iPhone 4s a soli 399€ da Trony a San Giuliano Milanese!

09 Ottobre 2012


Dopo l'ingresso in listino del nuovo iPhone 5, il vecchio (permetteteci il termine) iPhone 4s è passato dal prezzo standard di 659€, a 629€ sullo store ufficiale online nella versione da 16GB (i tagli superiori sono stati eliminati dal listino). Girovagando un po' meglio per il web ed affidandosi ai vari comparatori di prezzi è possibile anche trovarlo sui 560€, sempre nel taglio da 16GB. L'unico modo per risparmiare qualche soldo ed accaparrarsi l'iPhone 4s, è quello di rivolgersi al mercato dell'usato dove attualmente è in vendita anche a 400€. Se, invece, vogliamo prenderlo nuovo e ci troviamo in zona Milano il prossimo 11 otobre, allora sarebbe interessante recarsi nel nuovo punto vendita Trony che aprirà precisamente a San Giuliano Milanese.

L'immagine che vedete in apertura articolo è, infatti, ritagliata dal nuovo volantino (clicca per visualizzarlo) riservato solo ed esclusivamente per l'apertura del nuovo punto vendita a San Giuliano Milanese. E' proprio in quello store che a partire dall'11 ottobre, fino al 20 (ma abbiamo ragione di credere che i terminali finiranno la mattina stessa dell'apertura), sarà possibile acquistare l'iPhone 4s, nella colorazione nera, in taglio da 16GB, a soli 399€. Un'offerta da non farsi scappare che, probabilmente, non rivedremo più almeno fino al nuovo anno.

Per prendere uno dei 200 pezzi consigliamo, ovviamente se interessati all'acquisto del prodotto, di recarsi al punto vendita un po' di ore prima rispetto all'orario di inaugurazione per evitare di ritornare a casa a mani vuote.

Condividi


Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.

Facebook Messenger su iOS si aggiorna con gruppi e nuove funzionalità d'inoltro

The Amazing Spider-Man 2 arriva anche in App Store!

Horn su iOS scaricabile gratuitamente come "App della settimana"

Secondo Mark Liu di TSMC, Apple ha indirizzato il mercato verso i chip a 64-bit