Apple rilascia Final Cut Pro 10.4 con supporto ai video in VR ed HDR

14 Dicembre 2017 29

Apple ha rilasciato un corposo aggiornamento di Final Cut Pro in contemporanea con l'arrivo sul mercato del nuovo iMac PRO. Sono davvero tante, infatti, le novità che vanno ad arricchire l'applicazione di editing video di Apple.

Con la versione 10.4 arriva la possibilità di effettuare il montaggio di contenuti VR a 360°. E' possibile eseguire l’output video direttamente su un dispositivo VR connesso per monitorare contemporaneamente il dispositivo e le viste equirettangolari durante il montaggio. I video VR possono essere anche condividi direttamente su YouTube, FaceBook e Vimeo.

Final Cut Pro 10.4 offre ora anche una correzione del colore avanzata con un pannello dedicato nell’inspector che fornisce un’unica posizione per tutti i controlli colore.

Altra novità è il supporto HDR (High Dynamic Range) per importare, modificare e realizzare video in formato Rec. 2020 HLG o Rec. 2020 PQ per HDR10. E' anche possibile eseguire l’output video su monitor HDR di terze parti utilizzando dispositivi I/O di terze parti.

Tra le altre funzionalità di questa release abbiamo la possibilità di inviare i progetti di iMovie per iOS direttamente a Final Cut Pro per montaggio avanzato, modifica audio e regolazioni finali, importare, riprodurre e modificare clip video HEVC (High Efficiency Video Coding, conosciuto anche come H.265) e foto HEIF (High Efficiency Image Format) da dispositivi Apple ed effettuare un analisi del flusso ottico più rapida grazie a Metal 2.

La versione 10.4 è disponibile come aggiornamento gratuito. Final Cut Pro viene venduto sul Mac App Store al prezzo di 329.99 euro ed è compatibile con macOS 10.12.4 o versioni più recenti su Mac con processori a 64-bit.

Di seguito, il changelog completo di Final Cut Pro 10.4:

Montaggio VR a 360°
• Importa ed esegui il montaggio di video equirettangolari a 360° in una vasta gamma di formati e dimensioni.
• Esegui l’output video a 360* su un dispositivo VR connesso.*
• Apri il visore a 360° per monitorare contemporaneamente il dispositivo e le viste equirettangolari durante il montaggio.
• Opzione per rilevare il movimento di un dispositivo VR nel visore a 360° in Final Cut Pro.
• Aggiungi effetti a 360°, tra cui sfocature, bagliori e altro ancora.
• Condividi video a 360° direttamente su YouTube, FaceBook e Vimeo.
• Utilizza la patch a 360° per rimuovere istantaneamente videocamere e rig dalla scena.
• Utilizza la sovrapposizione Horizon per modificare facilmente l’orientamento dei video a 360° direttamente nel visore.
• Modifica un video a 360° in un progetto non a 360° e anima lo spostamento, l’inclinazione e lo zoom.
• Posiziona qualsiasi contenuto grafico, statico o video, in un progetto a 360°, quindi riposizionalo e ridimensionalo per adattarlo perfettamente alla scena a 360°.
• Supporto per video a 360° monoscopici e stereoscopici.

Correzione del colore avanzata
• Il pannello dedicato al colore nell’inspector fornisce un’unica posizione per tutti i controlli colore.
• Le nuove potenti ruote colore superano quelle tradizionali con cursori integrati per la regolazione di tonalità, saturazione e luminosità.
• Le curve colore consentono regolazioni altamente precise con punti di controllo multipli per la modifica del colore e del contrasto.
• Le curve di tonalità e saturazione consentono di selezionare una tonalità o un livello di luminosità specifici per effettuare regolazioni lasciando inalterate altre parti dell’immagine.
• Utilizza il contagocce nelle curve di tonalità e saturazione per rilevare rapidamente campioni in parti dell’immagine da utilizzare per le regolazioni.
• Il comando di bilanciamento del colore include un contagocce per il bilanciamento manuale del bianco.
• Applica LUT personalizzate da note app e siti per la correzione del colore.
• Regola la correzione del colore nel tempo con precisi controlli per i fotogrammi chiave.
• Velocizza la correzione del colore tramite le nuove abbreviazioni da tastiera per la regolazione dei colori e la navigazione della timeline basata sui ruoli.
• I preset dei colori adesso si trovano nel browser degli effetti per un’anteprima veloce e una ricerca rapida.

