Recensione Macbook Pro 15 con TouchBar

18 Marzo 2017 1704

Rimani aggiornato quotidianamente sui video, approfondimenti e recensioni di HDblog. Iscriviti ora al canale Youtube, basta un Click!

Il titolo della video recensione non è una provocazione o, peggio ancora, un attira click. È davvero che quel che penso dopo un mese largo di utilizzo. L'ultimo Macbook Pro 15 con TouchBar è il portatile Apple più potente, più impressionante, quello che sfrutta di più l’assemblaggio hardware e l’ottimizzazione software. Per dirla una, senza citare il display da 545 nit misurati, la scocca in metallo e la nuova vicinanza alle dimensioni di un 13 pollici, riesce a consumare meno di 5 watt quando fa lavori basilari, quasi quanto un Core m. E non è una cosa comune.

Usarlo è un piacere a cui si fa presto l’abitudine, col finire per dimenticarsi che la categoria portatili, là fuori, non ha ancora un vero rivale. Dell XPS 15 di ultima generazione è la macchina che ha più senso confrontare, pur accettando compromessi sulla qualità costruttiva, sul display, sulla portabilità - importanti, vero, ma non a questo livello. Lo Spectre X360 15 di HP ha una CPU Dual Core; Asus ed Acer non hanno veri modelli premium con questa diagonale; Microsoft potrebbe stupire con Surface Book 2, ma c’è il rischio che ne verrà fuori un prodotto per dare direttive ai partner, messo in vendita per segnare una supremazia hardware e non per l’utente finale. E, comunque, probabilmente un Dual Core.



Pollici Dimensioni (mm) Batteria (Wh) Peso (gr)
Macbook Pro 15 TouchBar 15.4 350 x 240 x 16 76 1830
MacBook Pro 15 (2015) 15.4 360 x 247 x 18 99.5 2040
Dell XPS 15 9560 15.6 357 x 235 x 17 56 1800
HP Spectre X360 15 15.6 378 x 247 x 16 64.5 1820
Asus Zenbook Pro UX501 15.6 383 x 255 x 21 96 2060

Al di là di questo i Mac si comprano per scelta (moda, il piacere di usare dei portatili di fascia altissima, l’integrazione con iOS o contesti lavorativi a tema, le licenze software in possesso) e si accetta di pagare quel qualcosa in più con la consapevolezza di avere tra le mani un prodotto che tiene il listino. Il Macbook Pro 2014 di un fotografo, per dire, può essere rivenduto oggi con una perdita di poche centinaia di euro - ed è un vantaggio che su un portatile da lavoro vale la scheda tecnica. Fino a due o tre anni fa, inoltre, si comprava un portatile Apple per mancanza di alternative. È difficile trovare dei veri concorrenti anche adesso, figuriamoci quando la concorrenza vantava Ultrabook con Windows 8.1.

Il profilo del nuovo Macbook Pro 15 è spesso 16 mm.

Perché allora ho scritto che Macbook Pro 15 Late 2016 non è il miglior portatile nonostante sia il miglior Macbook Pro? Perché il suo stentare quando portato fuori dal contesto lavorativo ideale ne fa una macchina poco universale, adatta alla sua utenza ideale e stop. Gli altri la troveranno fantastica per certi versi e deludente in altri, con i primi che non riusciranno, comunque, a far tollerare i secondi. Per capire di cosa sto parlando basta citare la solita suite Adobe. Premiere Pro, After Effects, Lightroom (anche se in via minore) stentano su Mac da un paio d’anni a questa parte perché preferiscono architetture che Apple non supporta (i core CUDA delle GPU Nvidia, le librerie Metal anziché le OpenGL, ed altro).

