Apple Macbook 2016: la nostra recensione

19 Maggio 2016 918

Rimani aggiornato quotidianamente sui video, approfondimenti e recensioni di HDblog. Iscriviti ora al canale Youtube, basta un Click!

Gran parte del giudizio a Macbook 2016 passa dalla prova del modello 2015, e non solo perché l'estetica, la costruzione e il prezzo di vendita sono rimasti quelli. La nuova versione usa un processore evoluzione dello scorso anno, ha memorie RAM e SSD più veloci, un'ora in più di autonomia. Ma gli resta troppo vicino nella resa di tutti i giorni.

Sapete che ho passato parte dell'inverno a provare i nuovi Ultrabook con CPU Core m3 e m5, macchine rivoluzionarie se paragonate alle loro versioni 2015. Per dire: su Windows, il nuovo Core m3-6y30 basilare va molto meglio del top di gamma m-5y71 dell'anno scorso, è davvero tutt'altra cosa anche a parità di consumi e con frequenza inferiore. Su Macbook 2016 questo non accade perché il livello è già alto. Non c'è margine per tutta questa differenza. Macbook 2015 era ed è una macchina veloce per la categoria che vuol rappresentare. Apple sfrutta il lavoro eccellente di 12 mesi fa.

C'è da dire che quest'anno l'interfaccia utente gira meglio. Al dimagrimento di OS X El Capitan si aggiunge RAM LPDDR3 a 1867 MHz in Dual Channel (niente DDR4 su Core M), la solita SSD PCI-E ma adesso installata su un BUS 3.0 a 2 canali anziché un 2.0 a 4 canali, e la GPU HD 515 su base Skylake - vero punto di svolta rispetto alla HD 5300 dell'anno scorso. Le animazioni, l'aprire Exposè e il passare da una scrivania all'altra quando abbiamo un certo numero di schede Internet e di apps sotto, sono più fluide su Macbook 2016. Succede sopratutto perché la scheda grafica lo assiste meglio.

C'è un altro dettaglio. Il passaggio di dati extra fa in modo che la SSD abbia più modo per gestire un disco protetto con FileVault senza noie per l'utente, ed è un'evoluzione perché l'edizione 2015 soffriva un po' la decodifica in tempo reale. E c'è anche un miglior supporto a Windows 10 con Boot Camp rispetto al passato. Passiamo ai benchmark. Guardate la tabella a seguire.

Macbook 2016
m3-6y30/8/256
Macbook 2015
m-5y31/8/256
Macbook Air 2013
i5-4250U/4/128
GeekBench 3 64-bit 2516/4995 2429/4544 2638/5154
Cinebench R15 20.04/214 18.30/204 20.02/225
GFXBench 4 Man: 899/1958
T-Rex: 1652/4170
ALU2: 858/4338
Man: 686/1465
T-Rex: 1616/3163
ALU2: 897/3445
Man: 1853/1737
T-Rex: 3353/3707
ALU2: 1797/4895
Novabench 565
163/323/37/42
552
166/301/40/45
548
124/325/46/53
BM Speed Test MB/s 626/924 423/770 316/702
IPerf v2 Mbits/s 106/87 103/95 176

La GPU 515HD si fa sentire in Cinebench R15 - ed è il risultato più importante, anche in rapporto al vecchio Air con Haswell. GFXBench 4 è un buon indice di cosa si ottiene in più, mentre per il resto bisogna considerare che la frequenza massima in single core è adesso di 2.2 GHz contro i 2.4 GHz del core m-5y31 e questo incide nei valori finali.

Devo ricordarvi che questa spinta prestazionale è possibile solo in modalità Turbo, quindi per pochi secondi, come è tipico dei Core M (viceversa non avremmo un TDP di 4.5 watt) e come è inevitabile su un telaio fanless così sottile. Macbook 2016, al pari di Macbook 2015 e degli Ultrabook simili, perde prestazioni col passare dei minuti se lo sforzo è costante. E questo significa che se lanciate una conversione Handbrake di 30 minuti lui dimezza la frequenza operativa per non sforare nei consumi, per non scaldare, e non prosciugare la batteria. E' il compromesso che permette questa portabilità, ma ne parleremo dopo.

