Apple, ricarica wireless a lungo raggio entro il 2017 | Rumor

29 Gennaio 2016 456

Tra i progetti Apple attualmente in esplorazione nel settore Ricerca e Sviluppo, ci sarebbe anche una nuova tecnologia di ricarica wireless in grado di funzionare a distanza maggiori rispetto a quelle offerte dalle soluzioni attuali.

L'obbiettivo finale sarebbe il superamento dei limiti imposti dalle semplici basi di ricarica ad induzione, eliminando la necessità di un contatto diretto. A primo impatto potrebbe sembrare fantascienza, tuttavia sono numerosi i brevetti Apple che trattano la ricarica wireless a lungo raggio, sfruttando i campi magnetici entro certe distanze.

La relazione di Bloomberg avverte che lo sviluppo potrebbe richiedere ancora un anno, rendendo disponibile una simile tecnologia entro il 2017. Molteplici voci riguardanti iPhone 7, affermano che Apple eliminerà il jack audio da 3,5 mm a favore dell'utilizzo di un connettore Lightning in formula all-in-one. Questo renderebbe impossibile l'uso di cuffie durante la ricarica del terminale, salvo utilizzo di adattatori appositi. Una soluzione di ricarica a lungo raggio, potrebbe rappresentare la soluzione ideale per ovviare a questo problema.

La più grande esperienza Apple? Apple iPhone 6 Plus è in offerta oggi su a 524 euro oppure da ePRICE a 657 euro.

456

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
RobboCoop

No, fanno cagare e basta in quanto pericolosi e difettosi. Stop. Torna nella caverna

Luca Spada

solo quella di salvaguardare l'ingresso microusb o lightning da possibili usure causate dal continuo inserimento e disinserimento del cavo di ricarica, per il resto ho samsung S6 Edge con Base ad induzione...la uso poco e niente, ovviamente mi e' stata data in regalo con la prenotazione dello smartphone non avrei mai (specialmente a quel prezzo) comprato un accessorio del genere.

Luca

Ho l'impressione che tu di onde elettromagnetiche non te ne intenda molto...

Joel-TLoU

Ma stai continuando a dire cose errate. Allora, cercherò di spiegarmi meglio:

1) I cicli di ricarica non sono cronologici, non hanno variabili e non hanno metodi: si verificano quando la batteria viene ricaricata completamente, a prescindere dall'inizio, dalla fine, dalla tempistica, dallo stacca-attacca, e così via.

Esempio:
1) ricarico il mio telefono dallo 0 al 100% -> ciclo di ricarica.
2) ricarico il mio telefono dal 25 al 50%, lo scarico fino al 30%, lo ricarico fino al 35%, lo scarico fino al 10%, lo ricarico fino al 60%, lo scarico fino al 40%, lo ricarico fino al 60% -> ciclo di ricarica.

I due casi sono IDENTICI, non c'è la minima differenza per la batteria al litio, perché in entrambi i casi la differenza è del 100%.

Ora, tu stai dicendo che ricaricando spesso, con interventi spot, il telefono (tramite, ad esempio, la basetta) il numero di cicli complessivi di ricarica diminuisca, e di conseguenza la durata media della batteria aumenti, ed è una cretinata bella e buona, a parità di utilizzo; perché come ti ho detto, puoi caricare la batteria come ti pare, anche nei modi più assurdi, anche in modi che non si pensava potessero esistere, ma se la differenza complessiva tra l'estremo superiore e quello inferiore è del 100% (e a parità di utilizzo lo è) il ciclo sarà comunque completato. A prescindere da qualsiasi cosa tu possa fare.

Ti è chiaro oppure no?

michi17

l anno scorso avevo visto un video non mi ricordo di quale fiera di elettronica, in cui qualcuno aveva presentato delle bande da attaccare sotto tavoli, mobili o scrivanie, che consentivano proprio la ricarica a distanza...

mr.serious

Cavolo che fatica, non credevo fosse così complicato :-)
Allora ricominciamo:
1) dov'è che avrei scritto che nel primo caso stessi usando il cavo e nel secondo la basetta, è stata una tua deduzione errata.
2) il punto non è comunque il primo
Parliamo due lingue completamente su livelli diversi, tenterò di spigartelo per l'ultima volta poi scusami ma non risponderò più per ovvi motivi.
Il concetto di fondo è allenare più possibile la batteria ovvero ridurne i cicli di ricarica completi nel tempo in modo da allungarne la vita e su questo spero non ci piova se no siamo proprio a mare, detto ciò con la basetta non si ottiene qualcosa di miracoloso direttamente per la batteria bensì si ottiene un "azione naturale" nel tempo di "effettuazione ricarica". L'esempio di prima si basava su: uso il cell (con quello che voglio non importa in questo momento) 1 volta al giorno ad esempio e gli faccio fare un ciclo completo perchè generalmente quasi nessuno si mette ad attaccare il cavo spesso ed è una cosa comune, la basetta creando questa azione di naturalezza e di semplicità fa in modo che l'utilizzatore comune ricarichi semplicemente poggiando il cell su di essa più spesso nel tempo. E' chiaro che l'uso è differente ma è proprio questo il vantaggio. L'uso differente che ti porta a fare naturalmente la basetta ad induzione.

