Apple Pay in arrivo in Italia: UniCredit e Carrefour Banca tra i partner ufficiali

07 Marzo 2017 158

Ormai dovremo esserci: il debutto ufficiale di Apple Pay in Italia è dietro l'angolo. La notizia arriva direttamente dal sito ufficiale del servizio di pagamento di Cupertino, aggiornato recentemente per illustrare tutte le funzionalità di Apple Pay anche al pubblico italiano.

Ma non solo questo, dal momento che, a fine pagina, è possibile scorgere i nomi dei principali partner bancari che accompagneranno Apple nel momento del debutto sul suolo italiano. Primo tra tutti, troviamo UniCredit, seguito da Boon e Carrefour Banca. I circuiti supportati sono Visa e MasterCard.


Le immagini che vedete sono tratte direttamente dal sito ufficiale italiano di Apple Pay. Come potete notare, il servizio non è ancora attivo ma viene segnalato come in arrivo; ricordiamo che, per poter effettuare i pagamenti tramite la piattaforma Apple, è necessario disporre di un iPhone (a partire dal 6) o di un Apple Watch, nel caso in cui si vogliano effettuare acquisti presso i rivenditori fisici, mentre sarà possibile effettuare i pagamenti online anche tramite iPad e Mac, oltre alle restanti varianti di iPhone sprovviste del chip NFC.

In particolare, a partire da iPad Air 2 e sui nuovi MacBook Pro, sarà possibile effettuare i pagamenti online autorizzando la transazione tramite il sensore Touch ID. Insomma, manca davvero poco all'arrivo ufficiale; ad oltre due anni dalla presentazione ufficiale, Apple Pay è ormai pronto a sbarcare in Italia.

Il best seller rinnovato in chiave 2016? Motorola Moto G4, compralo al miglior prezzo da Amazon a 185 euro.

158

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
romeop

hahahha mi fai morire dal ridere!

Saccente

Quando alle 6 di mattina, in partenza per un viaggio, il bancomat si spegne con la carta dentro, cambierai punto di vista. Oppure lo cambierai quando all'estero nessuna delle due carte di credito funziona più e non conosci la lingua. Questione di esperienza, che non hai.

Squak9000

No non servono... ma in caso di emergenza voglio avere il massimo della disponibilità per comprare cose e persone.

Questione di punti di vista...

iTunexify

Considerando che i POS NFC sono ovunque, gran cosa!

CAIO MARIOZ

Con la carta sei più vulnerabile, punto.

Saccente

Non mi servono 5000 euro tutti i giorni. Ma quando esco di casa voglio avere dei contanti per gli imprevisti, i quali devono essere sufficienti a garantirmi un pasto, un pernottamento e un viaggio fino casa con mezzi pubblici. Ma anche pagare la spesa al supermercato o il carburante per la macchina o la cena al ristorante se le carte, per qualsiasi motivo, non funzionano. Duecento euro sono sufficienti per non restare vittime delle tecnologie. Parliamo della vita quotidiana, non del viaggio in Kenya.

romeop

ah certo, i miei soldi sul conto x arriveranno sul conto del commerciante y come per magia.....
non hai amici che lavorano nell'It di una banca?
No vero, non hai idea per ogni dato della quantità di punti in cui viaggia una transizione, aggiungi poi che viene innescata da un telefono e un punto si aggiunge di sicuro
Se poi per te avviene tutto per magia sogna pure, finchè qualcuno come Snowden vorrà ficcarci il naso e si scopriranno gli altarini....
ma fino ad allora sarà più sicuro comprare da un telefono... che pure si scarica.....
viva la libertà di pensiero, del resto il mondo è bello perchè è vario

Aster

si penso di andare su una di queste due,tanto non ho molte esigenze qui in italia

TurboCobra11

Allora chiedo venia, quella dell'iphone mi è sfuggita, ricordo il Lumia 520 3 anni fa ma quella dell'iphone non l'avevo mai sentita. Comunque gli anni scorsi facevano una promozione a inizio anno e basta adesso hanno ricominciato a fare varie promozioni una dietro l'altra. Comunque Che Banca e Fineco sono ottime anche come gestione del risparmio, fare qualche investimento ecc, oltre che come conto. ...Saluti

Squak9000

Vabbè... la carta hai un budget molto più grande.