Il disco SSD ha prestazioni migliori perché sfrutta un BUS da 8.0 GT/s contro 5.0 GT/s del precedente.

Guardiamo un'altra tabella. Quella a seguire ha i risultati della suite Adobe CC 2015 su Macbook 2016, 2015 e Surface Pro 4 edizione Core m3. Ho inserito il 2-in-1 Windows per dare l'idea di cosa fa la migliore concorrenza, ma il confronto numerico ha poco senso quando è fatto con sistemi operativi differenti; entrano in gioco altri fattori quindi non bisogna generalizzare questi dati. L'indicizzazione necessaria al catalogo Lightroom, ad esempio, è fatta da SSD su SP4 perché la versione Windows non la permette da disco esterno.

Macbook 2016
m3-6y30/8/256
Macbook 2015
m-5Y31/8/256
Surface Pro 4
m3-6y30/4/128
Adobe After Effect CC 2m 07s 1m 51s 2m 10s
Adobe Premiere Pro CC 2m 22s 2 m 10s 1m 46s
Adobe Lighroom CC 16s 21s 17s*
HandBrake 36s 40s 37s

*HandBrake: conversione MTS 30 secondi con impostazioni standard. After Effect: rendering animazione sigla HDblog. Premiere Pro: rendering 1080p H264 36 secondi. Lightroom: creazione catalogo di 197 file, 2 GB da disco USB 2.0. Su SP4, importazione diretta da SSD.

Il resto è un discorso più concreto. Il vantaggio nelle operazioni grafiche e lavorative più comuni è marginale. Macbook 2016 resta lì, si migliora ma non può fare molto di più, e questo è sopratutto un applauso all'edizione 2015 che era, lo ripeto, già ai limiti della piattaforma. Ho scelto dei test così generici perché in realtà è molto difficile stimare le prestazioni e fare confronti sull'uso reale di tutti i giorni. Lavorare con 15 tab Safari aperti su Macbook 2016 è possibile così come lo era lo scorso anno, e lo stesso ovviamente vale per cose più leggere come la modifica dei documenti, la riproduzione Full HD e lo svago con Garage Band o qualche gioco da App Store.

Non è una macchina Pro, e Apple non ha affatto interesse nel renderla un'alternativa ai suoi portatili da lavoro - sopratutto adesso che sono in fase di rilancio. Ma è un sostituto di un Macbook Air 2013 fa in termini prestazionali, questo sì. Il mio Air ha una CPU più veloce ma mi dà un'esperienza utente peggiore nello schermo, nel touchpad, nell'audio. Anche senza considerare il fattore portabilità (questo 12 ingombra meno dell'11.6, è più comodo se lo usate in spazi stretti, in volo, in treno, sulle ginocchia, non emette rumore) ha un modo di fare migliore.

La tastiera di Macbook ha una corsa pari a 0.5 mm. Macbook Air ha 1 mm. Dell XPs 13 ha 1.2 mm.

Il compromesso, casomai, è nel vivere con una sola USB Type-C, non avere una Thunderbolt 3, aver messo da parte il connettore MagSafe su una macchina da 920 grammi pronta a volare. Tutti aspetti che non vi danno fastidio se siete il suo utente tipo (io continuo ad esserlo perché i vantaggi che ottengo nell'usarlo mi gratificano più del lasciare a casa un adattatore da 20 grammi) ma che vi sembrano una rinuncia se arrivate da un Air o, peggio ancora, se lo prendete al posto di un Ultrabook Windows.

Quest'anno vi aiuta nella scelta anche l'autonomia. Nessuno stravolgimento, va detto. Si passa da 39.7 Wh a 41.4 Wh per un'autonomia migliore di 30-90 minuti a seconda del carico di lavoro e della conseguente gestione energetica del Core M Skylake. Guardate l'elenco dei contesti a seguire per altri dettagli. In breve, considerate uno scarto del 4% a favore del nuovo. Se dopo 2 ore di Netflix HD con schermo al 60% e audio a metà volume avete Macbook 2015 al 73% di carica, sul nuovo siete al 77%. E' un comportamento lineare e costante: dopotutto, cambia solo la batteria.

