Apple Watch con display microLED dal 2018 | Rumor

08 Giugno 2017 16

Secondo gli ultimi report provenienti dall'Asia, Apple sta portando avanti rapidamente lo sviluppo della tecnologia microLED. In seguito all'acquisizione di LuxVue, una società specializzata nella realizzazione di display a bassa potenza, avvenuta nel 2014, Apple ha investito una notevole quantità di risorse nel settore dei microLED e i primi frutti potrebbero arrivare già nel corso del 2018.

Stando a quanto riportato da Nikkei, infatti, Apple è l'unica compagnia al mondo in grado di affrontare la produzione in massa di display microLED, anche se al momento i costi di produzione restano elevati e le quantità ridotte. Sebbene sussistano ancora grossi limiti e l'applicazione di questa tecnologia risulti ancora lontana dal mondo degli smartphone, Apple potrebbe cominciare a introdurre il microLED partendo da dispositivi molto più piccoli, come Apple Watch.

Nikkei, infatti, sostiene che Apple abbia in programma di rilasciare un Apple Watch dotato di pannello microLED nel corso del 2018, abbandonando l'attuale tecnologia OLED. Questo passaggio potrebbe avvenire anche nel mondo smartphone, una volta che il microLED raggiungerà il grado di maturità necessario.

Per il momento pare che Apple dovrà fare affidamento sui display realizzati da Samsung, al fine di abbandonare gli attuali LCD per passare alla tecnologia OLED su iPhone. Tuttavia questa dovrebbe essere solo una fase transitoria in attesa del debutto definitivo del microLED, che permette di ottenere consumi inferiori e una maggiore luminosità rispetto ai display OLED.

Top gamma Samsung 2015 al giusto prezzo? Samsung Galaxy S6 è in offerta oggi su a 305 euro oppure da Monclick a 399 euro.

16

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Antsm90

Praticamente sì, con la differenza che non utilizza i cristalli liquidi (la compagnia acquisita da Apple nei prototipi di qualche anno fa utilizzava LED blu con davanti un semplicissimo filtro RGB, Sony utilizza direttamente LED RGB, quindi senza alcun filtro)

Andrej Peribar

Infatti ho corretto :)
ora ho scritto "commette una imprecisione" :).
perchè non volevo dire che non avessi esposto correttamente la questione nella totalità, ma mi serviva a far capire a stef684 che il problema è LCD non il LED :)

Antsm90

Se mi tagli pezzi di frase è ovvio che il mio discorso sembra errato :)

Comunque quando dicevo schermi microLED intendevo parlare del tutto (un po' come quando si dice schermo LCD... Non è che si intende parlare dei soli cristalli liquidi, ma si intende tutto lo schermo, retroilluminazione ed elettronica incluse), ed infatti ciò che hai scritto in questo post è esattamente ciò ce ho detto io ([...] in cui questi ultimi [ovvero i LED] sono talmente piccoli da essere utilizzati come subpixel [...])

Andrej Peribar

Volentieri :)

Quindi, come per magia, ecco svelati i piani di Apple che tanto è stata bistrattata per il fatto che non utilizzasse pannelli OLED

L'acquisizione di LuxVue da parte di Apple è avvenuta nel 2014 (c'è anche il link nell'articolo) non è una novità o nascosta. Bastava saperlo per "capire i piani di apple" (ma questo è un dettaglio ma visto che precisiamo).

L'errore che si fa spesso è non comprendere che dietro un nome i nascondono spesso più tecnologie.
Apple non ha usato gli OLED perchè gli attuali OLED che usa samsung (i superamoled) soffrivano di problemi di burnin.
Gli OLED che invece usa LG (white oled) sono una diversa tecnologia che non ha questi probllemi così evidenti, che non conviene però usare su schermi molto piccoli.
Apple passerà (da rumor) all'OLED perchè è l'unica tecnologia che non necessita di retroilluminazione quindi può essere arricchita con i sensori.
Non per il nero o la fedeltà cromatica, ma per i sensori.

La stessa Samsung solo oggi riesce a produrre OLED decenti senza bianchi che sembrano azzurri e colori non rispondenti la realtà. Sempre la stessa Samsung nelle sue tv preferisce ancora oggi affidarsi agli LCD.