Benchmark Macbook Pro 15 TouchBar

Macbook Pro 15 TB
i7-6920HQ/16/1000
Macbook Pro 15
i7-4870HQ/16/512
Macbook Pro 13 TB
i5-6267U/8/512
GeekBench 3 64-bit 3877/15232 3359/12583 3490/7410
Cinebench R15 83.06/666 61.07/529 36.18/313
GFXBench Metal Man: 7126/10814
T-Rex: 6715/18768
ALU2: 3598/22799
Man: 1217/4444
T-Rex: 2859/8837
ALU2: 1131/9798
Man: 4353/5025
T-Rex: 6461/10142
ALU2: 3584/12642
Novabench
RAM/CPU/GPU/HW
1139
224/696/146/73
1286
229/836/161/60
748
177/446/61/64
QuickBench SSD MB/s 2886/2258 1513/1874 2949/2298
Unigine Heaven 4 65.5/1650 29.6/747 12 / 302

Apple preferisce scegliere i singoli componenti e metterli insieme nel modo più congeniale allo sviluppo del progetto che andranno a formare. Progetto che, per un bel 50%, tiene conto anche del software, del sistema operativo, dei programmi nativi, degli accordi commerciali. È sopratutto per questi motivi che Macbook Pro 15 riesce a gestire bene temperature, consumi, rumorosità, piacevolezza d’uso. In una fase che classifica i processori in base ai watt che hanno avuto il permesso di sfruttare, l’hardware funzionale di Apple ha molto senso. La priorità all’utente macOS moderno ha i suoi vantaggi.

Generazioni a confronto: Macbook Pro 15 Late 2016 e iMac G4 20 pollici.

Quindi ok, già che siamo in tema di creatività, usare FinalCut Pro, Logic e compagnia bella su questo Mac. Si compensa anche la tecnologia AMD Radeon Pro inferiore alla Nvidia di pari livello. Chi usa questi programmi trova il paradiso su questo schermo, con questo touchpad, con questo impianto audio. È una pessima idea, al contrario, provare a farci altro, pensare che possa raggiungere gli stessi livelli con tutto e su tutto. Macbook Pro 15 non è il Mac che un utente Windows dovrebbe prendere. È il miglior Mac per un utente Mac, quello più piacevole e più a suo agio nell’ecosistema Apple. Resta da capire se questo è un vantaggio o uno svantaggio sul mercato attuale.

Autonomia Macbook Pro 15 TouchBar

MBPro 15 TB
Consumo orario / Durata
MBPro 13
Consumo orario / Durata
MBPro 13 TB
Consumo orario / Durata
Internet work e Social
Safari 4-6 tab / Skype / App Twitter
10.6% / 9.4 h 9.3% / 10.7 h 7.5% / 13.3 h
Conversione HandBrake
H.264/H.265 10-bit mp4/m4v
98% / 1 h 39% / 2.7 h 72% / 1.4 h
Videochiamata Skype
4 video / Cam Facetime
23.6% / 4.2 h - 35% / 2.8 h
Netflix HD 9.6% / 10.4 h 14% / 7.1 h 16% / 6.2 h

*: display e audio al 50%. Illuminazione tastiera su bassi livelli.

Non è una recensione classica, penso sia chiaro. Questa volta ho lasciato gran parte delle considerazioni alla video recensione. Guardatela, perché ci sono cose che qua ignoro. Però ci sono due aspetti tecnici che voglio portare in risalto: la qualità del pannello IPS (luminosità, contrasto, copertura del colore) e la scelta di affidare tutte le espansioni a porte che il mercato non ha ancora deciso come affrontare. Ho difeso le Thunderbolt su MBP 13 e Macbook 12 perché in mobilità vedo e credo in situazioni che non necessitano sempre di una chiavetta, di un masterizzatore DVD, di un hard disk esterno da attaccare in treno. I vantaggi dei portatili da strada come i due Apple sono superiori al fastidio (?) di un adattatore USB tenuto nello zaino.

Macbook Pro 15 non rientra in questa categoria, è una workstation: nasce per essere espanso, collegato, per fare quel che non dovrebbe. Qualcosa per dare una mano al cliente si poteva fare. Non è colpa di Apple se la USB-C è ancora in mezzo al caos, non dipende nemmeno da noi. Ma era una noia prevedibile. E non si è fatto nulla per venirci incontro.