Autonomia Macbook 2016

  • Internet Daily Work (Safari/Youtube/Skype/Twitter): -12% ora, ~ 8 ore e 20 minuti
  • Skype Video Call (Safari): -27% ora, ~ 3 ore e 45 minuti
  • Offline Writing (Pages): -5.2% ora, ~ 19 ore
  • Netflix HD (Safari): -11% ora, ~ 8 ore e 42 minuti
  • Youtube HD (Chrome): -15% ora, ~ 6 ore e 35 minuti

Impostazioni: luminosità schermo 60%, retroilluminazione 30% attiva, volume audio 50%

Sono dei buoni risultati per un Core m3 di questa portabilità. Tra l'altro con 1 ora di carica riempite la batteria a metà con il caricatore da 29 watt. Non raggiungete un Air, ma avete grammi in meno e uno schermo da 2304 x 1440 pixel in più.

Ho parlato poco delle temperature perché non ho registrato valori strani. Ci siamo abituati bene quindi non ci stupiamo più. Macbook resta una macchina calda sul fondo, fredda in zona tastiera. Con la camera termica arrivo a 39°C di massima in corrispondenza dei fasti F5 e F6 durante il rendering ripetuto. La stessa zona non supera i 27°C nelle operazioni di tutti i giorni. Sono risultati appena più caldi dell'edizione 2015, ed è probabilmente dovuto alla capacità dei Core m3 di restare su frequenze alte per più tempo. Non è una macchina gelida, non potrebbe esserlo con la progettazione da 13 mm, ma sono dettagli. Anche su core siamo lontani dai "100°C di allerta": nella mia giornata lavorativa con Safari, Skype e Twitter ho i sensori a 44/46°C.

Macbook misura 280 x 196 x 3.5-13.1 mm e pesa 920 grammi. E' più compatto di un 11.6 pollici.

Sul resto gravano due cose: il prezzo di vendita italiano e la qualità della componentistica. Display, touchpad, audio e tastiera sono il 90% del piacere dell'usare Macbook. Io considero definitivamente troppo breve la corsa della tastiera perché non si adatta ad ogni situazione lavorativa: quando scrivo in relax la adoro, a mente libera e con la mani calde è tutto ok. Quando vado di fretta e voglio picchiettare sui tasti preferisco una risposta meno snob. Resta molto stabile e costante (caratteristica in comune con le meccaniche) ma c'è ancora qualcosa da cambiare - e sono curioso di vedere come verranno assemblate quelle dei prossimi Macbook Pro.

Considerazioni finali

Il listino italiano dice il resto. A 1499 euro (perché la versione da 1829 euro è difficile: la logica vi fa prendere un Pro) resta una macchina per chi sa cosa sta facendo. Se vi trovate nei suoi contesti di utilizzo è il miglior portatile per portabilità e costruzione. Di solito si preferisce un Mac perché è un Mac, per OS X e il modo di fare, ma ci sono primizie tecniche ancora esclusive (e non "in arrivo"). Non aspettate nemmeno le presentazioni di giugno perché non riguarderanno quel che vi interessa. Tra l'altro è un buon momento per comprare un usato 2015. I modelli in vendita costano sui 900 euro, hanno al massimo 10 mesi e sono tutti acquisti sbagliati. Il vantaggio prestazionale del nuovo non vale i 600 euro in più.

Però se Macbook 2015 non faceva per voi questo resta difficile da preferire. Chi arriva da una Macbook Air top con Core i7 e 8 GB di RAM pensando di trovare qui la stessa consistenza nelle operazioni più lunghe, sta facendo un errore. Chi usa un Macbook Pro di 2 anni fa e pensa di farci quasi le stesse cose ma con mezzo chilo in meno, deve lasciar perdere o rivalutare le sue necessità. Un anno dopo, Macbook resta Macbook. E forse è ancora troppo presto per cambiare le cose.

Il piccolo della gamma Xperia con un grande cuore? Sony Xperia Z5 Compact è in offerta oggi su a 380 euro.

918

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Stefano Parolin

MacBook Pro 13 del 2015 ha le stesse prestazioni del nuovo Pro senza Touch Bar e finisci per risparmiare 3-400€ o più.
Poi se sei all'università e a te interessa "qualche gioco" é il caso che ti orienti verso altro (Surface Pro 4?).
I Mac sono belli ma hanno un rapporto qualità prezzo ben al di fuori di un universitario.
Spendi meglio i tuoi soldi.

