TSMC e ARM insieme per la produzione con processo FinFET a 7nm del chip dei futuri iPhone

16 Marzo 2016 29

Secondo alcune indiscrezioni provenienti dall’Estremo Oriente, TSMC e ARM potrebbero presto stabilire una partnership per la realizzazione dei chip delle generazioni future di iPhone e iPad attraverso il processo FinFET a 7 nanometri.

La tecnologia potrebbe entrare in produzione nel 2017 per garantire una sufficiente disponibilità ad Apple nel corso dell’anno successivo. Al fine di raggiungere una adeguata economia di scala, TSMC e ARM si augurano poi che i processori a 7nm possano essere utilizzati anche all’interno di altre soluzioni, tra cui hardware per reti e datacenter.

La tecnologia attualmente impiegata all’interno del processore Apple A9 è il risultato della produzione a 14 nanometri di Samsung e di quella a 16 nanometri di TSMC. Quest’ultima sta tra l’altro attivando la produzione di chip a 10nm, il cui volume non sembra essere però sufficiente per soddisfare la domanda di Apple per il prossimo iPhone 7.

La partnership tra TSMC e ARM per la realizzazione di processori con processo a 7nm permetterebbe di ottenere risultati sorprendenti in termini sia di efficienza energetica che di miniaturizzazione delle componenti interne, entrambe dovute alla estrema compattazione dei circuiti.

Come anticipato, bisognerà attendere il 2018 per verificare la veridicità della notizia. Nel frattempo, pare oramai scontato che TSMC possa essere il fornitore unico del processore Apple A10 che sarà presente all’interno del prossimo iPhone 7.

Lo smartphone Samsung più desiderato? Samsung Galaxy S6, compralo al miglior prezzo da ePRICE a 398 euro.

29

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
CAIO MARI

Dipende da Samsung, se sarà in grado di mantenere le richieste quantitative e qualitative di Apple, per ora la memoria RAM, i display e le CPU le ha sempre fornite in buona quantità (30/50/70% a seconda del prodotto) e qualità, in futuro vedremo che accordi prenderanno

GP87

Ah mettiamo già le mani avanti..da 2017 ora siamo a 2018...arriveremo a 2020 e andrà a finire che Samsung darà ad apple: i suoi fantastici display amoled, le memorie interne, il processore..e chi ne ha più ne metta

GP87

Sì chi offre di +..ahahahaha l'unica verità è che Samsung è un passo avanti a tutti come processo produttivo ed investimenti nel settore..se la gioca con intel..e questi vogliono saltare da 16 a 7...buonanotte

Xeronage

Senza Apple , probabilmente , Arm nemmeno esisterebbe , dal momento che è una joint venture tra la Acorn Computers, la Apple Computer e la VLSI Technology .

Mr.Matto

Tra l'altro sono anni che Intel millanta una tecnologia innovativa per gli SSD. Io mi fido solo dello sviluppo delle CPU, mi ricordo ancora di Larrabee, vabbé, roba per vecchi nerd.
Per cui Apple alla fine fa marketing migliore su tecnologia che è per tutti i produttori.

IlRompiscatole

Il primo air era un oggetto dal design fantastico ma con prestazioni poco inferiori ad un tostapane.
L'anno scorso stessa storia con il mb2015, 1500€ di portatile con hw irrisorio ed una sola porta usb-c. Non c'entra tanto l'essere pionieri, hanno un reparto pubblicitario che gli permette di vendere qualsiasi cosa a qualsiasi prezzo. Anche quando le tecnologie non sono mature. Microsoft ha fatto lo stesso con il surface pro 1 e 2, quanti ne hanno venduti? :-D

Francesco

Finalmente i 7 nani!

Mark

siete dei fan.oy terribili, intendevo.

CAIO MARI

Dico semplicemente le cose come stanno, i primi a darne notizia sono stati i blog filo-Apple americani, hdblog ha le sue fonti e ha pubblicato quella che è arrivata prima, TSMC ed Apple sono sempre più legate tra loro per cui è normale che si parli di iPhone in un articolo come questo (anche perchè è lui che crea il business di TSMC)

Mark

tu e gatto siete terribili -.-

Mark

non ricordavo che apple avesse anticipato il mercato, presentando l' isurface.

Gatto

Il collegamento con Apple è che quest'ultima rappresenta il miglior catalizzatore per le nuove tecnologie, ovvero quella che maggiormente sa trasformare le nuove tecnologie in prodotti innovativi con nuovi form factor.

Basta guardare a tutta la storia dei portatili in cui quelli Apple hanno anticipato di diversi anni il resto del mercato (caso eclatante Macbook Air).

Faccio inoltre notare che ad oggi non mi risultano portatili con velocità di memoria di massa superiore agli ultimi Macbook.

Ci sarà un motivo?