Macbook Pro 15 TouchBar: pregi e difetti

Il miglior display della categoria, nel miglior telaio.Ha la Wi-Fi ac e la SSD PCI-E più veloci tra i Macbook.Mai in throttling: con le ventole a regime tiene la frequenza massima per tutto il tempo necessario.Gestisce la forbice del TDP come nessun altro portatile. Attiva la GPU dedicata quando serve nel modo corretto.Ha il miglior touchpad della categoria portatili, e il miglior audio tra i Macbook.Può gestire 2 monitor esterni 5K o 4 monitor 4K (uno per porta).Propone un concept da sviluppare: touchbar con vibrazione? touchpad con apple pencil?
A 4 mesi dal lancio, ha già una scheda tecnica superata.In Italia, ha un prezzo da giustificare.La dotazione di porte è scomoda, ed il jack cuffia non ha più l'uscita digitale.L'alimentatore di serie da 87 watt non basta per caricarlo quando a pieno carico.Difficile da riparare e impossibile da aggiornare.
La mela argentata sul coperchio non è più illuminata, ma riflette la luce.

Chiudo qua, perché mi sembra di aver fatto capire a chi è interessato a questa macchina se vale o meno la pena spendere dai 2800 ai 4140 euro per comprarne una. La risposta è sì, se il contesto lo rende necessario e possibile (il salto prestazionale sui modelli precedenti merita l’upgrade - si nota bene anche nei benchmark, e le novità funzionali sono veri, nuovi strumenti). La risposta è no se il tempo ci ha portati verso altre idee e modi di fare. In un certo senso, è un Mac che va bene per chi ha già un Mac adeguato. Chi trova incompletezza su un Macbook Pro 2014 non risolverà con questo modello perché i concetti che lo regolano, per quanto di evoluzione superiore, sono gli stessi.

Lo Smartphone Samsung più desiderato? Samsung Galaxy S7 Edge è in offerta oggi su a 455 euro.

1704

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Un_fanboy_apple_icsdi

Ed ha anche un motore a benzina

Gianluca

Boh.. Alla fine che fa da padrone è sempre il mercato, vedremo cosa accadrà in futuro, certo è che la concorrenza è sempre un bene per noi consumatori e ben vengano prodotti simili a prezzi decisamente inferiori... Speriamo bene per noi ^^

Gianluca

Ah.. ecco, beh devo esserti sincero, mi hai quasi aperto un piccolo mondo, perchè non mi aspettavo che certe macchine a certi prezzi (sopra i 1000) potessero avere questi difetti di fabbricazione, soprattutto quelli delle USB e dello schermo, caspita non ti nego che ho un pò di timore a comprare un pc, perchè dell'assistenza mi fido poco a dire il vero... Comunque ti irngrazio molto per le tue dritte ^^

kpkappa

Sono stati proprio quelli della finanza a darmi le linee guida.
Perché essendo fruitore di fondi pubblici/europei non posso permettermi problemi.

xyzkkk

Si perché per toglierlo dall'elenco degli strumenti dei lavoro, te lo rivendi a un prezzo finto di 1€ e poi lo rivendi a 600€ come privato.
Quando fai questo passaggio sottovaluti uno strumento per poi farci la cresta. Chiedi a quelli dell finanza e vedrai cosa ti rispondono ;)

Diego D. De Zan

Fa un po' come ti pare....

Simone

Basta tu blocco...
Dovevo ascoltare

Diego D. De Zan

....Continui.....

Diego D. De Zan

Troppo difficile fare il troll parlando in italiano?

Gark121

quale sarebbe il paragone al prezzo? 650€ hai detto. quello che messo io costa 644.

hai preso un aggeggio obsoleto da ogni punto di vista e stai cercando di farlo sembrare un buon acquisto, però secondo te sono io quello che vuole "vincere l'internet ad ogni costo"...
2.5kg e 15" ma poi ha la potenza di un i5U (cose meglio e cose peggio ovviamente, ma globalmente non è che ci sia tutta sta differenza), uno spazio di lavoro piccolo perchè hai pochi ppi (ho un macbook pro 15 retina, so benissimo quanto è lo spazio di lavoro a 900p, ossia poco) e non ci sono le opzioni dei modelli retina per sfruttare meglio il display, e una batteria che 6 ore le faceva 7 anni fa. non chiamarlo "buon acquisto", perchè fa ridere. magari a 400€ è un buon acquisto. ma a 650, sinceramente, no.

Simone

Come difendersi quando si sparano stronzat3 e poi ti capita uno che non fa l'idiot@ di turno ma ad un semplice "perché" ti fa KO...

Diego D. De Zan

Tu non hai mai smesso....