HDR (High Dynamic Range)
• Importa, modifica e realizza video HDR (High Dynamic Range) in formato Rec. 2020 HLG o Rec. 2020 PQ per HDR10.
• Esegui l’output video su monitor HDR di terze parti utilizzando dispositivi I/O di terze parti.
• Il monitor a forma d’onda integrato indica i livelli di luminosità HDR fino a 10.000 nit.
• Gli strumenti per gli effetti HDR consentono una facile mappatura dei toni HDR su output SDR (Standard Dynamic Range) e la conversione tra i formati PQ e HLG.
• Opzione per visualizzare i contenuti HDR come valori grezzi quando si lavora senza un monitor HDR.
Funzionalità aggiuntive.
• Invia i progetti di iMovie per iOS direttamente a Final Cut Pro per montaggio avanzato, modifica audio e regolazioni finali.
• Importa, riproduci e modifica clip video HEVC (High Efficiency Video Coding, conosciuto anche come H.265) e foto HEIF (High Efficiency Image Format) da dispositivi Apple.**
• Invia a Compressor per esportare i progetti video in formato HEVC.
• Regola l’audio tramite plugin di effetti da Logic Pro X con un’interfaccia riprogettata e ridimensionabile.
• Supporto per il formato Canon Cinema RAW Light con software aggiuntivo di Canon.
• Analisi del flusso ottico più rapida grazie a Metal 2.
• Supporto per librerie e contenuti multimediali basati su NFS.
• XML 1.7 con supporto per i nuovi controlli di modifica del colore, effetti VR a 360° e HDR.

* È richiesto un dispositivo VR compatibile, macOS High Sierra e SteamVR.
** Il supporto per HEVC e HEIF richiede macOS High Sierra.

Apple ha anche aggiornato l'applicazione Motion alla versione 5.4.

Anche in questo caso, tra le novità, c'è sul supporto ad animazioni grafiche VR a 360° per realizzare titoli, generatori ed effetti. Tra le altre funzionalità ci sono la possibilità di convertire progetti di Motion, generatori di Final Cut Pro, titoli di Final Cut Pro, effetti di Final Cut Pro o transizioni di Final Cut Pro in qualsiasi momento, una nuova modalità Overshoot per creare animazioni a molla senza la necessità di utilizzare i fotogrammi chiave, nuovi filtri Look ed un analisi del flusso ottico più rapida e di maggiore qualità grazie a Metal.

Motion è disponibile sul Mac App Store al prezzo di 54.99 euro

Di seguito, il changelog completo di Motion 5.4:

Animazioni grafiche VR a 360°
• Importa video a 360° e realizza titoli, generatori ed effetti a 360°.
• Esegui l’output del video su un dispositivo VR a 360° connesso.*
• Applica effetti a 360° tra cui sfocature, bagliori e altro ancora.
• Salva qualsiasi animazione grafica a 360° e rendila immediatamente disponibile nel browser effetti di Final Cut Pro.
• Condividi i video a 360° direttamente su YouTube, Facebook e Vimeo.
• Applica il filtro Reorient per modificare facilmente l’orientamento di un video a 360°.
• Crea scene 3D in un progetto a 360° per ambienti ultrarealistici a 360°.
• Utilizza la vista a 360° Look Around per un’anteprima della scena a 360° senza un dispositivo VR.
• Modifica un video a 360° in un progetto non a 360° e anima lo spostamento, l’inclinazione e lo zoom.
• Posiziona qualsiasi contenuto grafico, statico o video, in un progetto a 360°, quindi riposizionalo e ridimensionalo per adattarlo perfettamente alla scena a 360°.

