Parallels Desktop 13 disponibile con supporto a macOS High Sierra

22 Agosto 2017 44

Parallels Desktop è per molti utenti Mac uno dei modi migliore di unire il meglio dei mondi Windows e macOS. Si tratta, infatti di un'applicazione per la piattaforma desktop della Mela che permette di sfruttare macchine virtuali grazie alle quali è possibile avviare e usare il software di altri sistemi operativi (Windows, ma anche Linux), raggiungendo un elevato livello di integrazione con l'ambiente macOS. A distanza di circa un anno dalla precedente release, gli sviluppatori annunciano la disponibilità di Parallels Desktop 13, scaricabile sotto forma di aggiornamento gratuito da chi ha già un abbonamento.

Come di consueto, ogni major release di Parallels Desktop arriva con un corposo numero di novità. La versione 13 parte dal supporto a macOS High Sierra, la più recente release di macOS che sarà rilasciata in forma stabile in autunno, per arrivare ad un ulteriore affinamento delle funzionalità dedicate alla TouchBar, per la prima volta in grado di ospitare le applicazioni Windows, senza trascurare gli oltre 30 strumenti one touch che consentono di eseguire rapidamente le attività quotidiane. In totale sono 40 le nuove funzionalità introdotte da Parallels Desktop 13, che porta inoltre con sé un incremento delle prestazioni velocistiche.

Riportiamo a seguire i principali cambiamenti introdotti:

  • Maggiore velocità: l'accesso ai file e ai documenti Windows risulta più veloce del 47 per cento. Trasferire file di grandi dimensioni risulta sino al 100 per cento più veloce sfruttando la connettività USB 3.0 e Thunderbolt.
  • Maggiore potenza: disponibile fino a 32 vCPU e 128GB di vRAM per ogni macchina virtuale con Parallels Desktop per Mac Pro Edition
  • Supporto del display Retina migliorato per le applicazioni Windows in modalità ridimensionata
  • TouchBar: le applicazioni Windows sulla TouchBar possono essere personalizzate velocizzando le operazioni di accesso alle medesime. Supporto a Microsoft Outlook, Excel e Powerpoint, integrazione per il menu Start di Windows e il Desktop, compresi Cortana, Visualizza attività e gli elementi inseriti nella barra delle applicazioni
  • People Bar di Windows 10: è possibile visualizzare i contatti recenti nella Barra delle applicazioni di Windows o nel Dock Mac
  • Clean Disk: basta un click per avviare la scansione del filesystem ed individuare file che occupano inutilmente spazio (log datati, cache, backup non più utilizzati, etc.) consentendo di visualizzarne il contenuto in anteprima prima della rimozione
  • Creazione GIF: E' sufficiente trascinare un video nell'apposito tool per creare una GIF personalizzata
  • Modalità Picture-in-Picture: permette di monitorare in maniera più semplice le macchine virtuali, senza ostacoli rappresentati dalle finestre nascoste nella schermata. La modalità PiP resta attiva nella parte superiore dello schermo anche durante l'esecuzione dell'applicazione Mac a schermo intero.
  • Ottimizzato per macOS High Sierra (10.13) e Windows 10 Fall Creators Update

Per ulteriori informazioni si rimanda al sito ufficiale di Parallels Desktop, ricordando che chi è già abbonato può scaricare gratuitamente l'aggiornamento da questo indirizzo. Parallels Desktop viene commercializzato, infatti, sia con la formula dell'acquisto singolo (la licenza parte da 79,99 euro), sia sotto forma di abbonamento annuale (con prezzi che partono da 79,99 euro), che dà diritto agli aggiornamenti gratuiti.


44

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Marco

no, mi dava problemi all'installazione di windows e ci rinuciai (inoltre puoi utilizzarlo solo con win 10)

Chirurgo Plastico

E boot camp l hai mai usato?