Non è che puoi andare in giro con 5000€ cash...

Cioè, con i soldi puoi fare tutto e arrivare ovunque senza ostacoli... con un par di cento euro come minimo ci fai un fine settimana (e restano gli spiccioli)

Aster

non non credo,che banca ha avuto sia i lumia che iphone 5c,nella mia citta c'erano ancora i poster fino a pochi mesi fa

TurboCobra11

Quella che tempo fa dava l'iphone era hello bank, non so se lo fa ancora, Che banca fino al mese scorso dava buoni da zalando, e price e un altro che non ricordo a scelta, adesso da il buono su Piqudro, store di accessori in pelle da ufficio. Penso tu abbia fatto confusione fra Che Banca e Hello bank. ...Saluti

Saccente

Ecco, questo post bisognerebbe metterlo in coda ai post di alcuni anni fa, quando i fandroid prendevano in giro gli utenti Apple perché non avevano ancora l'NFC.

Saccente
personalmente non uscirei mai dibcasa senza carte.

Io invece non uscirei mai di casa senza dei contanti.

MusicIsMyLife

In realtà è in continua crescita , solo nell'ultimo anno è stabile

alberto-29

Finalmenteeeeeeeeeeeee!!!!!!! ca@@0!!!!

Aster

Si è nella lista magari mi danno un iPhone 5c;)

fabrynet

Il Secure Enclave contiene un ID univoco sconosciuto anche ad Apple utile per crittografare i dati sensibili.

Dangrep

Vabbè per quelli mobile è la stessa cosa, basta utilizzare interfacce proprietarie minimali ma funzionali, per fare ciò che si intende fare.

Oggettivamente la preoccupazione deriva da una motivazione plausibile. Se uno già di suo è poco ferrato, e gli si crea un mondo chiuso senza necessariamente basarsi su quanto lo sia di suo l'os, allora va già bene. Basta sapere come ridurre al minimo le problematiche in funzione dell'utente.

fabrynet

Stavo parlando dei sistemi mobile.
Per i sistemi desktop proprio la gestione degli utenti e dei permessi è il tallone di Achille di Windows. I Mac ereditano la gestione dei permessi di Unix/Linux, tutta un'altra storia.
Poi per carità ci si adatta a tutto, ma bisogna analizzare il motivo per cui le aziende (magari tecnologicamente più consapevoli) prediligono sistemi come iOS e Mac.

Dangrep

Guarda, già Windows per esempio in sè per sè dispone, oltre che di una impostazione di default dei permessi già a prova di stupido (se tenti di eliminare qualche cartella di sistema, ti avvisa che non hai i permessi da trusted installer.), di una gestione degli account utente che permette di crearne non administrator.

Quindi boh...non mi sembra tragica la situazione.

fabrynet

Chiuso intendo che l'utente non può far danni sia volontariamente che involontariamente avendo libero accesso al file system. Tieni conto che anche tra i professionisti che lavorano nelle aziende non tutti sono tech addicted o peggio ancora non tutti sono in buona fede.

Dangrep

Te l'ho già detto, la semplicità è relativa, e la stessa cosa vale per la sicurezza.

I sistemi poi possono risultare chiusi anche se connessi ad una rete interna aziendale, che nessuno può attaccare per ovvi motivi.

raffaelemzz

Probabilmente saranno Visa e Mastercard a pagare una commissione a Apple

fabrynet

iOS in generale è più semplice da usare, più integrato nei servizi e nell'ecosistema, più sicuro proprio perché chiuso.

Dangrep

"Semplici da usare"

Non esistono dispositivi "semplici da usare", in questi casi serve sempre un minimo di apprendimento.