Marco

Salve a tutti.
Avevo da chiedere un parere sull'acquisto del mio primo Mac.
Sono uno studente universitario quindi utilizzo il computer in maniera light (social, web, programmi Office, qualche gioco ecc...). Sono indeciso se andare sul MacBook 12" (che presumo verrà aggiornato ad aprile 2017) oppure andare sul MacBook Pro 13" senza touchbar. Considerando il mio target di utilizzo opterei per il MacBook 12"... però per soli 200€ in più il Pro offre molto di più. Quindi vi chiedo se vale la pena spendere 1499€ per tutta la portabilità che offre il MacBook 12" oppure andare sul pro che, come i predecessori, e uno dei Mac più riusciti di sempre

SimoFrix™

Ciao Denise

ho inteso perfettamente le tue esigenze in quanto sono appena passato da Retina 13" del 2013 (aggiungo che era un modello ricondizionato) a 13" del 2016 senza touchbar (aggiungo che mi hanno sostituito il prodotto perche' difettosa la scheda video, al momento sto verificando se la batteria ha dei problemi, non appena ho constatato ti aggiorno).

Posso dire che entrambi i dispositivi sono machine eccellenti.

Da un lato i modelli precedenti sono sicuramente piu flessibili per l'utente finale, dove si trova tutte le porte di cui ha bisogno e per la loro maggiore diffusione.
Le prestazioni dei modelli 2015 sono comunque ottime.
Rimangono dispositivi recenti dove il supporto (hardware e software) non manchera'.

Dall'altro i nuovi modelli sono a dir poco strabilianti a livello di design e portabilita', ma peccano per le poche porte a disposizione e per la usb type C ancora poco diffusa.
Mi sono munito di un adattatore per i cavi usb, e un cavo nuovo per sfruttare un hub che avevo gia a disposzione. Sinceramente la SD la uso poco, posso comunque connettere la fotocamera direttamente al Mac.

Sono molto contento del design e portabilita' del nuovo modello (che a mio parere non assomiglia ad Air), cercavo qualcosa di piu leggero e portatile e con questo ho soddisfatto le mie esigenze.
La nuova tastiera la sto imparando ad apprezzare, non sbaglia un colpo, i tasti sono piu' ampi e con una corsa decisamente inferiore. La luminosita' della tastiera e' migliore.

Lo schermo e' veramente "vibrante" nei colori e molto luminoso, mi piace un sacco. E si apprezzano le cornice ridotte.
Le prestazioni sono migliorate (anche se di poco), ma considerando il design ridotto, dove di conseguenza abbiamo componenti molto piu' piccoli, il compromesso e' molto buono.

Ma da quel che hai detto non sono fattori di maggior interesse.

Se valuti un modello precedente, ti consiglierei di valutare un prodotto ricondizionato. Costano meno e sono affidabili in quanto rimessi a nuovo. Ed hanno la stessa garanzia. A patto che siano disponibili, ho notato che stanno andando a ruba.

Spero di aver essere stato di aiuto.