Funzionalità aggiuntive
• Converti in modo semplice tra progetti di Motion, generatori di Final Cut Pro, titoli di Final Cut Pro, effetti di Final Cut Pro o transizioni di Final Cut Pro in qualsiasi momento.
• La nuova modalità Overshoot crea realistiche animazioni a molla senza la necessità di utilizzare i fotogrammi chiave.
• I nuovi filtri Look offrono una gamma di effetti ispirati alla fotografia.
• Analisi del flusso ottico più rapida e di maggiore qualità con Metal.
• Importa, riproduci e modifica clip video HEVC (High Efficiency Video Coding, conosciuto anche come H.265) e foto HEIF (High Efficiency Image Format) da dispositivi Apple.**
• Invia a Compressor per esportare i progetti di animazione grafica in formato HEVC.



* È richiesto un dispositivo VR compatibile, macOS High Sierra e SteamVR.
** Il supporto per HEVC e HEIF richiede macOS High Sierra.

Il miglior display sul mercato e un design fantastico? OnePlus 7 Pro è in offerta oggi su a 516 euro oppure da Amazon a 759 euro.

29

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Utente9000

Ecco cosa ha da dire Walter Murch, la leggenda dell'editing, su Final Cut X, Premiere, Avid e FC7:

vimeo . com/142198470

Ma perché parli senza sapere?

Luchino

Gli standard del settore sono più di due o tre. C'è Media Composer, c'è Premiere Pro, c'è Final Cut, c'è Vegas, c'è Edius. Tutti software ottimi che permettono di fare alla fin fine la stessa cosa. Quindi alla fine si usa quello che piace di più. Se si punta in alto si sceglie tra Media Composer, Premiere Pro e Final Cut.

Luchino

DaVinci Resolve è più utilizzato per la Color Correction, essendo un software nato appositamente per quello. Premiere Pro CC è un software di montaggio video, anche se permette di lavorare l'audio con precisione, compositing, ecc. Cose che con Resolve non si possono fare, per natura stessa del software. Premiere è moooolto più flessibile, almeno fino ad adesso.

Luchino

Si, infatti. Con Premiere puoi fare praticamente qualsiasi cosa: montaggio video, lavorare con precisione sull'audio, tecniche di compositing, correzione colore primaria e secondaria. Basti pensare al supporto delle Tangent (wave, ripple ed element) per lavorare sul colore con precisione. Senza ombra di dubbio Premiere Pro CC 2018 è più completo.

ROOT

Ma le prestazioni usando Metal/Metal 2 dovrebbero migliorare di brutto comunque. Poi è vero, se non ottimizzano lo sviluppo con i framework e API compatibili su MacOS diventa un casino superare Final Cut Pro X.

Gabriel #JeSuisPatatoso

Usare Metal non vuol dire usare tutte le librerie del sistema che usa Final Cut. Cioè ci sono tanti SW che usano CUDA o OpenCL in modi approssimativi perché il supporto è stato aggiunto da poco, quindi se il programma non è scritto in un certo modo e costruito attorno al SO è dura implementare certe cose.

ROOT

Assolutamente no, come ti hanno fatto vedere sotto ci sono altri software che usano Metal così come i nativi di Apple...

ROOT

Esatto, anche se viene convertito attraverso Project Centennial.

ROOT

Esattamente, anche la correzione dei colori su Adobe Premier è di gran lunga più completa.

Luchino

...non crea cartelle da C:\programmi... è meglio se è una UWP... speriamo che arrivi presto!

Luchino

Premiere è senza dubbio più completo, essendo ancora un novellino Final Cut Pro X (Final Cut Pro 7 era diverso). Basti solo pensare al mixer audio di Final Cut Pro X ed a quello di Premiere CC per vedere la differenza.

