Occhiali AR: uno dei fornitori di Apple dà il via alla produzione di lenti

05 Dicembre 2017 32

Bloomberg, nel corso delle ultime ore, ha diffuso un nuovo rapporto relativo a Quanta, la quale avrebbe siglato un accordo che le permetterà di dare il via alla produzione di lenti da utilizzare in futuri occhiali AR. La notizia acquista particolare interesse se si pensa al fatto che la società rientra tra i principali fornitori di Apple e si sta occupando di uno dei settori sul quale la casa di Cupertino ha intenzione di puntare fortemente nel corso dei prossimi anni.

Quanta ha stipulato un accordo di licenza con Lumus, una società israeliana che si occupa di sviluppare lenti per dispositivi AR, questo a seguito di un precedente investimento di 45 milioni di dollari stanziato alla fine del 2016 da Quanta nei confronti di Lumus. Le ultime evoluzioni della vicenda hanno finalmente permesso di dare un importante slancio al mondo della Realtà Aumentata, dal momento che la partnership tra le due società consentirà di abbattere notevolmente i costi di realizzazione di questo genere di dispositivi.

Secondo quanto dichiarato a Bloomberg da Ari Grobman, CEO di Lumus, l'accordo permetterà di rendere molto più accessibili i futuri occhiali AR e, sulla base degli accordi stipulati con il partner, sarà possibile realizzare un dispositivo completo con un prezzo finale inferiore a quello di uno smartphone top di gamma. Quanta ha iniziato a lavorare da oltre due anni a questo obiettivo e il suo primo prodotto potrebbe giungere sul mercato già nel 2019, anche se non dovrebbe trattarsi di un dispositivo realizzato per Apple, la quale punta al 2020 per effettuare il suo debutto formale nel settore.

Precedenti dichiarazioni di Tim Cook hanno reso palese l'interesse della società per la Realtà Aumentata, anche se gli attuali limiti tecnologici non sembrano permettere l'arrivo di un dispositivo commerciale nell'immediato futuro. Chissà che Apple non stesse proprio aspettando una svolta simile.

Il top gamma con il miglior rapporto qualità/prezzo? Asus ZenFone 6, in offerta oggi da ASUS eShop a 499 euro oppure da Unieuro a 559 euro.

32

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
ghost

Conoscendoli sarà colpa di intesa sanpaolo che vuole che usi la sua app xD

Yomura A. E.

No...Per chè il Display e le nand non le sconti se vengono venduti a prezzi da monopolista.

tommaso

un phablet allora!

ghost

Io non so quanto costa un X visto che non so che accordi ha preso apple sulle forniture e spese di marketing so solo quanto costa a me. Se deve fare un telefono da 1500 nel 2017 era meglio aspettare e farlo nel 2018 a 800 euro ogni anno. Non so tu ma a rispetto all'anno scorso non mi hanno raddoppiato lo stipendio

Yomura A. E.

Comincia a chiederti perchè costa quella cifra....Tieni presente che il valore reale dei dispositivi (X, vero?) è quello equivalente a qualcosa che sta tra un 7 e un 8 di caratteristiche simili. Poi c'è il resto di cui preferirei non parlare un'altra volta.....
Mi limito a ricordarti che se tu punti ad un Android il prezzo che leggi sulla fattura è la prima rata. Anche qui, il resto è già stato detto e ridetto...

Max

Questo lo dovrò verificare con il tempo

Max

L'idea è quella...

Max

Decisamente no

tommaso

ti basta uno smartphone per tutto questo... :D

DiRavello

io ho preso un pro, prima avevo un ipad air 2. è un notevole balzo in avanti, lo schermo è davvero incredibile. prendi la cover tastiera apple e ci fai davvero tutto

fabrynet

Se lo usi per le cose che hai scritto un iPad Pro può sostituire tranquillamente un portatile.

Max

Vorrei di fatto provare a sostituire il notebook. Safari, Mail, Office, YouTube e Note soprattutto. Avendo un computer fisso vorrei vedere se davvero posso fare a meno del notebook

Simone

Mah insomma...

Forse è possibile che Samsung se arrivi di appoggi a Microsoft ma per Huawei mi sembra un lavoro troppo esoso e rischioso da affrontare da soli ora, per arrivare prima di Apple

Simone

Cosa ci fai?

Sagitt

Vai di unicredit

Sagitt

Come il primo gear

Max

Provato... Non va

aigor1

pro 10.5, con lo schermo a 120 hz è un'altra storia proprio (ps non ce l'ho, ma basta vederlo esposto e provarlo)

CAIO MARIOZ

Pure io, ho scoperto tra l’altro che la mia banca non supporta più le mie carte, e non le le cambiano fino al 2020 (non posso ricaricarle in banca o online, posso fare solo bonifici online)

Dr. Home

Se un giorno mi girano, cambio direttamente banca!
Chissà quando potrò usare sto benedetto Apple Pay

CAIO MARIOZ

Prova, ma non credo

Dr. Home

Mannaggia per un attimo

Max

Ci ho appena provato (MasterCard rilasciata da Intesa Sanpaolo): nada

Max

Piccolo OT prima dell'arrivo (immancabile) dei troll: un iPad Pro 10" come regalo di Natale come lo vedete ? Arrivo da un Air 2 da 32 GB che mi sta un po'stretto.
Stavo per chiedere il 2017 da 128 GB (in offerta da Unieuro) ma mia moglie ha detto "se vuoi il Pro...".
Sono indeciso.

Max

Qui sarà interessante capire se Apple riuscirà a forzare la mano in un campo così difficile da penetrare.
Tanto mi aspetto che Samsung o Huawei arrivino prima (con soluzioni come sempre mediocri).

Max

Ho una MasterCard di Intesa... Sarà usabile ?

CAIO MARIOZ

Quelle delle banche che aderiscono (Nexi dovrebbe essere CartaSi)

Dr. Home

Ma tutte le MasterCard?

CAIO MARIOZ

OT: grande espansione oggi in Italia per Apple Pay https://uploads.disquscdn.c...

Dr. Home

One more thing...

Squak9000

Bisogna solo rinunciare a qualche centinaia di milioni di entrate in meno

ghost

Un top di gamma costa 1500 € ci vuole poco a farlo costare meno

Apple, tutte le novità della WWDC 2019

iPadOS 13: ecco tutte le novità della piattaforma operativa per iPad

Apple iPod Touch 2019 ufficiale: A10 Fusion, sino a 256GB e prezzi da 249 euro | Video

Huawei P30 vs Galaxy S10e vs iPhone XR: "tree is megl che uan" | Confronto foto