94andrea

Tutto ok comunque è tornato alla normalità,grazie del supporto:)

Joel-TLoU

Forse non riesco a farmi capire bene io, ma il tuo esempio è assolutamente contraddittorio, perché nel primo caso, e cioè quello in cui utilizzi il cavo, fai scaricare il telefono dal 100% al 20% prima di ricaricarlo, mentre nel caso in cui utilizzi la basetta lo ricarichi per due volte dal 75 al 100, per un totale di mezzo ciclo, mentre nel primo caso siamo quasi ad un ciclo intero. Il telefono è stato dunque utilizzato in modo diverso, perché nel primo caso lo hai scaricato quasi interamente mentre nel secondo caso lo hai scaricato solo di 2/4.

mr.serious

Allego la mia risp:

mr.serious

Ragazzi cone ho già detto l'ignoranza non è una colpa finché non ci si ostina ad evolversi, tu in particolare parli di cose che disconosci. Io non devo giustificarmi di nulla, ho fatto degli studi e so di cosa parlo. Scrivi di esplosioni basette che non funzionano è chiaro che parli per sentito dire o hai visto qualche sciocco video in rete, ma scommetto che non hai mai provato per un po' di tempo tali tecnologie quindi a buon intenditor poche parole.

94andrea

No, per adesso lascio tutto in condizioni standart e vediamo se il problema si ripresenta..

Joel-TLoU

Hai provato a disattivare il push nelle email? A me una volta ha dato problemi quello!

94andrea

Non sono ancora sicuro al 100% ora infatti provo uno scaricamento completo.... Al limite qualcosa può essere andato storto nell'OTA.. Nel pomeriggio avrò la conferma definitiva...

Joel-TLoU

E allora che hai risolto? Strano! Però se ha funzionato bene

94andrea

No no ho ripreso il backup da pc

94andrea

Lo sto portando al 100%...poi valuto.

Joel-TLoU

Come procede? Consumi nella norma?

Carlo

fa solo tanto rumors

Joel-TLoU

Il tuo esempio non ha matematicamente senso, a parità di variabili. Perché nel primo esempio hai scaricato l'80% di batteria in un giorno, mentre nel secondo il 50%? Significa che lo hai usato di meno, e allora non è la batteria ad induzione che te lo salva, ma il fatto che tu l'abbia usato di meno e fatto scaricare di meno. Più che arabo, mi sembra tolemaico, cioè una cosa errata.

RobboCoop

Ecco il FanNokia, azienda che un tempo era florida ma che non si è saputa rinnovare, per poi vendersi alla Microsoft, che brutta fine...
La basetta ad induzione è pressoché inutile, per non parlare di quelle che non funzionano dopo qualche mese o dei telefoni esplosi mentre ricaricavano con questo metodo, in quanto il telefono si scalda a dismisura. E' molto più scomoda del cavo in quanto con il cavetto almeno si può continuare ad usare il telefono, fare un hotspot via USB e molto altro ancora senza impattare sulla batteria. Con l'induzione dubito si possa avere tutta questa libertà, basta spostare il telefono di un centimetro, e si disconnette.

E' una tecnologia che potrebbe sembrare "futuristica", ma dal lato pratico serve a poco o nulla, ed è assolutamente inutile per chi viaggia spesso. Apple l'avrebbe già utilizzata, ma a quanto pare vuole entrare sul mercato con un qualcosa di più valido (magari con delle batterie decenti, in quanto batterie che durano 1-2 giorni nel 2016 sono ridicole) sia per i dispositivi iOS che per lo smartwatch; anche perché attualmente l'Apple Watch va riposto messo sulla ricarica ad induzione ogni sera.

Hey_Mela

RSCN

Hey_Mela

CGLN

Hey_Mela

STRZ

7strings

Ti sembra poco?

7strings

Il nostro pianeta è un magnete ...