Luchino

Che forse è più leggero, come d'altronde anche Grass Valley Edius, non ci piove, anche se la differenza non è così abissale, ma in quanto a lavorarci seriamente non ci piove che Premiere CC è più completo.

Luchino

Fa mangiare polvere a Premiere Pro CC? L'importante è che ne sei convinto tu.
Final Cut Pro ha perso molti utenti quando Adobe ha realizzato la suite CS6, infatti molti utilizzatori di FCP sono migrati a Premiere CS6 e poi tutti a CC, appunto perché FCPX era poco maturo.
Le novità dei video a 360° che in Final Cut Pro X sono arrivate adesso, in Premiere sono state implementate già una o due versioni fa (forse CC 2017). Non c'è dubbio che Premiere Pro CC 2018 è molto avanti rispetto a Final Cut Pro X. La Color Correction di Premiere CC è molto più raffinata e potente di quella che offre FCPX, così come il mixer audio e la gestione dei Progetti in team. Premiere è adatto per lavorare negli studi televisivi (anche se si usa ancora Media Composer), mentre ancora Final Cut Pro X non è adatto per questo genere di lavori.
A me piace sia Premiere che Final Cut Pro X, ma dire che Final Cut Pro X fa mangiare la polvere a Premiere CC 2018 è una caz.....

CAIO MARIOZ

Da Vinci Resolve Studio che utilizza Metal ha prestazioni migliori di Premiere Pro (ed è totalmente multipiattaforma)

Mastro Tracco

Compressor pare sia ancora a 32 bit ;(, ottimo come programma ma lento perché limitato a 32 bit :(

ROOT

Si aggiorna in automatico, non usa nessun processo in background, non installa altri software correlati, non modifica il Registro di Sistema, etc.

marco

Alla fin fine cosa cambia se è UWP?

ROOT

Comunque è sempre meglio Premiere (se si è abituati).

Rafa

ma li legge gli mkv?

CAIO MARIOZ

Sono tutti sbalorditi dalle prestazioni di iMac Pro (quelli che lo hanno provato in questa settimana)

-|benzo|-

assassino.

Callea

Final Cut fa mangiare la polvere a Premiere anche con hardware molto inferiore, non oso nemmeno immaginare come possa girare su iMac Pro.

Gabriel #JeSuisPatatoso

Usa API di Mac OS che gli altri prodotti, essendo di terze parti e multipiattaforma, non possono usare.

Dike Inside

Ho visto un confronto di Blink46 sulla differenza di rendering tra Premiere su una macchina portatile prestante (un MSI con GTX 1060) e un Mac con Final Cut Pro ed è davvero stupefacente, considerata anche la differenza del "ferro" su cui gira.
Una ottimizzazione e una velocità con differenza abissale.

aigor1

intanto sul sito US imac pro è configurabile...fino a 13mila e passa dollaroni :D

AllBlack

Non sono un esperto di montaggio video, ma in base a quello che leggo online Final Cut Pro è tra i migliori software in commercio, inoltre grazie alla sua ottimizzazione con macOS (ovviamente) risulta avere una velocità d'esecuzione strabiliante. Un giorno vorrei imparare ad usarlo...

ROOT

La UWP sul Microsoft Store invece non arriva più?

CAIO MARIOZ

Anche
Motion<\b>
https://uploads.disquscdn.c...
Compressor https://uploads.disquscdn.c...
Logic Pro X https://uploads.disquscdn.c...
Pro Video Formats https://uploads.disquscdn.c...

PeachGem

aggiornamento di itunes 12.7.2 per windows

Recensione iPad 10.2 (2019), iPadOS fa la differenza

MacOS Catalina disponibile al download: ecco cosa ha cambiato Apple | Video

Recensione iPhone 11 Pro: una conferma ma 64GB base non bastano

Apple iPhone 11: live batteria (3.100mAh) | Fine ore 21.20