Chirurgo Plastico

Per programmi non presenti su Mac, niente di trascendentale.
Visto che ho windows su un Vaio del 2009 e avevo intenzione di prendere un Mac valutavo la possibilità (eventualmente) di emulare Windows.
Peró non sono sicuro se lo prenderó o se opteró per un Pc

Gianluca Musumeci

Per una vita ho usato Parallels, di cui, puntualmente, ogni 2-3 anni aggiornavo la licenza a una versione più recente. L'ultima perla è stata la versione 12, che girava su un Macbook pro con 16gb di ram e i7: due macchine virtuali Windows 10, di cui una sempre accesa. Il Mac era diventato il festival dell'instabilità: negli ultimi tempi anche 2-3 riavvii al giorno. Temendo che fosse il mio Mac difettoso (nel secondo MacBook Pro avevo un Parallels 11 che girava perfettamente), ho provato a non lanciare Parallels per una settimana e il Mac è tornato stabile come una roccia. Morale della favola: non dovendo giocarci, ma dovendoci far girare un paio di applicativi, ho migrato tutto a VirtualBox. E' lento 20 volte in fase di salvataggio dello stato e di ripristino, ma è gratuito, aggiornato, Windows 10 gira dignitosamente (anzi, azzarderei nel dire che sia un po' più scattante rispetto a fusion, che avevo provato come ulteriore opzione). Francamente, se dovessi giocare, preferirei una partizione Bootcamp, anche se ormai, di giochi per Mac, ve ne sono tantissimi. Tutte le applicazioni più rilevanti esistono anche per Mac. Penso che Parallels faccia pagare uno sproposito per un programma che, nel giro di qualche anno, verrà soppiantato dalle soluzioni gratuite. Infatti, non per niente, ogni anno aggiungono feature abbastanza inutili proprio per giustificare l'obolo derivante dall'aggiornamento al nuovo sistema operativo oppure la compatibilità con i nuovi Windows. Io continuerei ad acquistarlo, ma a non più di 20 euro all'anno. Per il resto, VirtualBox è una soluzione più che ottima. Vi consiglio di provarlo.

Ma22

79 euro sono tanti. Max 19 euro l'anno

Ma22

Si. Un mio amico ha un PC assemblato con Mac OS. I7 e 8 GB di ram

Dr. Home

Virtualizzazione di primo o secondo livello?

CAIO MARIOZ

Anche, ma tutte fanno così in questo settore

al404

considerate anche VMware Fusion, almeno con una licenza lo potete mettere su più mac se serve

al404

E' incredibile come vogliono spennare i loro clienti ogni anno, questo intendevi?

al404

si, io le VM le tengo su disco esterno USB3

al404

quali sarebbero i programmi veri?

al404

quest'anno passo a VMware Fusion, mi son rotto della politica parallels:

- non puoi aggiornare windows se non aggiorni parallels
- 1 licenza = 1 mac, ormai tutti i software permettono l'istallazione su tutti i dispositivi personali o quelli più restrittivi ( come Adobe ) su 2

Fusion invece permette di installarlo su tutti i mac personali fino a 5 dispositivi e non mi pare che rilasci una nuova versione a pagamento ogni anno, pur rilasciando aggiornamenti costanti

oltretutto si c'è la versione di prova ( 30 giorni ) e si possono importare le macchine virtuali di parallels

Joel

Puoi anche usare Bootcamp che è gratis

Marco

con il MBP 15 2015 (gpu integrata) ci facevo girare FarCry 3 a medio/alta 50-60 fps (con parallels e windows 7)

Dr. Home

Dipende da cosa devi fare?
Funziona meglio di bootcamp? Sì, perché è molto integrato con macOS. Copia e incolla, Drag and Drop, programmi.

Non lagga, sembra di avere un altro computer da quanto funziona bene.

Non ti so dire se con programmi pesanti possa dare problemi.

Ti dico che ho fatto partire un gioco pesante e a parte le ventole sempre al massimo non mi dava grandi problemi.

Per cosa lo useresti?

Gabriel #JeSuisPatatoso

mi rispondo da solo ... vi lascio un paio di link. Se qualcuno di voi usa Linux ed è curioso fate pure, è un esperimento divertente ;)
https: // blog.ostanin . org/2014/02/11/playing-with-mac-os-x-on-kvm/
https :// bbs.archlinux . org/viewtopic.php?id=162768&p=110

Chirurgo Plastico

Funziona meglio di boot camp?

