Con la tecnologia In-Cell Touch vedremo iPhone ancora più sottili | Rumor

23 Aprile 2012


Continuano senza sosta i rumor e le indiscrezioni su quelle che potrebbero essere le soluzioni tecnologiche innovative che Apple adotterà sull'iPhone di prossima generazione il cui lancio sul mercato è previsto per l'autunno 2012. Secondo le ultime speculazioni, riportate dall'analista Ming-Chi Kuo, Apple starebbe pensando di adottare la tecnologia ultra-sottile In-Cell Touch per il display dell'iPhone 5 (o nuovo iPhone?).

Proprio Kuo, che ha recentemente assunto un nuovo ruolo nella KGI Securities, ha pensato ad una possibile versione del nuovo iPhone con uno spessore ridotto dagli attuali 9.3 mm a meno di 8 mm. E' ormai chiaro che Apple stia sperimentando diverse soluzioni per ridurre lo spessore dei suoi iDevice, basti pensare alla proposta del nuovo standard SIM nano-SIM, fortemente promosso dall'azienda di Cupertino.

A tal proposito Apple sarebbe in procinto di introdurre la tecnologia In-Cell Touch sui suoi terminali di prossima generazione (primo tra tutti il prossimo iPhone) proponendo così uno smartphone ultra-sottile capace di competere con i principali produttori Android-based (vedi Samsung) che continuano a ridurre lo spessore dei propri prodotti. Ecco cosa ha affermato l'analista Kuo a riguardo:

"Poiché praticamente tutti i principali antagonisti di Apple sul mercato degli smartphone hanno ridotto lo spessore dei propri terminali offrendo, in media, terminali sottili circa 7/8 mm, Apple ha la necessità di scendere decisamente sotto la soglia dei 9.3 mm di spessore rappresentata da quello dell'iPhone 4S.

Noi crediamo che Apple punti a raggiungere almeno gli 8 mm di spessore (se non misure ancora inferiori) con il prossimo iPhone 5. Per raggiungere quest'obiettivo, sarà necessario ridurre lo spessore del pannello touch, della batteria e del case. Inoltre, considerando che è richiesto dello spazio tra le tre parti per introdurre delle tolleranze durante il processo di assemblaggio e per considerare l'espansione termina dei componenti, il che fa pensare che il processo di riduzione delle dimensioni non sia poi così tanto banale."

Per questo motivo Kuo ha calcolato che il passaggio potenziale alla tecnologia In-Cell Touch potrebbe aiutare Apple a ridurre già lo spessore di 0.5 mm. Un ulteriore 10% di riduzione sarà possibile grazie alla batteria, che Apple potrebbe facilmente rendere più sottile.


Altri 0.5 mm, poi, potrebbero essere guadagnati se Apple utilizzasse un case di metallo sul retro (un po' come per l'iPad), piuttosto che l'attuale vetro dell'iPhone 4S, che renderebbe l'iPhone anche più leggero. Con tutte queste accortezze, l'azienda di Cupertino potrebbe ridurre lo spessore del suo terminale di 1.4 mm circa, portandolo a misurare soltanto 7.9 mm.

via

Condividi


Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.

Facebook Messenger su iOS si aggiorna con gruppi e nuove funzionalità d'inoltro

The Amazing Spider-Man 2 arriva anche in App Store!

Horn su iOS scaricabile gratuitamente come "App della settimana"

Secondo Mark Liu di TSMC, Apple ha indirizzato il mercato verso i chip a 64-bit