CAIO MARI

Tutte le notizie sono fuffa per fare click

CAIO MARI

Si esatto, potevano scrivere "anche dei futuri iPhone" e metterlo nella sezione MOBILE del sito

F3NN3clol

ok... ma chissene...
intel venderà ad apple come al resto del mondo...
quindi fuffa per fare click.

M4nder

E sono le stesse cose che ho letto io altrove,senza riferimento alcuno ad Apple,diciamo pure che Apple insider ha rimaneggiato a suo "vantaggio" la notizia.
Un accordo tra tsmc e arm è quello che si è letto ovunque ma a beneficiarne saranno tutte le società terze che decideranno si usare processori arm e tsmc aka non solo Apple

CAIO MARI

Non sono a caso, sono news di blog autorevoli americani che hdblog riporta in italiano, l'annuncio di Intel c'è stato mesi e mesi fa, il rumor del possibile utilizzo da parte di Apple nei prossimi prodotti è di questa settimana, e dato che Apple è il 3-4 partner più importante di Intel e in passato ha avuto in esclusiva alcune tecnologie Intel, non è da escludere che sia una delle prime ad utilizzare il 3D xpoint

F3NN3clol

come per un articolo in cui si scriveva bellamente che i mac andranno 1000 volte più veloci grazie ad intel 3d xpoint...
come se questo vantaggio fosse esclusiva per i prodotti apple...
stupidi articoli buttati li inserendo apple a casaccio perchè tanto fa fare click... -_-"

Staffworld

Notizie prese da topolino

CAIO MARI

I blog filo Apple riportano la dichiarazione ufficiale, non c'è partito in questa notizia, si sa che nel 2018 dovrebbe esserci il 7 nm grazie alla collaborazione tra ARM e TSMC
ARM and TSMC Announce Multi-Year Agreement to Collaborate on 7nm FinFET Process Technology for High-Performance Compute

ARM and TSMC announced a multi-year agreement to collaborate on a 7nm FinFET process technology which includes a design solution for future low-power, high-performance compute SoCs. The new agreement expands the companies’ long-standing partnership and advances leading-edge process technologies beyond mobile and into next-generation networks and data centers. Additionally, the agreement extends previous collaborations on 16nm and 10nm FinFET that have featured ARM® Artisan® foundation Physical IP.

“Existing ARM-based platforms have been shown to deliver an increase of up to 10x in compute density for specific data center workloads,” said Pete Hutton, executive vice president and president of product groups, ARM. “Future ARM technology designed specifically for data centers and network infrastructure and optimized for TSMC 7nm FinFET will enable our mutual customers to scale the industry’s lowest-power architecture across all performance points.”

“TSMC continuously invests in advanced process technology to support our customer’s success,” said Dr. Cliff Hou, vice president, R&D, TSMC. “With our 7nm FinFET, we have expanded our Process and Ecosystem solutions from mobile to high performance compute. Customers designing their next generation high-performance computing SoCs will benefit from TSMC’s industry-leading 7nm FinFET, which will deliver more performance improvement at the same power or lower power at the same performance as compared to our 10nm FinFET process node. Jointly optimized ARM and TSMC solutions will enable our customers to deliver disruptive, first-to-market products.”

This latest agreement builds on ARM and TSMC’s success with previous generations of 16nm FinFET and 10nm FinFET process technology. The joint innovations from previous TSMC and ARM collaborations have enabled customers to accelerate their product development cycles and take advantage of leading-edge processes and IP. Recent benefits include early access to Artisan Physical IP and tape-outs of ARM Cortex®-A72 processor on 16nm FinFET and 10nm FinFET.

M4nder

Allora andiamo bene se cominciamo a leggere articoli presi da fonti che patteggiano un "partito" per posizione presa

CAIO MARI

TSMC fa i billions grazie ad Apple, in tutti i blog Apple del mondo trovi questa notizia oggi, si vede che l'avranno vista prima la che altrove

Ezio Crank Saske

è dal 20 aprile 2015 che TSMC confermò questa politica di sviluppo, ovvero l'anno scorso

Paperotto

Per convenzione diranno che li ha implementati apple con i suoi 5014 ingegneri che hanno lavorato al progetto.

Helix

I processori con i nanometri meno nanometrosi di sempre!

netname

meno meno... io li voglio a 2nm... anzi subatomici.

netname

comunque apple sceglie malissimo i suoi vendor...

ma io spero tanto continui cosi.

manu1234

Veramente sto sito sta cadendo troppo in basso

M4nder

La cosa comica è che ovunque abbia letto (si perchè l'ho già letta altrove questa notizia) non si nomina minimamente apple,non capisco quale sia il collegamento con quest'ultima società,almeno non lo capivo fino a quando non sono andato a vedere la fonte,da lì ho capito tutto

Xiaomi Mi Band 2: come funziona con iOS | Video

Apple iOS 10 Beta: la nostra anteprima | Video

WWDC 2016: segui il live Apple su HDblog.it | Concluso | Guarda il REPLAY

WWDC 2016, quali novità ci attendono?