Saluti

Simone

Denise Alfonsi

Ciao a tutti, sono in cerca di un consiglio per chi volesse rispondermi :)
Devo acquistare per la prima volta un mac e sono totalmente indecisa se optare per il vecchio macbook pro retina 13" del 2015, oppure il nuovissimo modello pro 13" senza touchbar. Parto con il dire che fino a qualche giorno fa ero più propensa ad acquistare il modello del 2015, poichè ho sempre sentito dire che è uno dei laptop meglio riusciti di sempre in casa Apple, e trovo che risponda anche bene alle mie esigenze (ho da farne un uso normalissimo soprattutto per l'università, la scrittura di testi e la creazione di presentazioni, la navigazione con più finestre, editing di foto o video, qualche programma, ecc). Facendo un giro alla apple però, quando ho spiegato agli addetti che avrei voluto espandere la memoria del pro retina 2015 a 256 gb, mi hanno fatto riflettere sull'idea di acquistare il modello nuovo senza touchbar che mi verrebbe a costare effettivamente soli 100€ in più (il vecchio pro del 2015 infatti viene 1500€, che diventano 1650€ espandendo l'ssd a 256 gb; mentre il nuovo pro senza touchbar modello base, quindi con i 256 gb inclusi, verrebbe 1750€. Sono indecisa in quanto del nuovo macbook pro ADORO senz'altro lo schermo più luminoso, le cornici nere leggermente ridotte, e il trackpad più grande; ma al tempo stesso odio fortemente il fatto che presenta due sole porte thunderbolt e che quindi bisogna acquistare a parte degli adattatori, considerando che personalmente trovo ancora molto utili almeno un paio di porte USB da usare contemporaneamente, un'uscita HDMI e slot sd card; ed inoltre leggendo qua e là, sembra che le prestazioni non siano poi così strabilianti rispetto al precedente modello. Non amo particolarmente nemmeno la nuova tastiera con corsa breve, ed il design che lo rende a mio parere un po' troppo inconsistente, tanto da somigliare all'Air, modello che personalmente non amo affatto. Preciso inoltre che per me il discorso portabilità è importante ma fino a un certo punto, in quanto ritengo che anche il vecchio pro del 2015 fosse perfettamente comodo da portare in giro, essendo abituata ad un pc di ben altro peso, davvero molto scomodo.
Al di là di tutto, trovo che questi ultimi due fattori (tastiera e design) possano rivelarsi abbastanza irrilevanti in quanto ci si può abituare col tempo; sul resto però (mancanza di porte, prestazioni) mi chiedo: vale davvero la pena scegliere di acquistare un prodotto nuovo solo perchè appena uscito, a scapito di un modello più vecchio ma al tempo stesso ormai ampiamente consolidato e che sembra accontentare proprio tutti??
Scusate il papiro e ringrazio chiunque voglia dirmi la sua in merito alle mie perplessità :P
Denise

LordSnaso

Ciao, sai dirmi come si comporta con giochini leggeri tipo Dota2 e civ5? Scalda molto?

NOIZY 21s

se intende per questo prodotto tecnologico non ti consiglio un monitor molto potente e super costoso perchè disposito non sia facile gestire un monitor con molta risulozione visto il processore e la mancanza di ventole e la sua unica porta.
Per questo ti consiglio un monitor entre-level come un hp pavilion mentre se è per un altro dispositivo che riescaa supportare alte defizione senza che il dispositivo vada in sopracarico io come monitor consiglirei un acer predartor o un asusPA248Q

Puliziah kontatttih kaffeeee

meglio averne uno da 1kg che ingombri 0,5cm in più ed avere magsafe e usb.

Puliziah kontatttih kaffeeee

macs fan control

V1TrU

meno autonomia, schermo peggiore sia per gamut che per definizione, trattiene le impronte, trackpad peggiore, audio peggiore, assistenza pessima, problemi noti di fancoil

V1TrU

qual è il programma che aggiunge le temperature alla barra degli strumenti?

Anna

Ciao a tutti,si può collegare una chiavetta per internet alla porta USB C di questo macbook?

TheOfficialWild

Nuovo

Wollace

un buon monitor esterno da collegare? grazie

fabrynet

A volte avere un portatile da 900 grammi e che ingombri poco può fare la differenza...

Gabriele

Ciao! Sono nella tua stessa condizione. Ho trovato un buon prezzo su amazon, spedito e venduto da lui stesso. Sono ancora indeciso sul da farsi.

Gabriele

Scusate, chiedo un consiglio ai più esperti. Studio psicologia e non ho bisogno di una macchina "potente", non faccio rendering né foto ritocco. La portabilità mi può essere molto utile.
Mi chiedevo se fosse meglio prendere macbook 2015 da 512 Gb o il nuovo 2016 base? Ho visto che vengono lo stesso prezzo.
Grazie a chi risponderà

mario

quindi mi spendo 1500 euro per dover usare un adattatore pure per le usb? mi pare un compromesso esagerato per avere un portatile piu sottile, qualche tempo fa più sottile voleva dire più leggero e potevo capirlo, ma al punto in cui siamo arrivati ormai è un esercizio di stile, una moda.
Inoltre, onestamente, non riesco ad immaginare un utilizzo in mobilità a fini professionali per questo modello, forse per un lavoro che prevede solo la redazione di documenti andrebbe bene ma a quel punto si riesce a spendere meno, anche rimanendo sul fronte apple.

drnice

ottima recensione. ottimo prodotto. prezzo alto come consuetudine. concetto di portabilità a prezzi non impossibili ed autonomia soddisfacente.