Lea

lasciali stare, non lo ha inventato apple quindi non lo capiscono, è troppo difficile per loro

franky29

Non per dire ma siamo già circondati da onde elettro magnetiche

RobboCoop

Concordo, a lungo andare anche il Wi-Fi e le onde dei cellulari fanno male, purtroppo. Adesso pure lo smartwatch (dispositivo sempre a contatto con il corpo), e poi la ricarica wireless... Non sono molto convinto...

mr.serious

Cerco di essere più chiaro, eppure non mi sembra di parlare arabo, faccio un esempio con la basetta ad induzione si ha la possibilità di ricaricare più spesso e allenare maggiormente la batteria, perché esse funzionano proprio così maggiormente sono allenate più durano nel tempo ed il fattore è il ciclo di ricarica, detto questo se in una anno ricarico lo smartphone o quello che è dal 20% al 100% tutti i giorni per 365 giorni ho consumato 365 cicli di ricarica, se invece carico spesso ad esempio dal 75% al 100% 2 volte al giorno per 365 giorni ho consumato 1/2 ciclo di carica in un giorno ovvero 365/2 cicli di ricarica, che esattamente la metà, ora è chiaro?
Questo era solo un esempio nulla vieta caricare più spesso e restringere gli intervalli di ricarica per allungare la vita della batteria, la comodità della carica ad induzione da questo punto di vista non differisce da una dock sebbene sia un evoluzione tecnologica.

Joel-TLoU

Continuo a non seguirti. Che tu scelga di ricaricare velocemente o lentamente, da una percentuale piuttosto che da un'altra, in maniera continua piuttosto che frastagliata, il ciclo si verificherà comunque. Ricaricare dallo 0 al 100% equivale esattamente a ricaricare per 50 volte dal 40 al 42%, come ti dicevo. Sia con filo che per induzione.

mr.serious

Non ho fatto nessuna confusione, è chiaro che non ci intendiamo o mi spiego male io, ti ripeto che ho fatto degli studi so cosa sono i cicli di ricarica e non vorrei sembrare presuntuoso, è chiaro che se faccio 2 ricariche dal 50% al 100% corrisponde ad un ciclo completo, non ho ritenuto opportuno specificarlo, ma se in due gironi ricarico dal 50% ho ottenuto che in 48h ho consumato 1 solo ciclo mentre se lascio scaricare il terminale nell'arco di 24h e lo ricarico al 100% ho consumato un ciclo nella metà del tempo. Devi immaginare questa cosa a lungo termine. Funziona come dico io, spero di essere stato chiaro stavolta.

Joel-TLoU

Attenzione. I cicli si verificano a prescindere. Basta che la batteria venga ricaricata del 100%. Non necessariamente in ordine. Ad esempio se ricarico per cinque volte la mia batteria mandandola dal 50 al 70%, corrisponde ad un ciclo di ricarica. Hai fatto un po' di confusione. I cicli li fai anche facendo brevi ricariche continue.

mr.serious

E invece qua casca l'asino, i miei sogni come li chiami tu sono studi. Le batterie a ioni di litio che vengono comunemente usate hanno una data di scadenza a prescindere da ogni cosa. Questa data di scadenza sono i cicli di ricarica in numero prequantificato, una volta esauriti la batteria muore, per far si che essa duri si deve agire su di essa limitando i cicli di ricarica, ergo se la batteria è sempre sottoposta a cariche minime ma costanti non esaurisce i cicli che conserva, ovvio è bene che ogni tanto ne faccia uno completo. Ora dopo questa ennesima lezione che spero serva a togliere un po' d'ignoranza (che attenzione non è mai una colpa ne un insulto finché non ci si ostina a informarsi) rispondo ancora alla tua domanda, la dock può essere utile come la ricarica ad induzione ma allora la domanda è, l'evoluzione a cosa serve? Arrivare all'aeroporto di Helsinki e ritrovarsi con la batteria quasi esaurita e il powerbank esaurito ma ad un tratto noti che i tavolini dei bar hanno una particolare linea rossa tratteggiata, non devi uscire cavi non devi uscire dock semmai te la sei portato dietro poggi il telefono come chiunque altro fa mentre beve un caffè e te lo ricarichi.
Ma questa è solo una delle mille facce dell'evoluzione,bisogna allargare la vista ogni tanto e non restare relegati a sciocchi preconcetti.

Joel-TLoU

Scusa, eh... ma tu come vantaggio della ricarica wireless riporti la possibilità di non dover maneggiare coi cavi, e io ti sto dicendo che avviene lo stesso con la dock, con la differenza che la ricarica wireless è lenta come la morte, mentre la dock ricarica con la velocità standard. Inoltre, non vorrei distruggere i tuoi sogni, ma non aiuti assolutamente la vita media della batteria poggiando continuamente il terminale sulla base.

mr.serious

Eccone un altro che parla senza mai avere usato la cosa in questione, giovanotto come ha scritto al tuo collega prima di dire "inutile" bisogna provarle le cose, provarle. Anzitutto ripeto l'idea che da l'articolo è quella fantomatica di poter ricaricare un terminale senza doverlo lasciare fermo da qualche parte e allora ti dico se il cell non è fermo significa che al più è in uso e se si usa un oggetto con batteria al litio e nel contempo si ricarica il deterioramento della suddetta aumenta considerevolmente accorciandone la vita. Informatevi, la ricarica ad induzione ha il suo perché così com'è ed una sua evoluzione non seguirà il ramo che immaginate a meno che non cambi la tecnologia delle batterie stesse.