Gianni Papera

Certo qualsiasi mancanza in paragone al prezzo è pregio, l'importante è vincere l'internet, essere i "più meglio", essere i criticatori, essere avversi a tutto e tutti, la ragione ad ogni costo, soprattutto quando nella vita reale vi piscia in testa chiunque...

Gabriele Soncin

e la panda ha porte piu utili del mac

Gark121

hai elencato un altro pregio insomma

CAIO MARIOZ

Usano mega server per fare i loro calcoli ovviamente

Gianni Alberto Passante

sono abbastanza certo che al cern di ginevra usino desktop della santissima, poi certamente per molte cose useranno i notebook personali e certamente tanti macbook pro che sono macchine fantastiche. ma in generale nelle aziende che usano potenza bruta si usano desktop, windows o mac che siano.

Gianni Papera

peccato che è 13 pollici ooops

Greetings

Comprati un HP da 250 euro e ti funzionerà tutto

Gark121

ma perchè preferire la plastica quando puoi avere tranquillamente l'alluminio pure tu?

Gark121

alluminio, tastiera retroilluminata, buoni speaker, ips (fhd, sai com'è, siamo nel 2017), ssd, 8gb di ram, 7 ore di uso vero e non una batteria decrepita, hw di questo decennio e 2 anni di garanzia amazon.
con windows una cosa che abbia un touchpad al livello di quelli di un mac anche vecchio non c'è a nessuna cifra, in compenso con 20€ compri un ottimo mouse bluetooth.

https://uploads.disquscdn.c...

CAIO MARIOZ

pure al CERN di Ginevra utilizzano i MacBook Pro

CAIO MARIOZ

dipende dalle esigenze, io vedo che chi lavora in Apple, Google, MS, Facebook utilizza soprattutto portatili

Virkash

Peraltro solo gen 1, neanche gen 2.

Gabriele Di Bari

Umn, vero, è una USB 3.1 Type C.

Virkash

Mmm, no. Ha delle normalissime type-c con display-port come alternate mode. Niente Thunderbolt.

Gabriele Di Bari

Tecnicamente, ha delle Thunderbolt type-c ;)

Gianni Papera

Ma sei diversamente abile o cosa?
TI RIPETO TIRA FUORI IMMEDIATAMENTE UN LAPTOP DA 650 con HARD DISK + SSD 8 GB DI RAM e PANNELLO IPS.
OPPURE TACI!!!!

NEXUS

ma quale valore, è un semplice pc che costa più o uguale ad altri pc top di gamma e fa molte meno cose, poi se te non consoci gli appleidioti meglio per te, ma ti psso assicuare che ci sono e pensano di essere ricchi per un iphone ahahahha

yammocaccadblog

puoi significa permettere? io intendevo c'è chi può (comprendere il vero valore) e chi non può. Pardon pensavo che ci arrivassi ma sbagliavo di molto

Simone

Intanto ancora dici un motivo.
Ergo, hai detto una stronzat@

Diego D. De Zan

Hai delle serie carenze......Personali (diciamo così...).

NEXUS

Ma gli scemi sono quelli come te , e ti ricordo che sei te che hai scritto
4 giorni fa
c'è chi può e chi non può ;)
tu evidentemente non puoi ma vai a dire che non "vuoi" ;)

Eppoi te lo ripeto, non è la prima volta che gli Appleidioti fanno ste affermazioni da pezzenti

yammocaccadblog

Ma quale ricchezza ahahahah. Sei scemo forte eh

Simone

Informaticamente parlando(quindi in modo non offensivo).
La nullità siamo noi due...
Dovresti vedere la nullità di Apple ora come sarebbe senza Microsoft...
Comunque io non sto facendo vendita di prodotti, ma voglio chiarirti ciò che di chiaro non hai

Simone

Che difetti?
Ci furono dei precisi difetti che non hai citato e che sono stati risolti bene o male subito.
Stai curando fatti capatina per aria.
Dimmi i difetti...