Filippo Guerrieri

Ciao io sono uno student universitario e volevo prendere a breve un MacBook...in realtà stavo aspettando l'uscita dei nuovi pro, il problema è che mi servirebbe entro inizio luglio...cosa mi consigliate? Questo MacBook 12 mi sembra molto comodo, l'ho provato ed è abbastanza reattivo. Devo far girare la suite di Office, solite cose su internet e MatLab (x chi conosce), prezzo a parte che è sicuramente molto alto, potrebbe essere una buona soluzione? Cosa mi consigliate? Perché anche un pro usato, mi scoccia un po' dato l'uscita dei nuovi...

fabrynet

Riesco a giudicare le cose grazie alla mia esperienza, la quale mi aiuta a scegliere secondo le mie necessità.

fabrynet

Non ho detto questo.
Partiamo dall'inizio. Questo MacBook nasce per soddisfare precisi bisogno di utilizzo, ovvero quello in mobilità. L'utilizzo in mobilità è diverso dall'utilizzo lavorativo da ufficio.
In caso di utilizzo lavorativo intensivo in cui devi agganciare più di una periferica, basta utilizzare uno dei tanti adattatori da 10 euro e il gioco è fatto. Ma è uno scenario diverso.
Poi se invece prevedi un maggiore utilizzo lavorativo rispetto a quello in mobilità, è chiaro ha più senso prendere un MacBook Pro e non questo qui.

mario

di certo mi capita di usare una penna ed un altra periferica usb attaccata DUE non dieci e qui non si può, per te una sola porta risponde ai bisogni dell'utente medio? certo che il maketing apple ci a fare...e lo dico da amante e possessore di prodotti apple

Omni

ma se manco lo hai che stai sempre a giudicare !! ovvio che un computer senza porte e con adattatori è piu scomodo e chi nega l'evidenza ha 8 anni

fabrynet

tu lavori con 10 penne USB attaccate?...

franky29

Piromane

davide tamburini

Saresti da boicottare tu

mario

io continuo a scriverlo, arrivati ad un certo punto avere un pc sempre più sottile a che serve a parte perdere funzionalità e far figo? questo mac ha UNA porta di connessione e siamo già oltre il lecito secondo me, il pro lasciatelo stare per favore meglio un pò più spesso e magari ci si riesce ad attaccare più di una penna usb per volta

disqus_MFoy3ik3EI

Apple fa sempre più cadute di stile, che delusione! Hanno veramente mantenuto la stessa cam frontale dello scorso anno? Stento a crederci, cose dell'altro mondo..... PENOSI
Ho avuto per qualche mese il modello 2015, ottima macchina nel complesso, design mozzafiato e fa quello che deve fare senza intoppi (a patto di non essere ingegneri, architetti e simili), risultando addirittura eccellente sotto alcuni aspetti (display, audio). Quella fotocamera però era già imbarazzante lo scorso anno, quest'anno è imperdonabile e vale il boicottaggio del prodotto.

CAIO MARI

La scheda video non c'è, è integrata nella CPU

CAIO MARI

Non esce l'aria, questa CPU non ha bisogno di ventole

fabio

Speriamo che il mac pro sarà sottile come questo. E speriamo pure in un 14 pollici che può star dentro un 13" come dimensione eliminando un po' di bordo nero.
I caratteri del 13" sono troppo piccoli e non c'è verso di ingigantirli senza rovinare tutta l'estetica.
E se qualcuno di voi ha possibilità di parlare con Tim gli dica anche di rimettere l'utility disk come era tempo fa quando si potevano cancellare in modo sicuro i dati nella porzione dell'HD dove non c'era ancora scritto nulla. E si poteva anche modificare la partizione nei due sensi. Ora hanno messo quella cacchio di circonferenza che ruota in un solo senso. che pena!