Gabriel #JeSuisPatatoso

ci sono due possibilità:
1) VMWare o Virtualbox, ma non avrai accelerazione HW e le prestazioni saranno ridicole.
2) Se usi Linux con QEMU/KVM e hai una CPU che supporta le istruzioni Intel VT-x e VT-d/ AMD SVM e SSE4.1 (entrambe necessarie anche su VMware e VirtualBox) e sia CPU e MOBO hanno supporto IOMMU puoi fare il GPU passthrough e avere prestazioni praticamente identiche ad un'installazione nativa (deciderai tu quanta ram, quanto spazio di archiviazione e quanto core far vedere alla macchina comunque). Se sei in questa situazione e sei comunque interessato posso passarti delle guide, ma è roba un po' avanzata.

Christian Saccani

Mi rispondo da solo: eseguendo Parallels Transporter Agent in Windows 10 mi pare di capire che venga creata una "configurazione" che poi potrà essere importata su MacOS. Peccato però che le due installazioni di Windows 10 (reale e virtualizzata) non si sincronizzino.

Christian Saccani

rdm significa? Temo, comunque, di essermi spiegato male. Ho un hackintosh con due SSD in dual boot con installazioni native di MacOS e Windows 10. Quello che vorrei fare, se possibile, è una macchina virtuale in MacOS che punti direttamente sull'SSD nel quale è installato Windows 10. Con VMWare Fusion questo non è possibile in quanto permette la virtualizzazione di installazioni Bootcamp e di altri PC connessi alla stessa rete locale

Dr. Home

Non lo conosco

Dryblow

Anche meglio di vmware fusion?

Dryblow

Certo, se lo fai puntare alla vm come rdm

Luca Vallino

Penso sia uno dei sw più usati su Mac..non ne ho mai visto uno senza

Aster

Come ho scritto sopra la mia esperienza e stata anche xon hardware obsoletto anni fa al universita' non per scelta mia mi sono trovato con un macbook del 2008 dual core e 4gb di ram e visto xhe usavamo solo software linux macchine virtuali in remoto(non virtual box era impossibile collegarsi al laboratorio) e compilare lunghe sessioni di notte unica salvezza e stato parallel,ovviamente ognuno ha le sue esigenze e disponibilita,per un studente forse e una spesa in piu

MMF22R

la tassa da pagare se hai un mac, ma ovviamente per lavorare ti servono i programmi veri xD
(pioggia di insulti in 3, 2,1...)

Liuk

Fantastico e tra un pò uscirà un nuovo Mac, un nuovo modello innovativo.

Il Mac Inino.

MMF22R

no, si fa e gira anche bene se hai un pc con prestazioni discrete

The

si ma è imbarazzante

Hereticus

Esiste la possibilità di "virtualizzare" il MacOS su un normale PC ?

Dr. Home

Lo sto provando proprio ora, dato il tempo libero.
Sembra di essere su un'altro pianeta.
Virtual Box in confront è un insulto!!

Ps:
Aspetto però a dare conclusioni dettale della foga del momento xD

Aster

L'unico software che comprerei sempre

Aster

Questa e un altro pianeta,ventole al minimo e quasi un bootcamp,peccato non e free

Aster

Stupenda anche con un macbook del 2008,peccato che non e open

DiRavello

Lo uso con Fedora. Ottimo

Tizio Caio

no, devono avere dei formati particolari per essere letti dalle macchine virtuali.

Alex

Lo usavo prima di parallels. Questo è nettamente superiore ma anche io costo non è da meno... 79 euro alla prima attivazione per poi costare 49,90 ogni anno ma ne vale la pena per funzioni e ottimizzazione

Nuanda

Beh direi che è normale

Christian Saccani

Sapete se Parallels Desktop, VMWare Fusion o simili riescono a virtualizzare un'installazione di Windows 10 presente un altro disco della stessa macchina?

The

provato ad usare ma si sente la differenza tra un os virtualizzato e bootcamp

Dr. Home

Come ti trovi?
Io ho sempre usato Virtual Box

Alex

Si, lo uso da anni su entrambi i Mac e non posso stare senza

CAIO MARIOZ

Supporta già High Sierra e Fall Creators Update? È incredibile questa software house

Apple iOS 12 su iPhone ed iPad: tutte le novità | Anteprima video

Apple, dove stai andando? | Editoriale

iPhone X: tutte le GESTURE di sistema #guida | Video

iPhone X: doppio live batteria | Fine ore 19:00 e 20.40