Apple brevetta la regolazione automatica di parametri audio/video in base alla posizione dell'utente

01 Febbraio 2013 10


Lo U.S Patent and Trademark Office ha di recente approvato la richiesta di brevetto inoltrata da Apple per un sistema che modifichi in maniera dinamica i settagi audio/video basandosi sulla posizione dell'utente in relazione al dispositivo sorgente.

Il brevetto per " Dispositivi con audio avanzato " riceve l'approvazione dopo poco più di un anno e mezzo dalla richiesta ( luglio 2011 ), accreditata agli inventori Aleksandar Pance, Brett Bilbrey, Darby E. Hadley, Martin E. Johnson e Ronald Nadim Isacco.

Il sistema non prende in considerazione solamente le regolazioni audio ma anche i settings video puntanto a migliorare l'esperienza a 360 °.  L'idea di Apple è focalizata sull'utilizzo di più sensori come microfono, camera,sensore di prossimità,infrarossi e altri, al fine di determinare la posizione dell'utente in relazione al dispositivo. Non viene  dimenticato neppure l'impatto che l'ambiente ha sulla rifrazione sonora e resa dell'immagine, infatti verranno presi in considerazioni gli interni variando la resa audio/video sulla base della presenza di finestre, tende, sorgenti di luce diretta e altro. Per fare ciò Apple ha coperto dal brevetto una moltitudine di elementi come le cam per controllare i movimenti oculari e il riconoscimento facciale, sensori di luce per la rilevazione della luminosità e sensori audio per le valutazioni di riverbero o altri parametri audio essenziali.

Multi User

I dati rilevati passeranno successivamente ad una fase di elaborazione che determinerà le impostazioni ottimali per una resa superiore. In pratica ogni metrica sarà valutata e calcolata sulla base dei dati d'ingresso, applicando filtri audio/video che regoleranno volumi, contrasto, luminosità e altri parametri. Parte significativa del brevetto è incentrata sul miglioramento dell'esperienza in videoconferenza dove primaria importanza viene data al riconoscimento facciale e alla qualità vocale relazionata a posizione  distanza dal pc .

Multi User

via


10

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Ivan

altri brevettano di molto peggio... solo che nn fanno notizia

kharonte

assolutamente d'accordo,negli ultimi anni poi,con i blog che alimentano le lotte tra utenti con articoli vaghi sui brevetti,è diventato sempre più difficile distinguere un brevetto serio da uno fatto tanto per dar fastidio alla concorrenza...purtroppo sta diventando una pratica troppo troppo diffusa

marcoforli

il brevetto ormai più che forma di tutela si è trasformato in un pretesto di lotte giudiziarie, a me sinceramente non entusiasmano queste cose, credo che il principio dietro all'origine dei brevetti sia giusta, poi come ogni cosa nata per far bene viene usata in modo indiscriminato e sbagliato.
Non parlo di apple e samsung, che non sono le uniche che si spennano in tribunale, ma tutte le medie grandi aziende hanno a che fare con i tribunali più spesso di quanto si possa immaginare.
Io lavoro per una software house che produce un ERP sul mondo del packaging, pensa che le cause sulle copie di scatole sono frequentissime e parliamo di imballi di cartone... per non parlare di quello che rischio se mi rubano il portatile.
Quando mi fanno inc4zzate dico "ma fanno scatole per la miseria", ma cmq il giro di soldi è alto e sono spietati, sopratutto le multinazionali americane...

kharonte

in questo caso credo tu abbia ragione e l'articolo riporti solo la sintesi del brevetto che riguarda l'algoritmo e i sensori per il sistema automatico e non il sistema automatico in sè...è anche vero che spesso le grosse aziende brevettano cose generiche che tra l'altro sono già state create da altri e questo porta ad avere spesso l'impressione che stiano tentanto un furto di invenzione :P

Mirco Fara

Pensassero prima a sistemare la LUMINOSITA' AUTOMATICA di quelli che sono invecei dispositivi in commercio anzichè brevettare e basta....

marcoforli

ancora con " ma lo avevano già brevettato", apple non ha brevettato IL SISTEMA di regolazione audio e video! ma ha brevettato IL SUO SISTEMA di regolazione audio e video, ci sono più modi di fare la stessa cosa e TUTTE le aziende brevettano il loro sistema!

Come per lo schermo touch, ci sono centinaia di modi di farli e ogni produttore brevetta il suo.

La parte interessante di questa notizia e che apple potrebbe introdurre questa tecnologia nei suoi prodotti, di brevetti sinceramente ho poco di cui preoccuparmi

Corewars

ahahah!!

Ferdix

Sky ha i diritti lol

Claudio M.

Che cazzata! Lo aveva già progettato e cosa più importante, COSTRUITO ED IN VENDITA la BOSE! ma chi è che accetta questi brevetti? Topo Gigio?

io sono nappo

quand'è che apple brevetterà il cielo?

iPhone XS Max e Apple Watch 4: live batteria (3174 mAh) | Fine ore 20.45

Apple iPhone XS Max ed Apple Watch Series 4: unboxing e prima accensione

Apple rilascia iOS 12: ecco tutte le novità

iPhone Xs, Xs Max, Xr e Apple Watch Series 4 | Video anteprima da Cupertino