Joel-TLoU

Io ho fissato il cavetto al comodino, mi basta poggiare il telefono e collegarlo. Se proprio vuoi semplificare ancor di più, ti basta comprare una dock, così poggi e basta. La ricarica ad induzione sulla base è inutile.

CAIO MARI

Hanno il paraocchi come i bimbiminkia comprerebbero un Samsung anche se fosse un iPhone senza logo e direbbero che è meglio di iPhone LOL

Olaf

Non ho parole... Rimani nella tua torre d'avorio... Ma possibilmente non a 1 metro da un traliccio dell'alta tensione, o un ripetitore TV, o una cella telefonica, non so se lo sai ma su alcune cose ci hanno fatto delle norme sulla base di studi scientifici, cosa che tu che dici di sapere nel particolare ma ignori totalmente nel generale.

Apus

Dopo di te, infila tu la testa e poi narrami del fatto di come le onde elettromagnetiche eccitano i fluidi

fabrynet

Ciao bella

Olaf

Invece tu un semplice discorso che sposta l'attenzione sull'aspetto quantitativo non lo capisci, puoi aver studiato quanto vuoi ma forse hai bisogno di infilare la testa in un microonde per farti un'idea diretta di cosa ti si sta dicendo.

Apus

Cosa c'entra il pesce?
Ma almeno sai di cosa stai parlando? Ne dubito fortemente visto il tuo improbabile paragone.
Forse dovresti cercare un po' su pubmed forse il paraocchi te lo leveresti.
Come consigliato ad altri studiati un po' di campi magnetici che male non fa

Olaf

Allora, genio, non si tratta di tipi di onde ma di quantità, se mangi un piatto di pesce ti fa bene ma se ne mangi una tonnellata muori di sicuro, se ti togli il paraocchi e usi il buon senso capisci di cosa si sta parlando. il corpo umano ha capacità di adattamento variabili da individuo a individuo, ma, tornando al pesce, si tratta di vedere quando muori tra il piatto e la tonnellata. e questo non lo sa nessuno. Ma con quantità abnormi di qualunque cosa in nostro corpo non resiste.

mr.serious

È chiaro che non comprendi ma non mi sorprende per niente, è più facile trovare gente che dice "questo non ha senso" senza aver mai provato piuttosto che torvar gente che dice "non l'ho mai provato non posso dire quasi nulla".
Se posso darti un consiglio spassionato ti direi prova la ricarica ad induzione per 3 mesi poi torna ai cavetti e ne riparliamo.

CaptainQwark®

il deterioramento di spinotti e cavi mi sembra abbastanza trascurabile sinceramente e po "la cosa più utile secondo me è avere sempre il cellulare carico a portata di mano"...ti basta staccare il cavo non mi sembra una gran fatica...e cosa più importante a quanto ne so la ricarica wireless è molto più lenta di quella con cavo.....

Joel-TLoU

Ah ma allora lo hai ripreso il backup… Avevo capito che avessi inizializzato il dispositivo come nuovo.

mr.serious

Arrivare in ufficio o rientrare a casa e poggiare al volo lo smartphone sulla base senza dover star dietro a casi e caricatori vari ed è una, evitare il deterioramento degli spinotti e delle prese microUSB causati dal leva e metti degli stessi, ma la cosa più utile secondo me è avere sempre il cellulare carico a portata di mano, e soprattutto mantenere in costante allenamento le batterie a litio che chiunque sia un po' informato sa che per allungare la vita bisogna fare pochi cicli di carica completa e molti parziali di carica.
Se non provi una comodità non puoi dire che abbia poco senso solo perché la testa te lo fa dire ricordalo, bisogna sempre provare.

94andrea

Ho fatto il backup su pc... Ho solo dovuto rimettere la musica, ma tanto era sincronizzata con la libreria..

CaptainQwark®

per quel che ne so io il telefono deve essere appoggiato alla base di ricarica...quindi se deve stare fermo quali sarebbero i vantaggi rispetto alla ricarica con il cavo?

Szymon

Peggio ancora... Passi dal contatto diretto a radiazioni in più dovute al BT...

Xiaomi Mi Band 2: come funziona con iOS | Video

Apple iOS 10 Beta: la nostra anteprima | Video

WWDC 2016: segui il live Apple su HDblog.it | Concluso | Guarda il REPLAY

WWDC 2016, quali novità ci attendono?