Dingo Unchained

Ma cianciare cosa????
Hai difficoltà a trovare un i5 da 650 euro su Amazon?????? Non ci riesci da solo? A che pro dovrei darti un link? Per farti ricominciare da capo "NON È IPS, NON È ALLUMINIO, LE CASSE NON HANNO I BASSI" ecc. ecc.???
L'audio di un portatile fa schifo. per quanto si possano sforzare a farlo buono farà sempre schifo, un mio amico ha comprato un hp con casse Bang & Olufsen...... e l'audio fa schifo, con tutto l'impegno che si possa metterci è impossibile rendere decente l'audio di un portatile, e solo questo fa gia da cartina tornasole delle altre impareggiabili feature.
Adesso per favore mi spieghi tu perchè un i5 x86 di sette anni fa dovrebbe essere superiore ad un i5 nuovo? Perche un banco di ram o un hd di sette anni sono superiori ad un hd o un banco di ram attuali?
Anzi per favore non farlo, questa cosa sta degradando entrambi ad un tale livello di stupidità da far rabbrividire.
Rimaniamo ognuno delle proprie opinioni e saluti.

Diego D. De Zan

Windows in qualunque declinazione....E Microsoft.
Quelle macchine, quando sono state annunciate, erano una deliziosa novità per il mondo Microsoft, mi erano piaciute molto. Ma erano state proposte dall'azienda sbagliata. Famosa, sopratutto per i suoi errori passati.
Ovviamente anche Apple ne ha fatti. Ma lei li ha corretti quasi subito.
Microsoft, nei primi tempi, ha cercato di negarli, poi ha tentato di fare credere che erano i clienti e gli utenti a non capire niente e solo quando è stata coperta, metaforicamente, da fischi, improperi e insulti da meta del suo mondo ha fatto qualcosa.
Spero che con Satya Nadella cambino le cose....Lui è sulla buona strada, vediamo quanto lo lasciano fare.

fabrynet

Finalmente si comincia a ragionare.

Diego D. De Zan

Ti ringrazio, ma io ho fatto una scelta. Anni fa.Non era a favore di Microsft.
Visto che ho conosciuto le schifezze che facevano (e forse fanno ancora) e raccontavano per fare comprare cose Microsoft a tutti gli sprovveduti (dal loro punto di vista, s'intende) che incontravano. Dopo tutto dovevano mangiare anche loro, tutti i i giorni e fuori dal quel mondo erano (e forse sono tutt'ora) delle nullità, informaticamente parlando, s'intende.

Azzorriano

Sul carico di lavoro hai ragione, meglio un AIO.

Fafnir

no,troppo per una pompa

KenZen

Come ho scritto sopra, qui non si parla di 4000 euro perchè quel computer non costa tanto. Tra qualche mese si troverà a poco più di 2000.
Saluti

Mik

qui si parla di 4140 euro.....e le mie considerazioni sono riferite a questo prezzo

KenZen

Maggiore? Guarda che il Mac l'ho pagato 2200 euro al tempo (2014) con 16gb di ram, 512 ssd e gpu dedicata. Non scherziamo dai.
Saluti

Mik

condivido!
(gap a parte che è sicuramente maggiore dell'importo che indichi)

KenZen

Non sono un manager ne utilizzo il mio MacBook Pro (top) per chissachè quale lavoro (mi diletto con la fotografia). Ho scelto Apple per il suo ecosistema ed ho preso il pro top di modo che possa tenerlo per più tempo. Ovviamente ho la possibilità economica per poterlo fare e non guardo le 3-400 euro di differenza con i competitors che reputo inferiori. Voglio il meglio per le mie (non) esigenze. Non vedo dove sia il problema.
Se un oggetto non ce lo possiamo permettere, semplicemente non lo compriamo e/o ci rivolgiamo a proposte più commerciali.
Saluti

KenZen

Questo laptop non costa 4000 euro. Quella è solo la versione più pompata.
Saluti

KenZen

Non proprio. Ci sono delle "incompatibilità". Poi dipende dall'utilizzo che ne devi fare.
Saluti

CAIO MARIOZ

Infatti chi fa video editing guadagna tempo con Final Cut Pro

Apple ha venduto 78.3 milioni di iPhone nel primo trimestre fiscale del 2017 | Grafici

Apple MacbookPro con TouchBar: tutte le novità in video | #parliamone

Apple, risultati del 4° trim. fiscale 2016: venduti 45,5 milioni di iPhone | Grafici

Apple iPhone 7: perché sceglierlo... e perché no | Recensione