La migior tecnologia OLED ad oggi è quella di LG, non di samsung.
Samsung non usa la sua sua sui TV perchè non vuole pagare i brevetti ad LG e applicare la sua è troppo costoso.
Per nessun altro motivo.

Le tecnologie dei display per TV e quelle degli smartphone non sono interscambiabili.
Tutti vogliono sostituire gli LCD, tutti.
Perchè gli LCD sono una tecnologia che è al limite della sua ottimizzazione.
Il problema degli LCD (che sta per dispay a cristalli liquidi non è nei LED che vengono usati nella retroilluminazione ma nei Cristalli liquidi che hanno bisogno di reetroilluminazione.
Antsm90 sotto scrive il commento più votato dicendo

Gli schermi microLED sono schermi composti <ins>da una retroilluminazione Full LED</ins>

ma sbaglia.

I microled non sono una tecnologia con retroilluminazione, sono effettivamente dei LED (ossia senza LCD) così piccoli da essere usati come singoli pixel.

Per questo eliminano tutti i difetti degli LCD come il local dimming non perfetto che gli OLED garantiscono.

Questa tecnologia per ora è estremamente costoso ecco perchè la mettono sul watch e non su iphone.
Per lo stesso motivo, il costo, non si fanno tv LCD con retroilluminazione FullLED e per lo stesso motivo non si vendettero i PLASMA.
Non perchè fosse una tecnologia di transizione, ma perchè il mercato del tempo non era disposto a pagarla.

Spero di non aver saltato nulla.
riassumento
Le tecnologie hanno diverse implementazioni
il problema degli LCD non è il LED ma proprio il pannello LCD

stef684

Aiutami a capire, allora..

Andrej Peribar

troppe inesattezze :/

Sepp0

Il plasma sarà pure stato transitorio, ma il livello di resa dei colori dei top di gamma Kuro di Pioneer (poi Panasonic) i vari tipi di LED devono ancora vederlo.

Seraph84

...in poche parole è un local dimming molto spinto...un ibrido tra lcd e oled...

ice.man

Questo microLED alla fine è come il Q-LED di Samsung o il Chrystal-LED di Sony in cui stanno rimpicciolendo la dimensione del singolo LED fino ad arrivare alla dimensione di un pixel. A quel punto diventeranno praticamente una alternativa inorganica agli attuali OLED. Ma nel trattempo continueranno ad essere usati come fonte di retroilluminazione in modalità microdimming per pannelli ldc

stef684

Quindi, come per magia, ecco svelati i piani di Apple che tanto è stata bistrattata per il fatto che non utilizzasse pannelli OLED. L'OLED è stato più volte detto essere solo una tecnologia transitoria, un po' come il plasma di 10 anni fa'.
La stessa Samsung solo oggi riesce a produrre OLED decenti senza bianchi che sembrano azzurri e colori non rispondenti la realtà. Sempre la stessa Samsung nelle sue tv preferisce ancora oggi affidarsi agli LCD.
Insomma, alla fine le scelte attendiste di Apple si dimostrano vincenti!

CAIO MARIOZ

Inoltre sono ancora più sottili degli OLED e consumano meno degli OLED

Nick126

https://uploads.disquscdn.c...

Antsm90

Sì esatto

Pirupa

All'avanguardia della Tecnica.

Giulk since 71'

Quindi di fatto è possibile regolare l'illuminazione, accendere o spegnere, ogni sub pixel indipendentemente, giusto?

Antsm90

Siccome l'articolo non lo spiega: Gli schermi microLED sono schermi composti da una retroilluminazione Full LED in cui quest'ultimi sono talmente piccoli da essere utilizzati come subpixel (ovviamente ponendo davanti un filtro RGB), addirittura SOny ha fatto uscire una soluzione commerciali per megaschermi con questa tecnologia (che SOny chiama Crystal LED), la quale ha tutti i vantaggi dell'OLED e nessuno dei suoi difetti, il contro è che su grossi polliciaggi i costi sono altissimi

Recensione Apple iPad PRO 10.5: è il tablet più potente

iPhone: 10 anni fa debuttava lo smartphone che ha cambiato il mondo

iOS 11 di Apple, tutte le principali novità su iPhone e su iPad | Video

iMac Pro 18 CORE e iPad da 512GB. Tutte le novità del WWDC 2017 | Video