iMac: i primi 20 anni del computer che ha salvato Apple

07 Maggio 2018 176

iMac compie 20 anni! Presentato il 6 maggio 1998, durante l'evento Apple Back on Track, iMac è stato uno dei prodotti più importanti nella storia di Apple, in quanto ha rappresentato l'ingresso del tema del bel design all'interno del mondo dell'informatica, ponendo le basi per tutti i futuri computer realizzati dalla società di Cupertino.

iMac: l'entusiasmo di internet, la semplicità di Macintosh (Steve Jobs)

iMac ha fatto segnare un punto di svolta sotto diversi aspetti: si è trattato del primo prodotto presentato da Steve Jobs dopo il suo rientro in Apple, avvenuto poco meno di un anno prima, ed è stato il dispositivo che ha guidato la transizione economica della società della Mela verso acque sicure, trascinandola nuovamente in attivo dopo un 1997 disastroso, e per finire ha cementato la posizione di Jonathan Ive, rendendolo il designer di riferimento all'interno del mondo dell'informatica, grazie all'adozione di linee morbide e semplici, il tutto senza dimenticare colori e trasparenze.

Un computer potente non deve essere per forza brutto (Jony Ive)

Ed è proprio il design il punto di rottura fondamentale introdotto dall'iMac G3 nel 1998, con il quale Apple ha tracciato una netta linea di demarcazione tra quello che poteva essere definito computer prima e dopo la sua presentazione.

iMac abbandonava - in seguito scopriremo per sempre - la suddivisione tra schermo, case e casse, integrando tutti i componenti all'interno di un unico blocco che dava alla macchina un'aspetto molto simile a quello di un monitor CRT tradizionale.

L'evoluzione del design di iMac negli anni. Dal 2012 ad oggi non vi sono stati stravolgimenti

Tutto l'hardware era infatti posto all'interno della scocca in plastica trasparente, altro punto di rottura con il passato che conferiva al Mac un design futuristico, con tutti i componenti in bella vista filtrati solo dalle varie tonalità di colore che si sono susseguite negli anni. La transizione verso il design all in one ha comportato delle perdite dettate dalla necessità di dover gestire uno spazio limitato, quindi via il lettore floppy e tutte le porte seriali, queste ultime sostituite dalle più moderne USB, le quali faticavano ancora a diffondersi in quegli anni.

L'abbandono degli standard consolidati è una strategia che Apple ha adottato numerose volte negli anni successivi; lettori ottici, jack delle cuffie e le stesse USB di tipo A sono state vittime della furia innovatrice della casa californiana. Assieme al case, completamente riprogettato, venne introdotta anche una nuova tastiera e il famoso mouse tondo, entrambi abbinati al colore dell'iMac - quest'ultimo considerato come uno dei mouse più scomodi mai realizzati da Apple.

Con l'arrivo di iMac assistiamo anche al debutto del prefisso i davanti al nome dei principali prodotti della società come iPod, iPhone, iPad, ma anche su servizi come iCloud, iLife, iWork, iMovie e molti altri ancora. Ad oggi solo una manciata di dispositivi, tra cui Apple Watch, Apple TV, Apple Pencil e AirPods si sottraggono a questo schema.

Ci dispiace, non c'è beige! Lo spot Apple si prendeva gioco della monotonia cromatica dei suoi concorrenti

Il significato della i presente in iMac non è mai stato dichiarato ufficialmente, tuttavia è riconducibile a due principali temi affrontati dal computer: internet e il rapporto personale con l'utente. iMac, infatti, è uno dei primi dispositivi a prendere sul serio l'avvento di internet e delle reti, offrendo un modem e una porta ethernet integrati di serie, una vera rarità per il tempo. In questo modo il computer Apple permetteva ai suoi utenti di affacciarsi alla rete con immediatezza: bastavano pochi minuti per estrarre iMac dalla scatola, collegarlo all'unico cavo di alimentazione necessario e connetterlo ad internet attraverso il cavo telefonico.

