Dopo la Micro SIM Apple dice addio alla schedina: arriva il brevetto per la SIM virtuale

04 Novembre 2011


Inizialmente sono state introdotte con scetticismo e indubbiamente ancora oggi, per chi cambia spesso smartphone, le Micro SIM risultano scomode ma, come Apple, anche altri produttori si stanno avvicinando a questo tipo di SIM. Nokia con la nuova serie Lumia ha infatti scelto questo formato e già alcuni anni fa LG scelse per l'U880 questa dimensione del chip telefonico con scarsi risultati. Apple comunque vuole spingersi oltre e se nell'aria questo cambiamento era già ipotizzato, adesso arriva il brevetto per la SIM Virtuale.

Il brevetto in realtà è molto più complesso e non parla solo di SIM Virtuali ma anche di NFC. In pratica sembra che nella prossima generazione di iPhone, o comunque in un prossimo futuro, Apple voglia creare un sistema che permette di integrare NFC e numero di telefono in modo da offrire pagamenti in tutta sicurezza sia utilizzando il telefono come carta di credito attraverso l'hardware NFC, sia per pagamenti telefonici con il numero virtuale migliorando la sicurezza nelle transazioni.

1 - Apple ci introduce alla scheda SIM virtuale

Una soluzione interessante che da un lato migliora l'integrazione tra smartphone e NFC, dall'altro aumenta la sicurezza nelle transazioni e infine permette di ridurre lo spazio e riconfigurare il telefono eliminando il vano sim contenendo magari lo spessore.

Sebbene il brevetto sia reale, rimaniamo dubbiosi sul suo reale utilizzo in tempi brevi. Se in America e Giappone NFC e sim virtuali sono una realtà con gli operatori locali, in Italia siamo lontani da queste soluzioni tecniche. Non resta che attendere...

via

Condividi


Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.

Facebook Messenger su iOS si aggiorna con gruppi e nuove funzionalità d'inoltro

The Amazing Spider-Man 2 arriva anche in App Store!

Horn su iOS scaricabile gratuitamente come "App della settimana"

Secondo Mark Liu di TSMC, Apple ha indirizzato il mercato verso i chip a 64-bit