Francy Ssr Ssr

dopo un po di tempo va a finire che si fonde la scheda video e sicuro

Francy Ssr Ssr

dai ma non si brucia tanto che e sottile da dove esce l'aria e poi cosi si fa con sto catorcio del genere

Fabrizio Silveri

Ma perché fare compromessi proprio su quello che dovrebbe essere il principale obiettivo del dispositivo?
Perché è vero che alla tastiera ci si abitua, ma se pago 1500€ per scrivere in mobilità voglio che la scrittura sia da 1500€, non da 15. E' come se sul Surface Pro avessero messo uno schermo di bassa qualità o peggio un digitalizzatore di basso livello... ci si abitua a usarlo, ma significa tradire il cuore stesso della progettazione!

Fabrizio Silveri

Risparmiato peso - che è quello su cui volevano risparmiare - non denaro.
Si, rileggendo mi rendo conto che non si capiva che era usato in senso lato, ma appunto era questo che intendevo

Giovanni Calice

per carità, si tratta sempre di due pesi piuma se confrontati ad altri 13 di categoria più bassa...però per chi viaggia molto potrebbe essere più facile da trasportare questo rispetto ad altri mac.

Diego D. De Zan

Rileggiti la risposta...E' l'unica adatta a te....

Black_prime

si ma guarda che il pro da 13 non è un mattone anzi è portabilissimo. A me sembra una esagerazione questo modello.

darthrevanri

ovvio il top dell anno scorso, mentre la cpu e il resto hanno avuto ''miglioramenti'' marginali, lo spazio dell ssd è fondamentale (da 256gb a 512gb)

Pullus92

la tastiera sarà inutilizzabile e insopportabile ma non si può dire che abbiano risparmiato nella progettazione, poiché il nuovo sistema, definito a farfalla, è appunto completamente nuovo e ci hanno speso più soldi che nel montare sempre la stessa tastiera. Inoltre il singolo led per ogni tasto fa salire il prezzo rispetto agli altri MB. Neanche a me piace la corsa troppo breve, ma dire che hanno risparmiato su di essa non è corretto.

Pullus92

si trovava anche a 1099 da poco all'unieuro

Pavone Da Giardino

A parte il fatto che non ce l'ho, a parte il fatto che un ipad non ha una tastiera fisica, beh risponditi da solo va...

Giulio Magnifico

E la tastiera del tuo iPad quanta corsa ha invece?

Pavone Da Giardino

come si fa a progettare tastiere del genere?
Ha una corsa scandalosa, come pigiare le dita sul cemento

cescfab_4

Si, ma se tu vuoi scrivere in mobilità non puoi di certo portarti dietro un blocco da 2/3 centimetri di spessore!
Quindi se questo pc è comodo da portarsi dietro lo è innanzitutto per via del suo spessore e peso minimo, raggiunto anche grazie al nuovo meccanismo a farfalla dei tasti.
Quindi secondo me è sbagliato pensare alla tastiera in un'ottica di risparmio.
E' la loro soluzione per contenere spessore e, anche, il peso.
Perciò secondo me, alla lunga, ci si abitua tranquillamente anche a quei tasti.

GiovanniDB

Riccardo P Ciao, come sempre complimenti per la rece, ho la possibilità di prendere il modello top dello scorso anno a 1500 euro (nuovo), consigli di prendere il modello base di quest'anno, o il modello top dello scorso anno per la stessa cifra?

stuck_788

128gb? e perche non facciamo 32gb?

Fabrizio Silveri

Se vivo triste non è certo per un macbook ;)
Ma che non sai di cosa stai parlando è palese ;)

Diego D. De Zan

Se ti fa contento pensare quelle cose lì....Pensale pure e vivi felice....

Luca

Condivido, Windows 10 è ormai più leggero di OS X e ha un ventaglio software illimitato, cosa che su Apple non sempre è possibile.

Recensione Apple iPad PRO 10.5: è il tablet più potente

iPhone: 10 anni fa debuttava lo smartphone che ha cambiato il mondo

iOS 11 di Apple, tutte le principali novità su iPhone e su iPad | Video

iMac Pro 18 CORE e iPad da 512GB. Tutte le novità del WWDC 2017 | Video