La semplicità era quindi al centro dell'esperienza utente del computer sin dalle prime fasi di utilizzo, motivo per cui la i viene anche interpretata come il pronome personale I. Gli altri significati, emersi lungo il corso di varie interviste sparse negli anni, includono riferimenti anche a instruct, inform, inspire, innovate e immagine.

Nel corso degli anni la linea iMac si è evoluta in maniera costante. Il cambiamento più drastico è avvenuto con iMac G4 introdotto nel 2002, il quale abbandonò lo schermo a tubo catodico CRT per passare ad un più moderno LCD, fatto che portò ad una riprogettazione totale della macchina. L'hardware venne integrato all'interno della base, dando al computer il caratteristico aspetto di un fiore o di una lampada da scrivania; purtroppo questo passaggio portò al definitivo abbandono delle scocche colorate, mai più riprese all'interno della famiglia iMac, con l'unica eccezione rappresentata dalla variante Space Gray dell'ultimo iMac Pro.

Nel 1998 iMac rappresentò un punto di svolta per l'industria intera ed è proprio grazie al suo successo che Apple ha potuto dare il via alla sua ripresa. La scelta di osare, proponendo una macchina totalmente fuori dagli schemi, ha premiato la casa di Cupertino che ha visto il proprio iMac diventare una vera e propria icona pop degli ultimi anni '90 e dei primi anni 2000, consolidando l'idea che il motto Think Different fosse realmente rappresentativo di una società in grado di concepire in maniera diversa i propri prodotti.

Buon compleanno iMac!

Zero compromessi al miglior prezzo?? Samsung Galaxy S10 Plus è in offerta oggi su a 440 euro oppure da ePrice a 715 euro.

176

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
scripting

ok ok ci crediamo alle paIIe che racconti, va ti cerca la badante che è arrivata l'ora del tuo cambio pannolino, addio

Macuser

Ripeto, per le patologie da "hater" come quella che affligge te ci sono ottimi psicologi ... e le mie prime AAPL, come il mio primo Mac, datano 1989 dato che al contrario dei "tordi" come te non le ho mai vendute.
Adieu.

Macuser

Ma smettila tu che ti proponi proprio come il "tordo" che quell'abile operazione, molto complessa, doveva convincere.
Proprio gli speculatori "tonti" credettero più all'apparenza di Microsoft che investe "senza diritto di voto" invece che alla concretezza di un multimiliardario come Jobs che "da sempre" aveva avuto dietro di se anche tutto il potere della proposta (costantemente rifiutata) di Larry Ellison che Apple se la voleva comprare da tempo, ma "tutta quanta per se", non "per altri".
Ma la faccenda fu, appunto, molto complessa mentre tu nemmeno sai grattarne la superficie ... m che aspettarsi dai "tordi"?

scripting

ma smettila di fare disinformazione, sono un investitore sia apple che microsoft e so benissimo di cosa parlo, visto che nel periodo nero di apple tutti svendettero le loro azioni (compreso io) per poi ricomprlarle quando reiniziarono a verere la luce

Macuser
scripting

le tue sono solo colosalli balle spinte dal falso ego di un fanatico mono marca che ha preso qualche notizia su dei blog in un internet dove tutti scrivono scemenze, io c'ero e conosco meglio di quanto tu possa solo immaginare la situazione visto che non ho bisogno di link perchè abitavo a 10 km da jobs

Macuser

Cambiare la storia? Quando mai! L'importante è conoscere quella giusta e non le speculazioni interessate che sin dagli albori della rete hanno dato fiato ai facitori di fake news. Tu, purtroppo per te, pari solo farti ennesima "eco" acritica e quindi, sostanzialmente, ignorante dei fatti. Prova almeno a dare una scorsa a quel link ... potrebbe solo farti del bene ascoltare qualche campana diversa da quelle che sinora t'hanno rintronato nelle orecchie.

scripting

cerchi di cambiare la storia attraverso discus? haha la demenza senile galoppa

scripting

cosa fai cerchi di cambiare la storia attraverso discus? haha la demenza senile galoppa

Luca Lewis Guiotto

Perfettamente d’accordo, non capisco perché Haku continui a frequentare blog (saggiamente, maccitu,ecc) interessati ad Apple se a lui non non piace nemmeno un Mac, e le sche video fanno pietà, ecc. ma tieniti il tuo Windows assemblato e il tuo androide e non disturbare gli altri...grazie

Desmond Hume

Il primo iMac acquistato è come la prima volta che si fa l'amore: non si scorda mai.
E anche quella volta é stato come prenderlo da dietro.

