele

Air che? No deve aggiungerlo apple

Marco Semeraro

Perché Oprah Winfrey?

sagitt

Su google home deve aggiungerlo google mica apple... uso apple music su chromecast tramite aircast

daniele

Google home e chromecast sono tra i dispositivi più venduti al mondo vedi un po' tu

Max

Sei ottimista... io guarderò con curiosità ma in famiglia Netflix è radicato (ed abbiamo anche Amazon Prime ), quindi prima di fare il salto aspetterò

KenZen

cvd... ahahahahhahahahah

ThisWarOfMine

Scusa rompiballe era riferito non solo a lui ma anche a te. Ma che azz centri in questa conversazione? Sparisci povera formica

KenZen

Si... viene sempre definito "rompiballe" chi non riusciamo a replicare perchè sappiamo che ha ragione :D
Saluti

ThisWarOfMine

Non sai quanto rompe le balle quel max quando si deve si fa

KenZen

Come si diventa volgari e banali quando arriva qualcuno che ci mette a tacere eh... ahahahahahahahah
Saluti

sagitt

Scusami, fonte che non arriverà? Fonte che avrà solo caxxate?

M0ngolo h4ter e pure incomp3tente

sagitt
Bastian Contrario

Quello lo dò per scontato, ma il gap è colmabile in un anno.

Tony
Tony

il solito avvocatino che fa a finta di sapere tutto sa tutto... ma sa tutto solo di apple = mela sfigato, qualsiasi cosa quel cancro della tua azienda del cuore mi installi sul mio tv la disinstallo subito va meglio? ho dovuto fare il jb sull'ipad per vedere i miei video in rete perche tra tra quel cancro di itunes e quella m3rda di plex alla fine ho messo kodi e almeno adesso funziona... SFIAGATO!

Mario&Luigi

Sarà compresso, altro che compreso ahahahaha

romeop

mi viene da ridere

ThisWarOfMine

I tuoi non hanno proprio
Sei solo un bastardino trovato in giro LOL

Lokotto

E' fatta benissimo.
Sembra che dica veramente MAGIC!

Lokotto

Questa posso usarla pure io come scusa? :D

Lokotto

Per cosi' poco? Grazie!

sagitt

buono per Apple ma sono tutti servizi USA ONLY come anche news che non vedremo mai in italia...

Mario&Luigi

Infatti, è questo il problema. Il fatto che i cataloghi stiano diventando talmente tanti e variegati come le app per la musica. Solo che mentre le app per la musica differiscono per artisti minori o qualche album in anteprima per qualche mese qui stiamo parlando di frammentazione completa del parco titoli video. Cosa che in Italia è già frammentata con 5 servizi major (Netflix, Amazon, TIMVISION, Mediaset e Sky)

daniele

E un servizio, e per definizione se non raggiunge tutti che servizio è? Mediocre

sagitt

Dici poco e nulla, apple music è già open su quel profilo e sta iniziando a diffondersi

daniele

E dici poco

Venom®
daniele

Mozzata come sempre

daniele

Eccola la, dopo huawei video

DeeoK

Di questo passo praticamente qualunque servizio avrà solo prodotti originali più una manciata di titoli. Mi aspetto una nuova era per la pirateria.

Nalin

Spendere di più non vuol dire che in automatico questi 320 ml si fionderanno sul servizio tv. Moltissime serie e film non ci saranno mai visto che appartengono ad altre aziende che già hanno il loro servizio di streaming.

Nalin

Questa gif è sempre epica :D

Max

I tuoi hanno anche figli normali ?

Max

Io, il fanboy, invece dubito che inizialmente possano essere competitivi con Netflix

parittimo

E già fa ridere così.

Max

Effettivamente si.

Mario&Luigi

Ahahahahah solito commento. Metà catalogo ? Con quello che ho scritto sopra se ha 1/3 è già tanto. Intanto Netflix e Amazon sono di sicuro avanti, che tu voglia ammetterlo oppure no. Persino Disney parte più avvantaggiata dato che ha un parco titolo amplissimo

mruser2

Analisti power https://uploads.disquscdn.c...

Claudio

deve ancora uscire e gia ti fà male il cuIo? rilassati

Peppol

Secondo me sarà compreso nel prezzo di apply music

Lokotto

Hey! E la mia AppleTV?! Cosa me ne faccio?

Lokotto

Ovvio :D

Lokotto

Cosi' si fa!

Lokotto

Esatto!!! Proprio quello intendevo! ahahahah

Desmond Hume

Potresti tranquillamente abbonarti un mese per volta così ti guardi pian piano tutti i cataloghi.

Desmond Hume

E si potrà telecomandare solo da un apple watch così compri pure quello.

Desmond Hume

Nel senso che hai aspettato fin'ora per trovare un senso a tale acquisto. In quel caso ti capisco.

Desmond Hume

Beh se è vero tra Apple e Disney per Netflix sarà un bel grattacapo.

MacOS Catalina disponibile al download: ecco cosa ha cambiato Apple | Video

Recensione iPhone 11 Pro: una conferma ma 64GB base non bastano

Apple iPhone 11: live batteria (3.100mAh) | Fine ore 21.20

Apple iPhone 11 Pro: live batteria (3.046mAh) | Fine ore 20.13