"Sicuri"

Nessun sistema è sicuro, o più sicuro di altri. E lo si è visto negli ultimi anni.

"Pronti all'uso"

Come lo sono praticamente tutti.

fabrynet

L'azienda deve essere produttiva, i dispositivi che utilizza devono essere semplici da usare, sicuri e pronti all'uso, sicuramente non ha tempo da perdere e denaro da spendere per stare dietro ai problemi informatici.

Dangrep

Mah...alla fine devi anche considerare come loro gestiscono i loro sistemi, e se li lasciano in mano a sprovveduti o meno (anche questo influisce sull'assistenza).

fabrynet

Certo in Italia è inferiore. Il report comunque è significativo e dovrebbe far riflettere.

TurboCobra11

Ottima anche Che Banca, rapporto qualità prezzo ottimo

Slowbro26

Dal 13 gennaio 2018 il limite dei pagamenti "rapidi" può essere portato da ogni servizio di pagamento a 50 euro per transazioni contactless, e 30 euro per transazioni online.

Dangrep

Si, però il fatto rimane sempre quello, qui in Italia il dato è comunque inferiore a quel 91/99% descritto.

TurboCobra11

a quanto ne so il limite sarà 25€ come per tutti i pagamenti contactless, oltre si deve firmare la ricevuta.

fabrynet

Hai letto il report?

Dangrep

Poi ti giri, e vedi che nelle aziende hanno ancora XP, e gli stand nei supermercati usano tablet Samsung.

Dangrep

Delle aziende come Foxconn, che sulle loro catene di montaggio utilizzavano PC con XP? Mah...

Alex R.

Quindi non cè nessun limite se non quello della carta di credito, meglio cosi se no era inutile, thanks

Alex R.

A ok infatti m sembrava un non senso questo limite, meglio cosi, thanks

Kikko

qusto Jamf ovviamente, non ci vuole molto per capirlo
"Since 2002, Jamf has been solely focused on helping organizations succeed with Apple"

fabrynet

Chi sarebbe l'Apple fan Jamf che ha pubblicato il report, Migliorino che ha riportato la notizia o io che l'ho segnalata?

Kikko

è per quello che lo share di mac os continua a calare perchè le aziende chiudono giusto! haha statisica fatta da un apple fan e presa su 300 aziende americane

MusicIsMyLife

entro i 20 euro non devi neppure firmare il foglietto o mettere la psw, oltre invece devi firmare il foglietto o mettere il pin obbligatorio (nel caso di Apple Pay l'impronta)

fabrynet

Non ti curar di loro ma guarda e passa ;)

matteventu

E cosa ho scritto io...

CaptainQwark®

mo vedi come viene fuori un putiferio, con quelli che "con il mac al massimo ci vai su fessboOOK!11!"

Callea

Ma quello è il limite delle carte contactless (25 euro) perché non richiedono nessuna autorizzazione, controllo o pin.

Nel caso di Apple Pay on tutti i livelli di sicurezza associati, mettere tale limite sarebbe un non senso.

fabrynet

OT: il 99% delle aziende utilizza iPhone e Mac:
iphoneitalia . com /632850/99-delle-aziende-utilizza-iphone-ipad

CAIO MARIOZ

Per ora funziona con i piccoli importi, quindi lo utilizzerei per comodità senza tirare fuori il portafoglio e la carta ogni volta (la carta la terrei comunque nel portafoglio per sicurezza, esempio, si rompe il telefono, non funziona il pos NFC, etc.)

Alex R.

non so se dipenda dalla banca o da apple

Tizio Caio

Beh prima di avere paura bisogna che il tipo di pagamento si diffonda

Apple ha venduto 78.3 milioni di iPhone nel primo trimestre fiscale del 2017 | Grafici

Apple MacbookPro con TouchBar: tutte le novità in video | #parliamone

Apple, risultati del 4° trim. fiscale 2016: venduti 45,5 milioni di iPhone | Grafici

Apple iPhone 7: perché sceglierlo... e perché no | Recensione