Giuseppe1

Anche ai turisti tedeschi piace il contrasto tra infradito e calzini di spugna... Stile...

d4N

Be ovvio, ognuno ha la sua visione ;)
Ma se devo aprire il terminale per fare qualsiasi cosa a sto punto mi installo Linux, con Windows riesco a fare le medesime cose senza mai passare dai comandi scritti o scervellarmi in qualche modo. La sensazione che ho sempre avuto è che non ha una via di mezzo OS X, o estremamente chiuso e semplificato, oppure troppo "avanzato" da comandi da terminale da dover cercare o imparare.

Antares

Sembra che ogni volta che esce un articolo su un computer Apple, viene fuori la tua solita storiella...
ok, va bene, ognuno è libero di esprime la sua, anche se seccante e noioso, però almeno scrivi in maniera corretta, gentilmente. Grazie.

N#R#S©

Il primo iMac un MITO!

Pirupa

Lo stile non è per tutti.

Pirupa

Mi piace il contrasto, sedia e iMac moderni con scrittoio e specchio antico..

Tutto il resto della casa in stile industriale...

Antares

A nessuno piace comprare roba di pessimo gusto. Se c’è un ottimo design è sicuramente un prodotto migliore.
Ti immagini una Ferrari velocissima e bella da guidare con un’estetica di merd4?!

luca paglia

https://uploads.disquscdn.c...

E non poteva mancare anche la versione 2016.

I miei primi passi su un computer sono stati con l iMac G3. Poi la lampada (che ancora è a casa e funziona) e poi il mio grande amore, il 20" iMac 2006 bianco. In camera mia (non quella della foto), ancora c'è e lo uso quando torno dall'Uni.
Mio padre ha avuto un aluminium 2008 da 20" ed è passato solo 8 anni ad una macchina più nuova. Ed io ho guadagnato un iMac per l'universita oltre al mio MacBook Pro

Auguri imac

CAIO MARIOZ

Quella scrivania credo che costi come 10-20 dell’IKEA, poi i gusti son gusti (nemmeno a me piace)

CAIO MARIOZ

Purtroppo no, quella non bastava per coprire il buco di bilancio

R4nd0mH3r0

https://uploads.disquscdn.c...

R4nd0mH3r0

quello schifo di """scrivania""" è un pugno in un occhio. La sedia è il calcio negli zebedei. Ma probabilmente ha speso tutto per il mac e ha preso il mobilio in discarica o in qualche asta fallimentare.

turbognu

Guardi molto semplicemente e senza rancore:
1) non mi interessano gli ipad, non ho mai parlato degli schermi degli ipad, non mi metta in bocca cose che non mi riguardano.
2) un hard disk da 5400rpm di oggi è MOLTO più veloce di un hard disk da 5400rpm di 10 anni fa, e su questo non ci piove. Ovviamente un SSD è superiore, ma che gli hard disk nel tempo siano migliorati è un DATO DI FATTO.

Hernst

L'accostamento con la scrivania é a dir poco azzardato...

Antonio Mariani

però oggi il grigio e quadrato pare torni a fare tanto "effetto nostalgia" col suo beige sporco.

SimOOne

Effettivamente, ad oggi, é sicuramente ente tra le macchine più belle in commercio.
Soprattutto in determinati frangenti un iMac sulla scrivania fa molto “professionale” anche se poi magari é il base 21.5” che é un no-sense..
La concorrenza non offre molto di paragonabile.
IMHO l’unico che lo batte a livello di design é il Surface Studio di MS.

Onestamente spero in un restyling importante della gamma iMac. Effettivamente dal 2004 il concetto é sempre il medesimo, hanno solo affilato i bordi (ovviamente non é un lavoro da poco!)..

Gpl

Si, ma dal primo post la signora è andata da un tecnico si presume. Quindi se è un tecnico la risposta data alla signora non è corretta, altrimenti non è un tecnico ma un commesso che vende informatica stile quelli dei centri commerciali

Gark121

Il g4 è stato ammazzato solo dall'obsolescenza dell'hardware, era un gioiellino. E per la cronaca il mio si accende ancora (come d'altronde si accende il powermac g3)

MasterBlatter

quella sedia può accompagnare solo

Macuser

Io intendevo rinforzare il concetto espresso da Mastro Tracco:

I pc restano per i più oggetti brutto scomodi e che si usavano solo se costretti. ...
Mastro Tracco

Si ora mi è chiaro cosa intendevi :)

No Replay

Negli anni 90 e inizi 2000 gli smartphone non esistevano per le masse. Il mio discorso era a quel periodo storico inerente ai PC, un pc con hardware di pinco pallino con software Windows era più economico rispetto ad un Mac.
Le dinamiche odierne non fanno parte del mio ragionamento.

No Replay

Vero anche questo, però la scelta era quella ed è questa.
Ripeto, io ho esclusivamente parlato di accesso più economico al sistema "informatica".

Francesco Renato

Il g4 è stato a sua volta ammazzato dall'integrazione del pc nello schermo piatto, conforme peraltro all'idea originale dell'imac.

Macuser

Il numero di persone fisiche che si sono avvicinati all'informatizzazione personale coi PC è decisamente inferiore a quello di coloro che con lo smartphone hanno scoperto un mondo che è pure diverso da quello dei computer. Nadella lo scorso anno parlava di 1,5 miliardi di PC Windows e di 1 miliardo di utenti. Cook ha dichiarato, sempre lo scorso anno, che i dispositivi iOS connessi hanno raggiunto la cifra di 1,3 miliardi. Poiché Apple sta attorno ad 1/5 dello share è evidente che i dispositivi mobili nel loro complesso assommano a più volte il numero di utenti dei PC che, non scordiamolo, in enorme numero stanno in uffici e aziende e pure in esemplari spesso "risibili" nel loro svolgere poche e sempre uguali procedure per tutta la vita operativa.

gitantil

La penso diversamente da te. OS X da molte più libertà di Windows a condizione di essere in grado di comprendere davvero L’os e Usare il terminale. Gli applicativi seri esistono, alcuni sono anche migliori della controparte Windows. L’unico vero problema risiede nell’assenza di quelli tecnici, che in genere però non interessano gli informatici ma appunto i liberi professionisti, ingegneri, medici, architetti, commercialisti ecc.
Gli aggiornamenti necessari ci sono, sono discutibili alcune scelte operate ma questo è un altro discorso.

Mastro Tracco

Sinceramente ha contribuito, mia opinione personale, a bloccare il progresso informatico per oltre 10 anni con il suo monopolio. ma non solo per "colpa sua", ma per una concorrenza azzerata...
I pc non li vendeva MS, quindi sono stati i produttori a vendere hardware a prezzo basso a difendere le macchine, ms ha con accordi al limite del legale obbligato a usare il suo sistema operativo uccidendo qualsiasi concorrente, basta vedere come prima sosteneva che internet fosse inutile, per poi ricredersi e distruggere netscape che invece ci aveva creduto.

Apple purtroppo non è stata capace di fare vera concorrenza, con prezzi fuori mercato per tutti gli anni 90 e pochissimo software disponibile, comunque paghiamo ancora oggi il monopolio MS, tanti software sono solo per windows figli di quegli anni e i monopoli non sono mai una buona cosa per il progresso.

No Replay

Io parlavo di un epoca fa riguardo i PC, gli anni 90 ed inizi 2000.I Mac sono sempre stati costosi all'epoca come lo sono tutt'ora. E Windows ha contribuito ad informatizzate il popolo offrendo tale accesso ad un prezzo molto più economico, come lo fa tutt'oggi.
Gli smartphone è un altro discorso, discorso speculare può essere Android.

Macuser

Microsoft ha sottoscritto 150 milioni di dollari di azioni "senza" diritto di voto. Ti pare che potesse spostare qualcosa rispetto al potere economico di Jobs stesso o a quello che avrebbe potuto avere da Ellis o da chissà quanti altri?
Quello a cui serviva era DARE UN SEGNALE ALLA BORSA .. e questo lo fece davvero bene, insieme a tutto il resto, ma il soldo in se era ininfluente.

No Replay

E vabbè.. Quando parlo di informatizzazione del popolo parlo di accesso economico a questo strumento,e Windows è stato fondamentale. Ovvio che i Mac hanno avuto ed hanno altri pregi, ma non di certo l'economicità dell'accesso al suo sistema.

C#Dev

???

Ma che c'entra?

Un conto sono i soldi di un'azienda che non c'entra niente con Apple, un conto è quello che realmente puoi muovere come patrimonio.

ahahah :')

Macuser

Leggi sotto: http://disq.us/p/1sbq4j5 comincia così:

Questa è un'idiozia.
http://www.roughlydrafted.com/RD/RDM.Tech.Q1.07/592FE887-5CA1-4F30-BD62-407362B533B9.html
Il solo Jobs quando rientrò in Apple aveva appena quotato Pixar ed era diventato pluri miliardario. Il solo Toy Story aveva incassato più di 350 milioni nel suo primo anno: 1995. ...
...
MasterBlatter

Ed io che credevo a salvare la apple fosse stata la pecunia di mr.gates

artick82

guardando il video ho capito perche' esistono i apple hater. li ha creati lui stesso.

Macuser

Che io sappia Apple arrivò ad avere le casse vuote (dopo aver pagato Jobs per NeXTSTEP) e le azioni alquanto ribassate, ma non arrivò mai ad avere debiti. Direi che "salvata" è una certa esagerazione, ma se qualcuno l'ha fatto questo è stato certamente Jobs mentre se qualcosa l'ha fatto è principalmente stato cancellare la licenziabilità di MacOS, la pletora di modelli pressoché identici, alcuni programmi dispendiosi e mai remunerativi (periferiche rimarchiate, fotocamere digitali ridicole, Newton e chissà cos'altro) oltre alla certezza di un nuovo OS, e di che calibro, per il futuro.

antonio

Ti spiego una cosa, sono un bravo smanettatore ( però non mi posso definire un tecnico), faccio di tutto riparo anche lavatrice, forni e tante altre cose di mio possesso... Sono anche molto bravo xché i miei interventi sono indistiguibili dall'originale, mi sono assemblato un pc x far giocare mio figlio e ogni tanto anche io. ho aperto più volte il mio imac 2011 27" (che ho portato in ufficio) x problemi e migliorie ( sostituito gpu, hdd e messo un ssd creando un fusion-drive fatto da me) xché li è presente il sistema a calamiti sul vetro protettore dello schermo. Mentre sul secondo imac 27 " del 2014 probabilmente ci riuscirò ad aprirlo in caso di problemi e quando soprattutto la garanzia finirà... Però richiede una grande attenzione a non fare cavolate, sempre su ifixit spiegano bene che non è adatto a tutte le utenze fare queste operazioni proprio x non aggiungere altri problemi....
Di fare si può fare, il problema è il rischio che aumenta di fare proprio altre cavolate

CAIO MARIOZ

Ha cambiato la storia di Apple

Top Cat

Bellissimo=Velocissimo.

Top Cat

Secondo me è stato il loro c*lo!

Apple annuncia il nuovo MacBook Pro 16 | Video

Recensione PowerBeats Pro: gli Apple AirPods per gli sportivi

Recensione iPad 10.2 (2019), iPadOS fa la differenza

MacOS Catalina disponibile al download: ecco cosa ha cambiato Apple | Video